Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Draghi regala 234 miliardi di euro alle banche europee: rischio iperinflazione

Draghi regala 234 miliardi di euro alle banche europee: rischio iperinflazione
Autore: Claudio S. Martinotti Doria - Redazione Economia
Data: 29/03/2017

Il sistema oligarchico, che regge le sorti del pianeta, in particolare nel mondo occidentale che con il dollaro (seguito dall’euro) domina ancora la finanza, continua a dare un “calcio al barattolo”, cioè a guadagnare tempo producendo tramite le banche centrali denaro creato dal nulla e distribuito alle banche private, che a loro volta lo daranno al loro entourage, agli amici degli amici, cioè a quelli più vicini alla “stampante monetaria”.

Denaro non supportato dall’economia reale, quindi fittizio, che dovrà essere rimborsato dal lavoro produttivo che dovrà ancora essere svolto e dagli improbabili consumi. Il problema consiste infatti in questo, il trucco sta tutto qui, queste elargizioni servono per schiavizzare chi lavora veramente e seriamente, chi rischia in prima persona con le proprie risorse, che confluiranno nel sistema bancario truffaldino e criminale messo in piedi da alcuni secoli e perfezionato negli ultimi decenni, in particolare da quando hanno completamente eliminato il gold standard ed aumentato la pressione fiscale.

E’ la solita perversa formula dell’incamerare i profitti e socializzare le perdite, del rischiare coi soldi degli altri, del far pagare i danni alla collettività tramite ulteriori tassazioni, dell’impunità garantita agli oligarchi e finanzieri che non pagheranno mai per le loro furfanterie ed incompetenze. 

Basterebbe eliminare la riserva frazionaria ed imporre alle banche di rischiare solo con il denaro effettivamente disponibile e concesso consapevolmente dai propri clienti per effettuare investimenti (e non semplicemente depositato), basterebbe prevedere il carcere effettivo per ogni banchiere e finanziere che viola la legge e commette abusi, basterebbe condonare una porzione significativa dei debiti accumulati dagli stati e dai privati (se lo avessero fatto con la Grecia sarebbe stato decisamente meglio) ed ogni problema si risolverebbe.

Ma finché la gente sarà tenuta all’oscuro di come funziona il sistema monetario e finanziario, finché il popolo sarà ignorante, il sistema si protrarrà e l’oligarchia ne gioverà, finché non avverrà un collasso provocato da eventi imprevedibili ed incontrollabili, un “battito d’ali di una farfalla” che provocherà una tempesta finanziaria. A quel punto la stampante monetaria non risolverà il problema, avendolo causato, e con il denaro di carta potranno tappezzare le pareti degli uffici e con quello virtuale potranno giocare al poker online...




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/02/2021 12:27:37

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -