Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Imprese italiane e sistema giudiziario USA: come penalizzare il sogno americano

Imprese italiane e sistema giudiziario USA: come penalizzare il sogno americano
Autore: Alessandro Conte - Redazione Economia
Data: 24/02/2017

LA POCA CONOSCENZA DEL SISTEMA GIUDIZIARIO STATUNITENSE PUÒ PENALIZZARE IL SOGNO AMERICANO DELLE IMPRESE ITALIANE

Gli Stati Uniti rappresentano un importante sbocco per gli investimenti delle aziende italiane ma ben 8 imprenditori su 10 non conoscono fino in fondo il sistema della giustizia civile americana. Il rischio più grande? Affrontare le controversie che possono nascere nel contesto di un rapporto commerciale 

 

Gli Stati Uniti rappresentano uno dei mercati più attrattivi per i capitali delle aziende di tutto il mondo e storicamente occupano una posizione di leadership per i nuovi investimenti delle imprese. Secondo ben 7 imprenditori italiani su 10 infatti (72%)* il mercato statunitense è il migliore dove investire i propri capitali. Le motivazioni principali? Può contare su un’economia solida e in continua espansione (62%), su un sistema fiscale certo e trasparente (58%) e su una tassazione vantaggiosa (55%). Tuttavia, ben 8 imprenditori su 10 (81%) dichiarano di non essere sufficientemente preparati ad affrontare l’eventuale insorgere di una controversia con un partner commerciale nel contesto del sistema giudiziale americano. K&L Gates, con il suo network globale di 46 uffici, di cui 25 sul territorio americano, vantando più di 900 professionisti nel mondo, e circa 600 negli U.S.A., che concentrano la loro pratica in materia di risoluzione delle controversie commerciali, fornisce una competente ed esaustiva assistenza alle aziende nella fase pre-contenziosa per agevolare i tentativi di addivenire ad una risoluzione conciliativa della disputa e ancora più nella fase giudiziale.

 

Il diritto americano, derivante dal Common Law anglosassone e soggetto a due livelli di regolamentazione, federale e statale, differisce sostanzialmente dal diritto italiano. Tale peculiarità rende necessaria una approfondita familiarità con le più chiare e spinose dissomiglianze: fasi, durata, costi, valore della prova e obblighi di fornirla. Non solo, differente è anche la metodologia di dibattimento: mentre il processo negli USA è principalmente svolto in forma orale, in Italia le parti si scambiano le loro memorie prevalentemente in forma scritta.

Comprendere queste differenze significa, per un’azienda italiana, potersi orientare in un Paese diverso da quello di appartenenza non solo a livello di business ma anche nel panorama legale. Ritardi di consegna, difetti di prodotto, violazione degli accordi di esclusiva sono solo alcune delle motivazioni che possono far nascere delle controversie per un’azienda italiana che opera negli Stati Uniti.

 

 Si possono prevenire? Lo studio legale internazionale K&L Gates ha promosso, con il patrocinio della American Chamber of Commerce in Italy, una discussione interattiva e comparativa, per far luce su alcune fra le più significative differenze tra il processo civile statunitense e quello italiano.

 

“E’ fondamentale non sottovalutare le conseguenze di un’eventuale citazione in un giudizio americano, così come non cadere nell’errore che un procedimento giudiziale in quel Paese possa comportare effetti analoghi a quelli di un procedimento domestico – afferma Giampaolo Salsi, administrative partner dello studio legale K&L Gates Milano – Condotte apparentemente innocue quali, accettare la notificazione di una citazione in giudizio, comunicare con terzi circa i contenuti della controversia, cancellare o distruggere documenti cartacei o in formato elettronico attinenti al merito della controversia, possono determinare conseguenze irreparabili. Sembra banale sottolinearlo, ma nella pratica non è così scontato: è essenziale sottoporre tempestivamente - ove possibile, non appena si manifestino i primi sintomi di una potenziale controversia con controparti americane o, comunque, che presenti punti di collegamento con quella giurisdizione - la questione e farsi assistere da legali americani.”

 

*Fonte: survey K&L Gates Legal Observatory su 150 imprenditori italiani  

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 01/12/2021 12:14:27

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -