Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Politica Estera  
Libia: secondo il governo di Tobruk, tre navi da guerra italiane sarebbero in acque libiche

Libia: secondo il governo di Tobruk, tre navi da guerra italiane sarebbero in acque libiche
Autore: Giulia Buongiorno - Redazione Cronaca
Data: 01/11/2015 14:15:57

Tre navi da guerra italiane sono entrate nelle ultime ore nelle acque territoriali libiche senza l'autorizzazione. E quanto denuncia il governo libico di Tobruk, quello riconosciuto a livello internazionale. avvertendo che, per proteggere la sua sovranità: «utilizzerà ogni mezzo».

Il Governo di Tobruk, ha dichiarato che al largo della costa di Bengasi, vi sarebbero tre navi militari italiane, avvistate stanotte a circa 55 chilometri a Est di Daryana.

Si pensa che le navi militari facciano parte della forza militare navale dei paesi della Comunitù Europea, inviate per combattere la tratta dei migranti verso le coste italiane.

Il governo italiano ha replicato che nessuna nave militare italiana si trova nelle acque antistanti Bengasi.

Il Ministero della Difesa Italiano, attraverso una nota ha dichiarato: «La notizia diffusa stamane da fonti libiche circa la presenza ieri di tre navi italiane nelle acque territoriali libiche è falsa. Tutte le navi militari italiane presenti nel Mediterraneo operano in acque internazionali rispettando i limiti stabiliti dai trattati».




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 16/10/2019 20:13:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Estera

Autore: Max Murro - Redazione Esteri
Data: 13/10/2019 12:11:33
Ecuador: continua la 'Rivolta delle pentole' contro austerity e misure repressive

Lenin Moreno, presidente ecuadoregno, per porre fine al dissendo popolare ha deciso di ripensare il pacchetto di misure di austerity che erano state annunciate lo scorso 2 ottobre.

Leggi l'articolo

Autore: Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 28/09/2019 07:35:39
UcrainaGate: Rudolph Giuliani vuole testimoniare al Congresso

Il legale di Donald Trump, si è dichiarato pronto a testimoniare davanti al Congresso in relazione ai suoi incontri con i dirigenti ucraini e nell'ambito dell'indagine di impeachment sul presidente Usa

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 16/08/2019 07:45:45
Nigeria nord-orientale: 10 anni di conflitto

Sono passati 10 anni dallo scoppio del conflitto in Nigeria nord-orientale tra gruppi armati e l'esercito nigeriano. A distanza di un decennio, il conflitto è tutt'altro che finito. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 07/07/2019 06:37:22
Glisofato: l'Austria ne vieta l'utilizzo

La Camera bassa austriaca ha approvato un progetto di legge per la messa al bando del glifosato: l'Austria diventa così il primo Paese europeo a proibire l'utilizzo del pesticida, sospettato di essere potenzialmente cancerogeno. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -