Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Teatro  
Carrozzerie n.o.t. - ALKESTIS 2.1 - scritto e diretto da Johannes Bramante

Carrozzerie n.o.t. - ALKESTIS 2.1 - scritto e diretto da Johannes Bramante
Autore: Maya Amenduni - Redazione Cultura
Data: 05/03/2017 08:25:47

16 | 17 | 18 marzo 2017

Compagnia Coturno 15 presenta
ALKESTIS 2.1
scritto e diretto da Johannes Bramante

Con Lucia Bianchi, Alessandro Lussiana, Francesca Accardi

Luci Mauro Buoninfante

Debutterà in prima nazionale a Carrozzerie n.o.t. – dal 16 al 18 marzo 2017 - ALKESTIS 2.1 scritto e diretto da Johannes Bramante. Protagonisti: Lucia Bianchi, Alessandro Lussiana, Francesca Accardi. Uno spettacolo che si ispira ad un mito che nella sua eternità resta vivo in noi. Un testo ambientato ai giorni nostri, in cui la dimensione tragica e mitologica è interiore ai protagonisti, i quali dimostrano come l’universalità del mito sia insita nell’uomo.

 

Un fotografo e una giovane modella. Lui tormentato da una vita senza grandi successi, lei al limite estremo dell'ultima speranza. L'incontro non è dei più felici, la rassegnazione del primo e la poca esperienza della seconda non sembrano inizialmente favorire una feconda collaborazione.

 

Soltanto un gesto estremo e umiliante da parte di lei convincerà, alla fine del loro primo incontro, il fotografo a tentare qualche scatto. Il successo è immediato. Tuttavia come si presentano i primi traguardi, che i due taglieranno con facilità, così si presenta nella mente del fotografo una vecchia idea, un demone nascosto da anni di insuccessi: è la fotografia perfetta, quello scatto che trascenderà le copertine dei giornali e regalerà, a chi l'ha fatto, la gloria del grande artista. Il fantasma dell' ipotetica fotografia è seducente.  Molto.  Troppo.  Con il passare degli shooting fotografici, il corpo e la mente della giovane ambiziosa diventano per l'artista ossessivo sempre più una materia da modificare; carne e forma, nulla di più, nulla di meno. E lei accetta.

È la fame di fama, l'immediato e volubile potere del denaro a facilitare alla ragazza un'umiliazione della propria persona a favore della gloria della fotografia, di se stessa. Gli scatti diventano torture. I corpi meri mezzi per uno scopo virtuale. Le parole si fanno più rade. Parla il flsh della macchina fotografica. Agisce il bisturi. Si consumano in una simbiosi malvoluta i due cercatori di fama. La mortificazione dei loro corpi soltanto alla fine si risolverà in una visione più profonda della loro condizione eternamente umana, eternamente anelante, ma sarà troppo tardi e il prezzo sarà già pagato. Non è con occhi umani che si può contemplare il proprio trasumanare.

 

Note di regia

Lo conosciamo, il mito. Quello della pia donna d'un remotissimo non-tempo che, per strappare il pusillanime coniuge da morte certa, si sacrifica al posto del marito. Conosciamo la tragedia. Conosciamo la commedia. Conosciamo il dibattito sulla tragedia che-non-è-una-tragedia. Insomma, conosciamo Alcesti. L'abbiamo incontrata tra i banchi d'un liceo, nel polverone d'un teatro all'aperto, nelle riflessioni di qualche filosofo nichilista. Ne conosciamo anche un altro, di mito. Siamo stati tutti sedotti dai pochi versi che Ovidio dedica alla bramosia d'amore – o d'amor di se, chi lo sa! - del giovane artista Pigmalione. L'abbiamo anche invidiato un pochino, lui che con tecnica e martello si costruisce la donna ideale e che resterà vinto dal fascino della sua stessa creazione. Questo Dorian Grey altruista della Grecia antica! Sì, in una sempre più sbiadita memoria collettiva d'un occidente colto e appassionato queste figure esistono. Vagano. Afferrano.

Ogni tanto si smarriscono. Ma sempre tornano. E allora – nella tragica comicità del quotidiano – si compone la mirabile visione: personaggi e situazioni senza apparente incisività risvegliano il Mito dal suo torpore secolare. Ci troviamo nello studio di un fotografo, condannato dalla sua ambizione a una ricerca del bello e del vero solo a servizio del proprio piacere. Vediamo allora proporsi come modella una delle – tante, tantissime, infinite – fanciulle alla ricerca del sacrificio che le immolerà all'eterna bellezza sulla copertina d'un giornale. Il patto è già fatto prima che i due pallidi riflessi dei rispettivi miti suggellino qualsiasi carta. Il Fotografo-Pigmalione opererà sulla Modella-Alcesti con minuzia chirurgica per ottenere il suo premio: la fotografi perfetta, il dono degli dei che lo renderà mito immortale.

D'altro canto la Modella-Alcesti lascerà frugare il proprio corpo dal Fotografo-Pigmalione per divenire la donna velata che sfida – e vince! - la morte di un corpo corruttibile per restare, velata dal proprio giovane e seducente ritratto, impressa nella memoria degli altri, poveri mortali. I personaggi non cercano il mito, è il mito a trovare i personaggi. Nel corso di un anno, a cominciare dai primi brevi e intensi incontri fio a perdersi nel vortice d'una mendace gloria, il fotografo e la modella si sfidano a vicenda. Si studiano. Si torturano.

Di carne fanno marmo. Di ambizione fanno religiosa visione. Tormentati entrambi da quella “Fotografi di Alcesti” che vive soltanto nella mente del fotografo e nella speranza della modella finiranno per giungere a una conclusione molto più tremenda di qualsiasi bramosia di fama. Tremenda perché inconciliabile con qualsiasi piano o strategia elaborata da mente umana. Incontreranno, senza volerlo, una visione eterna della bellezza, un senso reale e pacifico della loro piccola esistenza quotidiana; la incontreranno però dopo aver versato sangue a favore delle Divinità del Successo e del Danaro, dopo aver modificato e mortificato violentemente il proprio corpo e il proprio cuore.

E allora, senza saperlo, saranno diventati miti. Così come tutti noi da sempre non siamo altro che il pallido riflesso di una storia già raccontata migliaia di anni fa.

Johannes Bramante

 

Carrozzerie n.o.t
Via Panfilo Castaldi 28/a (Ponte Testaccio)

(+39) 347 189 1714 | www.carrozzerienot.com | carrozzerienot@gmail.com

Orario spettacoli: ore 21,00

Biglietti: intero: 12 Euro - Tessera Obbligatoria 3 Euro

Consigliata Prenotazione Telefonica - Ingresso Riservato ai Soci

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 17/11/2019 11:35:54

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Teatro

Autore: Gaspare Urso - Redazione Cultura
Data: 17/11/2019 06:29:23
Siracusa, Palazzo Greco: Ferruccio Soleri incontra il pubblico - 21 Novembre 2019

Ferruccio Soleri incontrerà il pubblico, giovedì 21 novembre, alle 18,30, nel Salone Amorelli di Palazzo Greco, in corso Matteotti. 

Leggi l'articolo

Autore: Lorenzo Vincenti - Redazione Cultura
Data: 15/11/2019 06:29:23
Roma, i Weekend della MIC - Apertura serale dei Musei Capitolini con il Teatro di Roma

Performances, coreografie, letture, videoinstallazioni dialogano con le opere dei Musei Capitolini per un avvenimento unico con alcuni degli artisti di Oceano Indiano,

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cutlura
Data: 14/11/2019 07:54:56
Milano 'Corpi sul palco' - due serate di performance al Teatro Linguaggicreativi

La performance artistica ha una storia parallela a quella del teatro, di cui condivide le origini, almeno da quando Antonin Artaud ne individua una comune radice antropologica.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 13/11/2019 06:26:42
Roma, Teatro Sala Umberto - Misery - 19 Novembre/1 Dicembre 2019

Quando il romanzo Misery di Stephen King fu pubblicato nel 1987, balzò subito all’attenzione dei moltissimi fan del Re del thriller e vinse il premio Bram Stoker.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -