Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Politica Italiana  
Referendum in Veneto, Zaia: se affluenza sara' alta riusciremo a fare maggiore pressione su Roma

Referendum in Veneto, Zaia: se affluenza sara' alta riusciremo a fare maggiore pressione su Roma
Autore: Ramella Nicol - Redazione Politica
Data: 05/10/2017 06:33:26

“Potremmo dire che la piazza catalana sta alla questione catalana come l’affluenza al referendum veneto sta alla questione veneta. Nel senso che più pesante sarà l’affluenza più pressione riusciamo a fare su Roma per avere queste competenze che potremmo avere avuto da 16 anni ma mai nessuna regione ha avuto”.

Così Luca Zaia, presidente della Regione Veneto, intervenuto a 24 Mattino su Radio 24 ha risposto alla domanda sul parallelo tra il referendum veneto di domenica 22 ottobre e quello catalano. Alla domanda di Luca Telese se alla fine di questo percorso ci sarà la secessione del Veneto, Zaia ha risposto su Radio 24: “il federalismo è centripeto, cioè unisce il paese, il centralismo è centrifugo, disgrega. Tutti questi movimenti, come quelli del Veneto e della Lombardia, portano in evidenza uno stato di disagio. Il nostro referendum sull’autonomia del Veneto è assolutamente in linea con la Costituzione, non chiediamo nulla che non sia previsto dalla Costituzione. Ci sono 23 materie delegabili alla regione e il referendum lo si fa per questo”. Tra le 23 possibili materie sulle quali le regioni possono chiedere maggiore autonomia,

Luca Zaia specifica “noi le chiediamo tutte dalla prima all’ultima”. E poi fa alcuni esempi come i rapporti comunitarie e la scuola. Alla domanda se nella scuola veneta introdurrebbe la lingua veneta come obbligatoria, così come è stato per la Catalogna, Zaia ha risposto: “l’introduzione dell’obbligatorietà ha un percorso, in Catalogna sono arrivati al bilinguismo dopo un percorso, ma in tutta sincerità non è questo il problema. Non voglio ridurre la partita dell’autonomia alla polemichetta sulla lingua veneta. In Veneto 7 persone su 10 parlano e pensano in lingua veneta”.

Infine il presidente del Veneto ha poi così risposto alle critiche al referendum sollevate da Giorgia Meloni: “Io sono un pragmatico come tutti i veneti. Giorgia Meloni ha detto i referendum non mi appassionano, e ci può stare. Nel momento in cui dici che i referendum sono illegali o inutili vuol dire di fatto che disconosci la Costituzione italiana visto e considerato che questi referendum non solo sono rispettosi della Costituzione ma nel caso del Veneto si va a votare perché la Corte Costituzionale dà ragione con una sentenza al Veneto. La Corte dice che i veneti hanno ragione, è un diritto per loro andare a votare”. 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 11/11/2019 18:31:17

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Politica Italiana

Autore: Redazione Politica
Data: 11/11/2019 06:57:39
Italia: aumenta il consumo di droghe

''Vedo che l'utilizzo degli stupefacenti sta crescendo in modo esponenziale e per questo ho firmato una direttiva alle prefetture in modo tale che si facciano dei comitati dedicati su questo aspetto''. 

Leggi l'articolo

Autore: Pier Luigi Ciolli - Redazione Politica
Data: 10/11/2019 07:48:46
Seggiolini anti-abbandono: una batosta di circa 160 milioni di euro

Dal 7 Novembre 2019 è in vigore l’obbligo dei dispositivi antiabbandono a bordo delle automobili: un dispositivo di allarme la cui funzione è quella di prevenire l’abbandono dei bambini fino all'età di 4 anni.

Leggi l'articolo

Autore: Primo Mastrantoni - Redazione Politica
Data: 02/11/2019 07:19:58
Roma: da Mafia Capitale a Monnezza Capitale

Da Mafia Capitale a Mazzetta Capitale a Monnezza Capitale. Così potremmo definire il passaggio dei nomi della Capitale dì'Italia.

Leggi l'articolo

Autore: Luca De Rossi - Redazione Politicia
Data: 22/10/2019 07:31:39
Manovra economica: accordo Conte-Di Maio su carcere agli evasori fiscali

La manovra economica, approvata una settimana fa in Consiglio dei Ministri, è stata modificata: formalizzato il carcere per gli evasori fiscali, rinviate le norme su pos e carte di credito

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -