Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Globalizzazione  
Studio europeo: la responsabilita' negli incidenti stradali con le vetture a guida autonoma

Studio europeo: la responsabilita' negli incidenti stradali con le vetture a guida autonoma
Autore: Redazione Attualita'
Data: 04/07/2016

Commissionato dal dipartimento tematico del Parlamento Europeo per i diritti dei cittadini e affari costituzionali, su richiesta della commissione JURI, questo studio fornisce un'analisi del potenziale impatto giuridico dell'introduzione di veicoli collegati e autonomi, sulle norme di legge e per determinare la giurisdizione internazionale privata e applicabile negli Stati membri dell'Unione europea in caso di un incidente stradale transfrontaliero.

Dall'analisi, scatirusce una serie di raccomandazioni per migliorare il quadro giuridico. In linea con le recenti tendenze del diritto dell'Unione verso una maggiore protezione per le vittime e dato che il risultato relativo alle responsabilità rischia di guadagnare più importanza nel territorio europeo, lo studio suggerisce l'introduzione di un obbligo per i produttori di automobili al contratto di assicurazione che copre la responsabilità verso le vittime di incidenti stradali ; la possibilità di un ricorso diretto contro l'assicuratore  e la creazione di un forum presso il domicilio della vittima per i crediti nei confronti di costruttori di automobili che utilizzano le nuove tecnologie.

Al fine di aumentare la certezza del diritto, lo studio raccomanda di ridefinire i rispettivi ambiti di applicazione dei due sistemi di diritto internazionale privato attualmente coesistente nella UE per determinare la legge applicabile (regolamento Roma II e il 1971 e il 1973 Convenzioni dell'Aja), e applicare Roma II nei casi in cui sia l'attore e il convenuto sono domiciliati negli Stati membri dell'UE. Infine, le tecnologie autonome possono aumentare la difficoltà di avviare azioni di responsabilità extra-contrattuali quindi lo studio propone che i termini di prescrizione essere estesi a livello di diritto sostanziale o che un meccanismo di collegamento cumulativo di introdurre a livello internazionale privato a beneficio delle vittime.

********

Commissioned by the European Parliament’s Policy Department for Citizens’ Rights and Constitutional Affairs at the request of the JURI committee, this study provides an analysis of the potential legal impact of the introduction of connected and autonomous vehicles on rules of private international law determining jurisdiction and applicable law in the EU Member States in the event of a cross-border traffic accident.

Following a case-studies approach, it makes a number of recommendations to improve the legal framework. In line with recent EU law trends towards enhanced protection for the victims and given that products liability is likely to gain more importance in the area, the study suggests the introduction of a duty for car manufacturers to contract liability insurance covering traffic accidents victims; the possibility of a direct action against a manufacturer’s liability insurer and the establishment of a forum at the domicile of the victim for claims against manufacturers of cars using new technologies. In order to increase legal certainty, the study recommends to redefine the respective scopes of application of the two systems of private international law currently coexisting in the EU to determine the law applicable (the Rome II Regulation and the 1971 and 1973 Hague Conventions), and to apply Rome II in cases in which both the claimant and the defendant are domiciled in EU Member States.

Finally, autonomous technologies may increase the difficulty to initiate extra-contractual liability claims therefore the study proposes that limitation periods be extended at the substantive law level or that a cumulative connecting mechanism be introduced at private international level for the benefit of the victims.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 26/02/2020 07:59:16

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Globalizzazione

Autore: Redazione Scientifica
Data: 27/06/2019
Onesta': uno studio svela quanto lo siamo

L’onestà è stata molto studiata da psicologi ed economisti, ma raramente nella vita reale, e mai in 40 Paesi tutti insieme.

Leggi l'articolo

Autore: Remy Demichelis - Redazione Attualita'
Data: 31/05/2019
Ricchezza e competenza non vanno sempre a braccetto

Per sembrare competente quando non lo sei, ci vuole un sacco di coraggio. E per avere quel coraggio, l'appartenenza a una classe benestante può aiutare?

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 29/05/2019
Stati Uniti d'Europa: il caso Huawei

L'Unione fa la forza. E' un antico proverbio comprensibile a tutti, lapalissiano, diremmo. Quanto più un gruppo è compatto tanto più si riescono ad ottenere risultati.

Leggi l'articolo

Autore: Cav. Dott. Claudio S. Martinotti Doria
Data: 17/01/2017
Dietro il grande esperimento di lotta al contante in India ci sono gli USA

Come recitava un diffuso detto popolare “il diavolo fa le pentole ma non i coperchi”, qualche errore lo si commette sempre, soprattutto quando si ha la supponenza di pretendere di prevedere le reazioni di esperimenti così cruenti e su una popolazione particolare, eterogenea e numerosa come quella indiana

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -