Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Gli italiani sognano il ritorno di Hitler...

Gli italiani sognano il ritorno di Hitler...
Autore: Lucio Giordano - Redazione Politica
Data: 26/02/2017 07:59:39

Povero Matteo Salvini: non ne indovina più una. Il leader della Lega nord strepita sui magrebini che hanno violentato un paio di settimane fa una quindicenne su un treno locale, in Lombardia.’ Ci vuole la castrazione chimica’ , esclama. Peccato che l’adolescente si sia inventato tutto.

Dei violentatori nordafricani, nemmeno l’ombra.

Sulla  Tirrenia, da Napoli e Cagliari,  pare che il 20 febbraio scorso una cinquantina di algerini abbiano messo a ferro e fuoco la nave, scatenando l’inferno. Sono ancora in corso gli accertamenti , ma pare che al massimo si sia trattato di un fuocherello di paglia. Salvini però alza la voce e twitta: “TUTTI A CASA sul primo BARCONE!”.

Ciliegina sulla torta, due dipendenti di un supermercato, a Follonica, chiudono in gabbia due zingare pizzicate a rovistare tra i cassonetti del grande magazzino e riprendono la scena. Vengono sospesi dalla ditta. Salvini si erge ancora una volta a paladino degli italiani: ” Sto dalla parte dei dipendenti”, dimenticando che tenere in ostaggio delle persone è un reato penale,  e di quelli gravi.

Insomma, tre scivolose bucce di banana in pochi giorni, per il leader xenofobo della Lega Nord. Pazienza. In fondo, vada come vada, il compito di Salvini e dell’estrema destra italiana è esattamente quello: aizzare la pancia  ignorante del Paese. Obiettivo raggiunto. Del resto  il disegno è chiaro a tutti. L’oligarchia finanziaria,  in seria difficoltà strategica, non si fida più  della  destra che si è mossa in questi anni  sotto le mentite spoglie del centrosinistra: Hollande, Hillary Clinton, Renzi, Blair. No, non funzionano più, il gioco è scopertissimo.  E cosi il Capitale, per cautelare i propri interessi, ha deciso di tornare  indietro di cento anni, puntando di nuovo sull’estrema destra populista e reazionaria, Proprio  come ai tempi del nazifascismo.
Trump.

Basta e avanza come esempio. E’ lui il più importante braccio armato della finanza , delle multinazionali, del mondo delle banche. Di lui si fidano, come si fidavano di Mussolini e Hitler. Il trucco è semplicissimo, grazie a tutti i jobs act del mondo, a salari da schiavi, a continue iniezioni di profughi e migranti da spargere per il pianeta, alimentando l’esasperazione della gente e amplificando una guerra tra poveri di cui non se ne sente il bisogno. Perchè se guerra ci deve proprio essere ,dovrebbe riguardare l’1 per cento dei ricchi del pianeta contro il resto del mondo.
Ma come farlo capire alla pancia ignorante e rabbiosa di nazioni che vivono, come un incubo, disoccupazione, zero welfare e mancanza di certezza nel futuro? Servono appunto   provocatori addestrati a questo,  che creino un corto circuito. Per il mondo ce ne sono di bravissimi. Si mascherano da nazionalisti, nei fatti sono  invece degli incendiari a libro paga della finanza internazionale. Innescano la scintilla e il resto viene di conseguenza. Fateci caso: da qualche anno la puzza di bruciato  è diventata  aspra.

Poi, leggere i commenti beceri, xenofobi, discriminatori di italiani politicamente scorretti, stupidi cattivisti un tanto al chilo,  è  stato davvero disarmante. C’è chi nei confronti delle due rom, è arrivato ad invocare addirittura i forni crematori. Auschwitz, Buchenwald, Dachau. Semplicemente disumano. Tutto molto scontato. Noiosamente scontato. 

Per capirlo basta rileggere Bertold Brecht, nella sua famosa poesia ispirata al sermone del pastore protestante Martin Niemöller sull’inattività degli intellettuali tedeschi in seguito all’ascesa al potere dei nazisti : “Prima di tutto vennero a prendere gli zingari, e fui contento, perché rubacchiavano. Poi vennero a prendere gli ebrei, e stetti zitto, perché mi stavano antipatici. Poi vennero a prendere gli omosessuali, e fui sollevato, perché mi erano fastidiosi. Poi vennero a prendere i comunisti, e io non dissi niente, perché non ero comunista. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”.

Ecco, stiamo esattamente  rivivendo quei tempi cupi. Bestiali. E in molti non se ne rendono ancora conto. Fanno fatica a collegare i pochi neuroni del cervello e scalpitano davanti allo schermo, utili e involontari idioti. Perchè i  leoni da testiera dimenticano che la follia nazifascista portò alla morte di 72 milioni di persone.Ripeto, 72 milioni di vittime della seconda guerra mondiale.  La terza, tranquilli,  è dietro l’angolo. Donald Trump  ha appena dichiarato di voler potenziare l’arsenale nucleare degli Stati Uniti “per renderlo superiore a quello degli altri Paesi”. L’unica speranza è che l’oligarchia finanziaria mostri ancora una volta tutta la propria incapacità, almeno pari al cinismo che ha messo in campo in questo trentennio da dimenticare. Nel frattempo, c’è da restare vigili. I viva Hitler crescono e, non a caso, il mein kampf è tornato ad essere il libro più venduto in Germania. Con questi fantasmi maligni che si aggirano per il pianeta, in molti stanno già gridando: fermate il mondo, voglio scendere. Come dare loro torto?

Lucio Giordano


L'articolo ha ricevuto 592 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 20/09/2019 10:28:33

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Lucaa del Negro - Redazione Politica
Data: 20/09/2019 06:52:34
L'analisi (pseudo)politica che ti aspettavi ma che fai fatica a comprendere

Comunisti, fascisti, Democristiani, Zoroastrani, Juventini... vanno tutti bene (e male) ma politica... niente. “I valori dell'Europa Cattolica!” si sente risuonare dagli studi e dai palchi: Lutero? Non pervenuto.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 18/09/2019 06:59:32
Francesco Boccia: 'Non capisco la scissione di Renzi'

"Non capisco il senso di questa scissione. Non so se il gruppo di Renzi nasce per una questione di bilanciamento di poteri"...

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 15/09/2019 07:34:56
 Maurizio Landini: 'Incidenti sul lavoro: siamo di fronte a una strage'

“Siamo di fronte ad una strage, siamo ad una media di circa tre morti al giorno”.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Politica
Data: 12/09/2019 06:20:01
Abbandono scolastico: un problema da risolvere urgentemente

Nel 2018, 600mila ragazzi in fuga dalla scuola. L’Organizzazione SOS Villaggi dei Bambini ogni anno sostiene la formazione per centinaia di bambini e ragazzi privi di cure familiari, prevenendo la dispersione scolastica.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -