Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Varese: imprenditore di 97 anni muore e lascia 7 milioni di euro per i bimbi malati

Varese: imprenditore di 97 anni muore e lascia 7 milioni di euro per i bimbi malati
Autore: Anna Lisa Minutillo - Redazione Attualita'
Data: 05/10/2016 07:53:02

Una storia che profuma di buono e che forse serve a dare una visione un po’ differente dalla solita realtà che siamo in qualche modo abituati a vivere e nostro malgrado il più delle volte.

La conclusione di un’esistenza in modo degno , ricordandosi delle persone più deboli ed indifese che oltretutto devono fare anche i conti con la malattia.
Qualcosa che aiuta a non vedere le persone solo come dei manichini egoisti e spocchiosi che fanno dell’arrivismo e dell’indifferenza il loro baluardo di vita.

Bello vedere che non vale per tutti, bello vedere e sapere che molti bimbi potranno finalmente avere una vita senza grandi preoccupazioni, bello che questi eventi non vengano distrattamente ignorati.

Accade nella provincia di Varese , dove a Gennaio muore Renato Giuliani un imprenditore di 97 anni . Si scopre il tutto solo ora che le volontà espresse nel testamento si sono potute realizzare . Quasi tutto il suo patrimonio che ammonta a 7 milioni di euro viene lasciato in beneficienza a differenti associazioni dislocate sul territorio. In particolare 784mila euro per progetti a favore dei bambini ricoverati all’ospedale materno-infantile Del Ponte di Varese. I fondi sono stati devoluti alla fondazione Ponte del Sorriso e verranno utilizzati per completare una struttura residenziale che accoglierà le famiglie dei piccoli pazienti. Un gesto che ha commosso profondamente tutta la fondazione Il Ponte del Sorriso. Giuliani era nato a Milano e per anni ha svolto il suo lavoro nell’azienda di famiglia, la Ficep Spa, che ha 500 dipendenti e produce macchine utensili progettate e sviluppate dallo stesso Giuliani .

Il nipote, Alessandro Bernardini, si dice convinto che il gesto compiuto da suo zio potrebbe essere un esempio anche per altri. L’imprenditore scomparso ha dedicato la sua vita al lavoro, ritirandosi dall’attività una ventina di anni fa. Alcuni mesi prima di morire, ha fatto questa scelta dedicandosi prima ad un’attenta valutazione degli enti che ne avrebbero beneficiato premiando quelli da lui ritenuti più meritevoli.

E’ vero , si potrebbe prendere questo esempio, magari anche senza dover arrivare alla morte , e donando anche se non somme così ingenti ma ciò che si può da parte di chi è benestante, si potrebbe fare molto soprattutto in ambienti dove regna solo l’ostentazione per cose effimere destinate ad annoiare chi le possiede dopo pochissimo tempo e raccontandosi una vita che forse poi così bella da vivere non è.
Si potrebbe avere un mondo migliore , in questo caso non vi erano figli e Giuliani era vedovo quindi forse è stato più semplice prendere una decisione di questo tipo , una decisione che donerà almeno un sorriso in mezzo alla sofferenza che troppo spesso alberga in contesti dove la malattia crea solo allontanamenti e senso di abbandono e frustrazione.

Abbiamo bisogno di parentesi positive , da non strumentalizzare ma da usare solo per quello che sono , gesti che rendono migliori anche chi non li vive direttamente accendendo ancora la speranza nel mondo.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/11/2019 10:37:09

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Redazione Attualit?
Data: 15/11/2019 07:49:59
Bruciare calorie guardando le serie tv? Si può fare!

Anche per gli irriducibili della palestra ci sono i giorni “no”, quelli in cui l’ozio prende il sopravvento e l’unica cosa che si desidera è stendersi sul divano...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 10/11/2019 06:01:23
Orgogliosamente Single: il 55% non cerca l'anima gemella

Si avvicina a grandi passi l’11 novembre, la Giornata Mondiale dei Single “ereditata” dalla tradizione cinese per il giorno più solitario dell’anno, quello interamente composto dal numero 1 (11.11). 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 09/11/2019 06:54:57
Alessandro Barbero: 'Italia piena di fascisti in fondo al cuore'

“La ghigliottina? Certa gente oggi se la meriterebbe. In un mondo così schifoso ci vorrebbe una rivoluzione. Gli italiani non sono capaci di fare una rivoluzione. Noi buoni immigrati ma per i wasp americani eravamo selvaggi e feroci accoltellatori”

 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 05/11/2019 06:45:04
Acqua, rifiuti, trasporto locale e nidi comunali: arriva l'assistente virtuale

Al via un nuovo servizio di tutela di Cittadinanzattiva sui Servizi pubblici locali (acqua, rifiuti, trasporto pubblico locale, asili nido comunali), realizzato nell’ambito del progetto Consapevolmente consumatore, ugualmente cittadin

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -