Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Cronaca  
Emergenza acqua a Messina, prime erogazioni

Emergenza acqua a Messina, prime erogazioni
Autore: Teresa.Corrado - Redazione Cronaca
Data: 31/10/2015

Potrebbe risolversi entro domani l'emergenza acqua a Messina, a secco da sei giorni. Oggi il rifornimento idrico ha raggiunto molte zone della città, coprendola a macchia di leopardo, ma non in tutte. Secondo quando affermato da fonti del comune e dalla società Aman, che gestisce la fornitura d'acqua nella città, si prevede che nelle prossime ore sarà ripristinato il normale flusso dell'irrogazione dell'acqua.

Intanto la riparazione che era stata prevista per i prossimi sette giorni, è stata effettuata ieri, sotto la pressione dei media, dei cittadini e grazie all'utilizzo dei social network, che hanno riportata la notizia a livello non solo nazionale, ma internazionale. Grazie anche all'intervento di personaggi pubblici, quali Rosario Fiorello e Maria Grazia Cucinotta, che si sono schierati accanto a semplici cittadini stanchi di dover aspettare i tempi tecnici per avere la fornitura di un bene essenziale qual è l'acqua.

Dopo il maltempo dei giorni scorsi, ma si parla di una settimana fa, una frana aveva interrotto l'acquedotto di Fiumfreddo a Calatabianco, impedendo la fornitura dell'acqua potabile all'intera giornata. Le riparazioni sono state lentissime. La città è rimasta senza acqua per sei giorni. Scuole, uffici pubblici e luoghi di ritrovo sono stati chiusi per problemi igienico-sanitari. La beffa stava per colpire ancora una volta i già provati cittadini, quando dal comune e dalla società che si occupa dell'acquedotto, è arrivata la notizia che per riparare il danno, sarebbero occorsi altri sette giorni.

L'ira dei cittadini non si è fatta attendere e immediatamente si sono formati gruppi che sono andati a protestare al comune. Ma efficace è stato anche il tam tam sui social network aiutato da personaggi conosciuti al grande pubblico. Tra loro i più attivi Fiorello e la Cucinotta, originari dell'Isola italiana, che non si sono risparmiati nel contestare la situazione incredibile che ha colpito la città siciliana.

Indignazione da parte di forze politiche che hanno criticato l'amministrazione, dell'Amam e il governo nazionale che non hanno saputo risolvere in breve tempo la situazione messinese.

 "Messina è senza acqua! Inaccettabile nel 2015! Si faccia qualcosa subito! Comune, Provincia, Regione, Governo", è stato il commento su twitter di Fiorello, che ha vissuto per anni a Letojanni.

"Nel 2015 non si può lasciare un'intera città senz'acqua per così tanto tempo. Immagino anziani, bambini, persone diversamente abili in preda al panico nel trovare rubinetti vuoti. Una situazione insostenibile, intollerabile, gravissima che merita attenzione e impegno serio e tempestivo da parte delle Istituzioni a Roma e Palermo", ha commentato la Cucinotta dalla Cina, dove sta girando un film.

Sta di fatto che senza l'indignazione scoppiata e diffusasi sui social, la situazione a Messina, sarebbe rimasta la stessa ancora per una settimana, e chissà se alla fine si sarebbe risolta davvero. Cosa gravissima per un paese industrializzato e civilizzato come l'Italia.

Intanto la Guardia di Finanza sta effettuando dei controlli per accertarsi che non ci siano stati aumenti ingiustificati sul prezzo all'ingrosso e al dettaglio dell'acqua minerale. Non solo, ma stanno effettuando anche controlli sulle aziende che si occupano della distribuzione, verificando che abbiano le autorizzazioni sanitarie e amministrative previste dalla legge.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 11/07/2020 00:38:11

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca

Autore: La Redazione
Data: 15/05/2020
E' morto il Maestro Ezio Bosso, aveva 48 anni

Restiamo senza parole per la morte del Maestro Ezio Bosso, esempio di cultura, genialità, capacità artistica ma anche grande cuore, onestà intellettuale e sensibilità umana.

Leggi l'articolo

Autore: Valerio L'Abbate - Redazione Economia
Data: 13/05/2020
Agricoltura: pronti i fondi per rilanciare il settore apistico

In Italia ci sono circa 56.000 apicoltori, con 1,5 milioni di alveari e una produzione annua pari a 23.000 tonnellate concentrate per lo più nelle regioni del Nord, che ci collocano al quarto posto tra i Paesi Ue.

Leggi l'articolo

Autore: Sergio Ragaini - Rubrica LiberaMente
Data: 08/05/2020
Fasi lunari, curve dei contagi e bufale...

Si era generata tanta aspettativa sull’agognata “Fase 2”. molti si aspettavano davvero una libertà di circolazione...

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Cronaca
Data: 04/05/2020
Roma: una donna da fuoco sul balcone al corpo senza vita di un 59enne

Sono stati i vicini ad allertare le forze dell’ordine, quando dalle loro finestre hanno visto l’incendio sul balcone: era il corpo dello sloveno, dato alle fiamme.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -