Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Parlamento Europeo: i costi del sistema bancario - Italiano/Inglese

Parlamento Europeo: i costi del sistema bancario - Italiano/Inglese
Autore: Redazione Economia
Data: 28/07/2016

I requisiti patrimoniali e di liquidità sono messi a disposizioni per rendere più sicura l'attività bancaria attraverso misure per coprire le perdite inattese di un'azienda, nonché per finanziare le proprie attività in corso. La vigilanza degli istituti finanziari è confrontata con gli standard internazionali (Basilea III), fissati dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria (CBVB).

Queste disposizioni non vincolanti sono trasposte in norme UE attraverso la direttiva sui requisiti patrimoniali e il regolamento (CRD-IV / CRR - il 'pacchetto CRD-IV'). I dati attuali suggeriscono un limitato impatto negativo complessivo di un aumento dei requisiti patrimoniali sui prestiti bancari. Considerando i benefici a lungo termine, un aumento adeguato dei requisiti patrimoniali sembra essere positivo.

Allo stesso modo, a livello internazionale, il Financial Stability Board (FSB) ha sviluppato alcuni standard di risoluzione per tutte le banche e di rilevanza sistemica (G-SIB), che richiedono livelli di garanzia ancora più elevati.

Conosciuto come totale perdita di capacità di assorbimento (TLAC), questo entrerà in vigore dopo il 2019. In parallelo, il meccanismo  dell'Unione bancaria UE (SRM) sta ultimando le proprie regole al fine di assorbire le perdite: requisito minimo per i fondi propri e le passività ammissibili ( MREL), che sono richiesti dalla direttiva bancaria (BRRD) sono gli sforzi per allineare tali disposizioni e per ridurre la complessità per il settore bancario.

Allo stesso tempo, in considerazione dell'alto rischio politico all'interno della zona euro e ai tassi di interesse  ultra-bassi e senza precedenti, le sfide rimangono. Questi includono il rischio della perdita di sovranità, la fornitura di aiuti di Stato alle banche e la prossima revisione del pacchetto CRD-IV, comprese le proposte di standardizzare i modelli per le attività ponderate per il rischio.

********

Capital and liquidity requirements are provisions to make banking activities safer through measures to cover a firm’s unexpected losses as well as to fund its ongoing activities. The supervision of financial institutions is benchmarked against international standards (Basel III), set by the Basel Committee on Banking Supervision (BCBS). These non-binding provisions are transposed into EU norms through the Capital Requirements Directive and Regulation (CRD-IV/CRR – the ‘CRD-IV package’). Current data suggest a limited overall negative impact of increased capital requirements on bank lending.

Considering the long-term benefits, an appropriate increase in capital requirements appears to be positive. Equally, at international level, the Financial Stability Board (FSB) has developed resolution standards for globally systemically important banks (G-SIBs), requiring even higher buffers. Known as Total Loss Absorption Capacity (TLAC), this will enter into force after 2019.

In parallel, the EU Banking Union's single resolution mechanism (SRM) is currently finalising its own loss-absorption rules: minimum requirement for own funds and eligible liabilities (MREL), which are required by the Bank Recovery and Resolution Directive (BRRD). The European Commission is currently making efforts to align these different provisions and to reduce the complexity for the banking sector. At the same time, with remaining high political risk within the euro area and unparalleled ultra-low interest rates, challenges remain.

These include sovereign risk, the provision of state aid to banks and the upcoming revision of the CRD-IV package, including proposals to standardise models for risk-weighted assets.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/11/2021 05:41:28

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -