Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Editoriali  
Campagna a sostegno della comprensione della Riforma Costituzionale

Campagna a sostegno della comprensione della Riforma Costituzionale
Autore: Il Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 25/05/2016

 

Il prossimo Ottobre, saremo chiamati a un nuovo referendum, quello che deciderà se, la riforma costituzionale proposta dal governo Renzi, potrà essere approvata o meno.

In questo articolo, non spiegherò affatto che tipo di rivoluzione apporrebbe la riforma costituzionale, semmai vincessero i SI. Lo farò prossimamente, perché ritengo che, innanzitutto, sia necessario  - a tutti i cittadini – comprendere bene una cosa, almeno stavolta.

Vi pongo una domanda: conoscete, almeno un poco, l’attuale Costituzione Italiana? Vi chiederete: “Che ci azzecca col fatto che ci recheremo a votare al referendum”? Ci azzecca eccome. Che ci andate a fare a votare la riforma costituzionale se non conoscete la nostra Costituzione così come è ancora oggi?

Rinforzo la domanda: non conoscendo l’attuale Costituzione, non siete in grado di comprendere le modifiche che si vogliono apportare.

Pensate quindi di andare a votare – SI o NO – sull’onda dell’emozione, su consiglio del medico, per seguire il partito da cui ancora vi sentite rappresentati, o perché – nel caso voleste andare per votare NO – siete davvero convinti che Renzi e la Boschi rispetteranno la promessa di dimettersi?

Se avete risposto SI ad almeno una delle possibilità, vi consiglio di evitare di recarvi alle urne.

Da qui ad Ottobre, ci sono circa cinque mesi di tempo. Questa volta non si può sbagliare, non ci si può permettere di non sapere, non è possibile votare a casaccio e senza cognizione di causa.

Utilizzate i mesi a venire, per capire cosa sta realmente accadendo. Leggete con attenzione – vi basta dedicare alla lettura degli articoli qualche minuto al giorno – la nostra Costituzione. Poi, leggete con calma, e nel caso non capite qualcosa, tentate di parlarne con altri e cercate di capire cosa significa ciò che è scritto all’interno della riforma costituzionale.

Io, almeno stavolta, non vi aiuto. Lo faccio per non offendere la vostra capacità di comprendere, capire e imparare.

Successivamente, spiegherò le modifiche che vogliono apportare alla Costituzione, metterò a confronto la realtà attuale e quella che si delineerebbe nel caso in cui la riforma venisse approvata.

Altra cosa: se pensate di andare a votare, con l’unica motivazione speranzosa di mandare a casa il governo, vi anticipo che, con ogni probabilità, ciò non accadrà.

Conservate bene il video che trovate in questo articolo: è la dichiarazione di Renzi, relativa alle “dimissioni” che seguirebbero la sconfitta del SI al referendum.

Potrete rivederlo dopo il responso referendario, e confrontarlo con ciò che farà Renzi e il suo governo.

Intanto, vi lascio copia della Costituzione Italiana e il testo della Riforma Costituzionale. Sono certa che comprenderete la necessità di leggere entrambi i documenti.

Costituzione Italiana

Testo della Riforma Costituzionale

©Tutti i diritti riservati. La diffusione è concessa esclusivamente indicando chiaramente il nome dell'autore e il link che riporta a questa pagina

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/11/2021 06:16:13

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Editoriali

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020
Indagine Covid-19 - parte V - Trattati, accordi, riforme e omissioni

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/05/2020
Videogames: il governo sostiene le startup del settore

Una sorpresa inaspettata è arrivata con il varo del tanto atteso “Decreto rilancio”: sostegni alle startup che sviluppano videogiochi. In particolare, ai commi dal 15 al 21 dell’articolo 46 del decreto, in tema di sostegni alle startup innovative, si delinea un vero e proprio fondo – denominato First Playable Fund - che sarà creato per sostenere economicamente lo sviluppo del settore.

Leggi l'articolo

Autore: Inchiesta del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/05/2020
Indagine Covid-19 - Parte IV - diffusione nella bassa lodigiana: i dubbi sul depuratore

Ai tempi della Sars il mondo scientifico internazionale concordò su un punto: la diarrea è un veicolo di trasmissione da non sottovalutare, perché fu la causa del contagio nel 20% dei casi. A causa delle scariche di feci molli in pazienti che avevano contratto la malattia, un focolaio di Sars esplose a Hong Kong nel complesso residenziale di Amoy Gardens. Portare le mani alla bocca o agli occhi, dopo una scarica di diarrea, è uno dei fattori di contagio, eppure non se ne parla in maniera diffusa.

Leggi l'articolo

Autore: Intervista del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 13/05/2020
Intervista ad Andrea Vianello - Ogni parola che sapevo

“Ogni parola che sapevo”, edito da Mondadori e nelle librerie dal 21 Gennaio. L’ha scritto il collega Andrea Vianello, ex direttore di Rai3 e noto al pubblico per aver condotto, dal 2004 al 2010, la trasmissione televisiva Mi manda Rai3, oltre ad Agorà, Enigma, La strada della verità, il TG2 e infine Rabona nel 2018, trasmissione che ha condotto fino a poco prima che avvenisse il suo dramma, raccontato con umanità e lucidità, tanto da farti sentire dentro la carne e nella profondità dell’anima le sue emozioni.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -