Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Arabia Saudita: per la prima volta votano anche le donne

Arabia Saudita: per la prima volta votano anche le donne
Autore: Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 12/12/2015

Elezioni municipali in Arabia Saudita, non dovrebbero far notizia, ma rimbalzano per un evento di importanza mondiale. Per la prima volta le donne saudite potranno votare ed esprimere le proprie preferenze in campo politico. Le donne non solo potranno votare, ma potranno anche essere elette.

Quelle che si sono iscritte nelle liste elettorali sono circa 980, sparse per tutto il paese. Dovranno vedersela, però, contro gli iscritti maschili che sono oltre 5.000 e che sono ben agguerriti, come del resto, in ogni elezione di ogni paese. In Arabia Saudita i cittadini sono chiamati a votare i due terzi dei seggi messi a disposizione dalla legge elettorale, l'altro terzo invece, verrà scelto direttamente dal governo che è retto da una monarchia.

Per questa prima elezione con il permesso di voto alle donne, si sono iscritte alle liste elettorali circa 130.000 persone di sesso femminile, ben poche, in confronto al 1.35milioni di uomini che votano normalmente. Sicuramente conta in questa tornata elettorale la novità di una quota che si spera, possa essere aggiudicata alle donne, dopo una dura battaglia che ha permesso loro di raggiungere un diritto in un paese notoriamente maschilista e musulmano.

La partecipazione delle elettrici era stata decisa nel 2011, durante i movimenti delle primavere arabe che in Arabia Saudita, è passata garantendo alcune leggi più liberali, sia per evitare che i movimenti rivoluzionari si espandessero nel paese, sia per garantire una libertà maggiore alla figura femminile, sempre più connessa, grazie alla rete internet, con le libertà femminili di altre nazioni. A firmare il decreto fu l'allora re Abdullah, che non si tirò indietro, ma concesse alle donne il diritto di voto, anche se il re non ha visto realizzarsi, nel proprio paese, un evento così impegnativo e rivoluzionario, visto che è venuto a mancare nel gennaio scorso.

Ora si dovranno aspettare i risultati che saranno espressi nei seggi e che saranno ricordati storicamente, come un passo importante per la parità dei sessi anche all'interno di paese di fede musulmana, aperti alle donne. Dopo la conquista della possibilità di guidare, adesso tocca alla politica saudita, confrontarsi con il variegato mondo femminile. 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 04/03/2021 21:42:43

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 27/05/2020
Traffico di droga: le società fantasma dei cartelli messicani

La rete più articolata, e che riguarda uno degli importi più elevati da record, è stata scoperta dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) del Tesoro nel 2014.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 14/05/2020
Afghanistan: attacco a un reparto maternità di Kabul

I primi momenti della vita di un neonato dovrebbero trascorrere tra le braccia di sua madre, non in un ospedale in fiamme con proiettili e bombe che piovono...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 08/05/2020
Allarme Interpol: droga consegnata domicilio con il cibo

Le organizzazioni criminali stanno ricorrendo ai servizi di consegna di cibo per trasportare la droga e altre sostanze illecite, mentre i Paesi sono in preda al lockdown a causa della pandemia globale di Covid-19. 

Leggi l'articolo

Autore: Di Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 07/05/2020
Coronavirus: in Olanda aumenta l'uso di cannabis a causa dell'isolamento forzato

Il consumo di cannabis in Olanda e’ aumentato durante la crisi causata dall’avvento del coronavirus.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -