Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Siae e Accademia Pentakaris di Reggio Calabria contro le mafie

Siae e Accademia Pentakaris di Reggio Calabria contro le mafie
Autore: Paola Polidoro - Redazione Attualita'
Data: 30/04/2016

SIAE È CON L’ACCADEMIA PENTAKÀRIS DI REGGIO CALABRIA, CONTRO LE MAFIE

Martino Parisi: «La musica prepara l’uomo ad affrontare la vita»

Il Direttore Generale Gaetano Blandini: «È un potentissimo aggregatore sociale contro ogni mafia e ogni forma di barbarie»

Martino Parisi e Serenella Corrado hanno cinque figli, un sogno e molto coraggio. Vivono a Gallina, alla periferia di Reggio Calabria, dove nel 2011 hanno inaugurato una scuola di musica che oggi ha 22 iscritti, per lo più giovanissimi. Martino è insegnante di musica, Serenella dirigente scolastico: sono alle prese da anni con le mafie locali che – contrarie al fatto che il paese abbia un punto di cultura e di aggregazione - cercano di fermare la loro bella iniziativa con minacce esplicite.

Sin dall’inaugurazione della scuola le molteplici azioni intimidatorie, rese pubbliche solo in questi giorni dalla stampa, si sono succedute con assiduità e puntuale cadenza. Ma la coppia non si è mai arresa alle dinamiche della minaccia e della paura, agli ennesimi inquietanti avvertimenti. Di recente la battaglia dei signori Parisi è arrivata sulla cronaca nazionale, e la Società Italiana degli Autori ed Editori ha deciso di dare un segnale di presenza, sostenendo il progetto.

«A nome del nostro Presidente Filippo Sugar e dei nostri ottantamila associati sentiamo il bisogno civile di offrire un sostegno globale alla meritoria iniziativa dei signori Parisi. La Musica – e più in generale la Cultura – da un lato rappresenta la vita dei nostri associati e dall’altro è un potentissimo aggregatore sociale contro ogni mafia e ogni forma di barbarie», ha scritto il Direttore Generale SIAE Gaetano Blandini alla famiglia di Reggio Calabria, che per anni ha solidamente contrapposto i propri ideali alla paura.

«Ringraziamo la Società Italiana degli Autori ed Editori per la sensibilità e la tempestività dimostrate con questo gesto di solidarietà per noi davvero importante», dice Martino Parisi. «Sappiamo bene che la cultura fa paura a chi non ci vorrebbe liberi. Nello specifico è la musica che rende armoniosa la crescita dei ragazzi, che oltretutto in questo modo passano meno tempo in strada. La musica nobilita, rende liberi, affina il gusto estetico. Non ci può essere affrancamento dalle mafie se non si è a contatto con la cultura. Senza cultura i ragazzi diventano materiale di conquista. La nostra missione è tesa al raggiungimento di finalità didattico-pedagogiche che mirano al perseguimento di elevati obiettivi educativi sintetizzati nel seguente motto, che campeggia all’ingresso della nostra scuola: Educhiamo alla musica per preparare l’Artista ad affrontare il Pubblico. Educhiamo con la musica per preparare l’Uomo ad affrontare la Vita».




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 06/06/2020 15:30:44

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Attualita'
Data: 25/05/2020
60.000 assistenti civici volontari per il rispetto del distanziamento sociale

I sindaci italiani arruoleranno 60.000 volontari maggiorenni, a patto che siano siano disoccupati, percettori di reddito di cittadinanza o di ammortizzatori sociali.

Leggi l'articolo

Autore: Sara Preatoni - Redazione Attualita'
Data: 23/05/2020
Fake news: come riconoscerle

Se volessimo individuare un trend che purtroppo sta caratterizzando questi ultimi anni, sicuramente la diffusione delle “fake news” sarebbe uno di questi. Cosa sono le fake news?

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 

Leggi l'articolo

Autore: Sergio Ragaini - Redazione Attualita'
Data: 18/05/2020
Se non puoi combatterli….

Questa è la vita: andare verso la bellezza, andare verso l’armonia. La vita è contatto, scambio. Non è ritrarsi, non è allontanarsi credo che il vero virus sia proprio questo allontanarsi, questo evitare il contatto e lo scambio, questo impedire le relazioni.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -