Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Turchia: arrestati docenti schierati a favore del Pkk

Turchia: arrestati docenti schierati a favore del Pkk
Autore: Teresa Corrado - Redazione Esteri
Data: 15/01/2016

In Turchia la polizia ha arrestato 12 docenti universitari accusandoli di "propaganda terroristica" a favore del Pkk. I docenti arrestati, insieme ad altri 9 ancora ricercati, avevano firmato un appello per chiedere una soluzione pacifica alla questione curda.

La notizia è stata riferita dall'agenzia statale Anadolu. Ad occuparsi dell'arresto è la procura di Kocaeli, a sud di Istanbul che si occupa della zona in cui è presente l'Università promotrice dell'appello.

Attacco duro del presidente Recep Tayyip Erdogan, che aveva denunciato il loro atto come "tradimento" nei confronti dell'intera Turchia. Il presidente turco ha usato anche parole forti per giustificare l'arresto dei docenti. "Solo perché hanno titoli come professore o dottore davanti ai loro nomi non significa che sono illuminati", ha detto il premier turco, riferendosi ai docenti universitari, accusandoli anche di essere "crudeli e vili". La guerra che il premier sta combattendo e animando contro il Pkk, formato da combattenti curdi, che sono i più forti oppositori del governo Erdogan, sta facendo le sue vittime, dopo la stampa, messa a tacere attraverso l'arresto di numerosi giornalisti, adesso il governo attacca in forze i docenti universitari. Il presidente turco ha anche esortato i giudici a fare tutto ciò che serve per punire i traditori della patria.

Da parte sua, il Consiglio per l'educazione superiore (Yok) ha annunciato azioni punitive nei confronti dei docenti firmatari.

L'oggetto del contenzioso tra Erdogan e i docenti universitari arrestati o in procinto di esserlo, è l'appello lanciato dal gruppo "Accademici per la pace", che ha per titolo "Noi non saremo parte di questo crimine", riferendosi alle operazioni condotte dal governo turco nel sud - est del paese a maggioranza curda, della scorsa estate. Queste hanno causato la morte di centinaia di persone tra cui molti civili.

L'appello fino ad ora è stato firmato da 6.492 persone e resterà a disposizione di chi vuole firmarlo fino a questa sera, raccogliendo il consenso di docenti e ricercatori non solo turchi, ma provenienti anche da decine di università straniere, tra cui Noam Chomsky.

Questo resta un duro colpo per il fronte curdo, ma anche per la possibilità di frenare la lotta contro il Pkk e i sostenitori della minoranza curda. A dare manforte alla repressione attuata da Erdogan, la situazione internazionale che vede la Turchia impegnata in prima linea accanto agli Stati Uniti e alle nazioni europee, come territorio, contro l'Isis.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 04/03/2021 22:37:52

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 27/05/2020
Traffico di droga: le società fantasma dei cartelli messicani

La rete più articolata, e che riguarda uno degli importi più elevati da record, è stata scoperta dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) del Tesoro nel 2014.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 14/05/2020
Afghanistan: attacco a un reparto maternità di Kabul

I primi momenti della vita di un neonato dovrebbero trascorrere tra le braccia di sua madre, non in un ospedale in fiamme con proiettili e bombe che piovono...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 08/05/2020
Allarme Interpol: droga consegnata domicilio con il cibo

Le organizzazioni criminali stanno ricorrendo ai servizi di consegna di cibo per trasportare la droga e altre sostanze illecite, mentre i Paesi sono in preda al lockdown a causa della pandemia globale di Covid-19. 

Leggi l'articolo

Autore: Di Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 07/05/2020
Coronavirus: in Olanda aumenta l'uso di cannabis a causa dell'isolamento forzato

Il consumo di cannabis in Olanda e’ aumentato durante la crisi causata dall’avvento del coronavirus.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -