Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Giornata della lentezza - Viaggiare slow

Giornata della lentezza - Viaggiare slow
Autore: Silvia Perfetti - Redazione Attualita'
Data: 07/05/2016

Giornata della lentezza – Viaggiare slow: India tra meditazione e ayurveda, light trekking in Myanmar, Capo Verde insolita, Sri Lanka in treno e Danubio in bicicletta

Cinque destinazioni da vivere con lentezza per rigenerare davvero corpo e anima e scoprire tutta l’autenticità dei luoghi. Tra yoga, meditazione e mobilità dolce, con spostamenti a piedi, in bicicletta, in treno e in mongolfiera: le esperienze selezionate dai consulenti di viaggio CartOrange

Viaggi per corpo e anima, è questa una delle tendenze per l’estate 2016. Per viaggiatori sempre più evoluti, alla ricerca di nuove mete o di modalità inedite per visitare le destinazioni, l’imperativo è di arricchire la vacanza con esperienze di contatto autentico con i luoghi esplorati. «Viaggiare lentamente è il modo migliore per staccare davvero dalla routine quotidiana, rigenerando mente e corpo» afferma Flavia Mingione, responsabile viaggi di CartOrange, il più grande network italiano di consulenti di viaggio. «Sono sempre di più i clienti che ci chiedono una modalità “dolce” per vivere le vacanze, dedicando tempo a esplorare gli angoli meno conosciuti di una città, cercando un contatto con le persone del posto e le tradizioni, assaporando il cibo e venendo in contatto con una dimensione spirituale». Fra le destinazioni da vivere con lentezza, i consulenti CartOrange ne hanno selezionate alcune particolarmente adatte all’estate e a un’esplorazione “slow”, coccolando corpo e mente.

1. India: alla scoperta del Kerala in houseboat tra yoga, meditazione e massaggi ayurvedici. «Quella che si può scoprire nello stato del Kerala, affacciato sull’Oceano, è un’India insolita, meno turistica e più vera –afferma Mingione–. Esplorare in barca le “backwaters” a bordo delle imbarcazioni tipiche, chiamate kettuvallams, è un modo lento ma sicuramente indimenticabile». La proposta di CartOrange è incentrata proprio sulla lentezza: l’itinerario di base è di 12 giorni e 10 notti, ma è personalizzabile in tutto, e si conclude con un soggiorno di una settimana in un resort di Kovalam dove ogni mattina ci si risveglia con un rituale a base di yoga, meditazione e massaggi ayurvedici.

2. Myanmar tra light trekking e mongolfiera. Una destinazione che si è da poco aperta al turismo, ed è ancora lontana dalle rotte di massa, è il Myanmar, o Birmania. Un’esperienza unica per sperimentare la libertà e il fascino di questo luogo è optare per un light trekking, «Escursioni alla portata di tutti, da effettuare in sicurezza con una guida, tra le colline della regione di Shan abitate dai popoli Pa-O e Pa-Laung – spiega Flavia Mingione –. Questo territorio si può esplorare anche a dorso di elefante o in mongolfiera». CartOrange propone un volo su Bagan, l’antica capitale, che ha dato i natali alla cultura birmana e custodisce uno dei siti archeologici di maggior importanza in Asia. «Un’esperienza che viene resa ancora più indimenticabile dal sorvolo fatto all’alba, quando la luce che avvolge i palazzi e templi storici è magica» assicura Mingione.

3. Capo Verde, non solo mare. Queste isole sono un vero e proprio assaggio di Africa. «Soprattutto Santiago, la più grande, dove anche l’entroterra è imperdibile – consiglia Mingione –. E poi bisogna galleggiare nei crateri di acqua salina di Pedra do Lume, salire lentamente le dune di Boavista, scoprire i borghi dei pescatori e le spiagge incontaminate dove le tartarughe depongono le uova: vietato disturbare, ma si possono osservare con facilità». Anche la colonna sonora è slow: la dolce nenia della "morna", un genere musicale nazionale da conoscere proprio nei villaggi.

4. Sri Lanka in treno panoramico. Il treno è il simbolo di una mobilità dolce che viene sempre di più riscoperta. Un luogo spettacolare dove viaggiare su rotaie è lo Sri Lanka, l’antica Ceylon, meta che CartOrange propone perché offre sia mare e relax, sia uno straordinario patrimonio culturale e naturalistico. «L’altopiano  centrale  è  tutto  da  scoprire  con  un  viaggio  in  treno panoramico che si snoda tra le foreste, le piantagioni di tè e le cascate di Devon Santa Clara, Ramboda e Diyaluma» spiega Flavia Mingione.

5. In bicicletta lungo il Danubio. L’Austria, la Slovacchia e l’Ungheria sono mete turistiche che possono essere viste con occhi nuovi se si adotta un punto di vista diverso: quello delle due ruote. «Si tratta di un’avventura per tutta la famiglia, grazie all’elevato livello delle strutture e dei servizi presenti sul percorso – precisa Mingione –. Lungo il percorso da Vienna a Budapest è possibile pernottare in un botel (un hotel sull’acqua), degustare vini e specialità locali, rilassarsi alle terme, esplorare borghi che sono un gioiello. Il tutto in maniera ecologica, godendosi il silenzio e i paesaggi pittoreschi lungo le rive del fiume». I bagagli vengono spediti di tappa in tappa per potersi godere tutta la dolcezza dei luoghi.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 24/01/2020 09:15:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Valeria Volpato - Redazione Attualita'
Data: 20/01/2020
e-Commerce: gli articoli più acquistati nel 2019

Con l’inizio di un nuovo anno è tempo di bilanci e di analisi dei mesi trascorsi, sia per fare il punto sull’anno appena passato sia per porsi nuovi obiettivi per quello venturo. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 19/01/2020
Cocktail: tre ricette per recuperare il buonumore

Una strana sensazione di tristezza, a cui si aggiunge una nota di malinconia: ad alimentare le sensazioni tipiche del terzo lunedì di gennaio, noto ai più come “Blue Monday”

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 17/01/2020
Identikit dei Millenials e della generazione Z

Determinati ma poco resilienti, partecipano di più ad attività extrascolastiche, soprattutto di alternanza scuola-lavoro

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 13/01/2020
Sicurezza stradale: ecco le misure migliori per prevenire gli incidenti

A breve termine, le misure draconiane non servono per ridurre gli incidenti e gli episodi di pirateria stradale. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -