Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Cuneo fiscale: secondo la Corte dei Conti e' di 10 punti oltre la media UE

Cuneo fiscale: secondo la Corte dei Conti e' di 10 punti oltre la media UE
Autore: Chiara Farigu - Redazione Economia
Data: 07/04/2017

Altri dati impietosi giungono a ricordarci quanto l’Italia non solo arranchi ma sia inesorabilmente posizionata in fondo alla graduatoria degli altri Paesi europei.

Stavolta a fornirli è la Corte dei Conti nel Rapporto 2017 sul coordinamento della finanza pubblica relativa ai “limiti e dispersioni del sistema fiscale italiano”. Il cuneo fiscale (cioè quell’insieme di imposte e altri oneri che si si vanno ad “incunerare” sul costo del lavoro che determinano la differenza tra quanto costa, al lordo, un dipendente all’azienda/impresa e quanto lo stesso incassa, al netto, in busta paga), sostengono i magistrati contabili, è ben 10 punti più alto rispetto a quanto viene rilevato nel resto d’Europa.

L’Italia, ancora una volta fanalino di coda, nonostante quella piccolissima percentuale col segno più certificata dall’Istat su un lento ma visibile segnale di crescita. Il fatto è, rimarca la Corte, che il fisco incide ancora e troppo pesantemente sui costi del lavoro che di fatto, al netto, le contribuzioni vengono alleggerite di circa la metà. Il 49% viene infatti prelevato per “contributi e imposte” a vario titolo.

E anche per le piccole-medie imprese la situazione non è affatto rosea: il peso fiscale incide del 25% in più rispetto alle concorrenti europee.

Il rapporto, oltre i dati, suggerisce una netta riduzione della pressione fiscale poiché “un’esposizione tributaria tanta marcata non aiuta il contrasto all’economia sommersa e la lotta all’evasione”.

La via consigliata per uscirne è sempre la stessa: riforme strutturali per sostenere la crescita e migliorare le condizioni di sostenibilità della finanza pubblica. Una via impervia per l’Italia, oltre che lunga,  se si considera il livello del debito pubblico, anche questo più elevato rispetto agli altri Paesi europei.

Insomma un cane che si morde la coda se non si interviene per diminuire i costi di Irpef e Irap, le due voci che maggiormente incidono sui costi del lavoro.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/02/2021 07:57:13

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -