Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Medici Senza Frontiere, SIRIA: altri cinque muoiono di fame a Madaya

Medici Senza Frontiere, SIRIA: altri cinque muoiono di fame a Madaya
Autore: Ufficio Stampa Medici Senza Frontiere Italia
Data: 16/01/2016

SIRIA: Altri cinque muoiono di fame a Madaya dopo l’arrivo

del convoglio umanitario

MSF chiede l’evacuazione medica immediata per

18 pazienti in pericolo di vita

I medici siriani supportati da Medici Senza Frontiere (MSF) nella città assediata di Madaya confermano che altre cinque persone sono morte di fame dopo l’arrivo del primo convoglio umanitario di Nazioni Unite (UN), Comitato Internazionale della Croce Rossa (ICRC) e Mezzaluna Rossa Araba Siriana (SARC) il pomeriggio dell’11 gennaio. Per evitare la perdita di altre vite MSF chiede con la maggior forza possibile l’evacuazione medica immediata dei pazienti più gravemente malati e malnutriti verso luoghi sicuri dove essere curati.

Ventitré pazienti sono morti di fame a Madaya nel mese di dicembre, altri cinque domenica 10 gennaio e altri due lunedì 11 gennaio, mentre il primo convoglio umanitario era in arrivo. Gli ultimi cinque decessi segnano un totale di 35 persone morte di fame, confermate dai medici supportati da MSF a Madaya.

“È scioccante. I pazienti continuano a morire nonostante l’arrivo di due grossi convogli umanitari internazionali” dichiara Brice de le Vingne, direttore delle operazioni di MSF. “Altri pazienti potrebbero non sopravvivere  un giorno di più. Le evacuazioni mediche per i più gravemente malati e malnutriti devono avvenire immediatamente ed è difficile capire perché pazienti aggrappati alla vita non siano già stati evacuati. Non si dovrebbe permettere alcun impedimento e dovrebbe essere fatto tutto il possibile, dalle parti in conflitto e dalle agenzie impegnate nei convogli, per velocizzare le evacuazioni mediche in quanto azione umanitaria salva-vita.”

I medici supportati da MSF hanno identificato 18 pazienti critici che senza evacuazione medica sono a rischio di morte imminente. Un numero ancora maggiore avrà bisogno di evacuazione medica o di cure mediche specializzate per la malnutrizione nei prossimi giorni.

Fornire cure mediche a pazienti gravemente malnutriti è tecnicamente complesso. Dare semplicemente del cibo terapeutico senza avere esperienza nel trattamento della malnutrizione può provocare edema, ovvero  accumulo di liquidi, nel paziente. I pazienti più critici devono essere trattati in un ambiente ospedaliero da personale medico esperto e con infrastrutture mediche adeguate. Per MSF anche le donne in gravidanza o allattamento dovrebbero essere evacuate da un contesto come questo.

“Vogliamo lanciare l’allarme più forte possibile perché alcuni dei pazienti che necessitano di ospedalizzazione urgente moriranno presto se non vengono evacuati immediatamente”  chiude Brice de le Vingne. “Nei prossimi giorni andranno effettuate altre attività mediche di supporto, ma questa è l’emergenza del momento.”

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 04/03/2021 22:08:04

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 27/05/2020
Traffico di droga: le società fantasma dei cartelli messicani

La rete più articolata, e che riguarda uno degli importi più elevati da record, è stata scoperta dall'Unità di informazione finanziaria (FIU) del Tesoro nel 2014.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 14/05/2020
Afghanistan: attacco a un reparto maternità di Kabul

I primi momenti della vita di un neonato dovrebbero trascorrere tra le braccia di sua madre, non in un ospedale in fiamme con proiettili e bombe che piovono...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 08/05/2020
Allarme Interpol: droga consegnata domicilio con il cibo

Le organizzazioni criminali stanno ricorrendo ai servizi di consegna di cibo per trasportare la droga e altre sostanze illecite, mentre i Paesi sono in preda al lockdown a causa della pandemia globale di Covid-19. 

Leggi l'articolo

Autore: Di Luca De Rossi - Redazione Esteri
Data: 07/05/2020
Coronavirus: in Olanda aumenta l'uso di cannabis a causa dell'isolamento forzato

Il consumo di cannabis in Olanda e’ aumentato durante la crisi causata dall’avvento del coronavirus.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -