Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Teatro  
Recensione: Who is Biancaneve? - Roma, Teatro Vascello

Recensione: Who is Biancaneve? - Roma, Teatro Vascello
Autore: Recensione della nostra inviata Susanna Schivardi
Data: 02/11/2017

E’ tempo di Halloween e le streghe a raccolta, dolcetto o scherzetto, maschere da zucca e quant’altro, mentre al Teatro Vascello di Roma arriva “Who is Biancaneve?”. Sarà davvero il caso? La storia della leggiadra fanciulla dalle gote rossastre e la pelle d’avorio, ingannata da una regina cattiva per poi finire tra le braccia di un principe innamorato

… Un attimo. Torniamo indietro, perché stavolta Biancaneve verrà raccontata in una maniera alquanto diversa, si troveranno addirittura tre attrici/attori nella veste della beniamina nordica. Per non tralasciare la strega interpretata da Maurizio Lombardi, istrionico e immancabile nel ruolo femminile, secondo la più antica delle tradizioni sceniche.

Costumi, personaggi, siparietti, intermezzi musicali, proiezioni, fantasia dirompente, un musical in veste ridotta, un vortice di comicità e drammaturgia, infarcita di trovate geniali, scorribande nel cinema italiano d’autore, guizzi improvvisi. Adatto ad un pubblico dai 5 ai 90 anni lo spettacolo svecchia in modo rigoroso quelle che sono le aspettative di un pubblico classico, proiettato verso la favola come dovrebbe essere raccontata. Invece è un viaggio inaspettato e  ricco di suspense, in procinto sempre del prossimo sorriso strappato non a forza, di una battuta, un intercalare, un gioco di luci e scenografie originalissimi. 

Per la regia di Maurizio Lombardi, l’ideazione dei Piccoli Briganti, con Nicola Magnini e Maurizio Lombardi, Roberto Caccavo, Alessandro Scaretti, Beatrice Baldaccini, Natasha Fonzetti, Benedetta Boschi, Simone Marzola, Ginevra Fenyes, Tim Daish, le musiche di Claudio e Corona Belgrave, i costumi di Daniele Davitti e Niccolò Gabbrielli e le luci di Nicola Magnini.

Lo spettacolo debutta a Firenze nel 2014 e va in replica nel 2015 per poi arrivare a Roma dove fa il tutto esaurito. Una produzione vincente come tutte quelle proposte dal Teatro Vascello che dà spazio, ad ogni stagione, alla Compagnia dei giovani Attori, rivisitando vecchie favole dove si trovano tutti gli archetipi della vita, l’amore, l’odio, la vendetta, il riscatto. Stagioni fortunate quelle del Vascello, che offre prospettive innovative dalla fresca rivisitazione, con rimandi al contemporaneo, regalando meritatamente spazio alle idee più originali e all’avanguardia, i veri progetti da promuovere in un teatro come quello contemporaneo che sprizza di entusiasmo e di vitalità inesauribili. In scena fino al 1 novembre verrà riproposto sulla scia del grande successo ottenuto. 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/01/2020 16:15:23

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Teatro

Autore: Maresa Palmacci - Redazione Cultura
Data: 21/01/2020
Roma, teatro de' Servi: Il deserto dei Tartari - dal 27 al 29 Gennaio

Dopo il successo riscosso la scorsa stagione, torna in scena dal 27 al 29 gennaio al Teatro de’ Servi, nell’ambito della “Stagione Fuoriclasse”, dedicata alla drammaturgia contemporanea...

Leggi l'articolo

Autore: Silvia Signorelli - Redazione Cultura
Data: 12/01/2020
Roma, Teatro Brancaccio: Tango del calcio di rigore - con Neri Marcorè

È un affresco su calcio e potere in salsa sudamericana la nuova produzione del Teatro Nazionale di Genova Tango del calcio di rigore, che ,dopo il debutto a Genova a febbraio 2019, è ora in scena al Teatro Brancaccio di Roma.

Leggi l'articolo

Autore: Carla Fabi - Redazione Cultura
Data: 10/01/2020
Roma, OffOff Theatre: L'enigma dell'amore - in memoria di Karl Heinrich Urlichs

Sul palco, l'anziano e ormai malato Urlichs è al termine della sua vita e giace nel suo letto, nella mansarda di Palazzo Persichetti a L'Aquila. A

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 09/01/2020
Roma, Museo Macro - Io sono Chi - di e con Alessia Arena - 10 e 11 Gennaio 2020

Va in scena venerdì 10 e sabato 11 gennaio al Mattatoio – La Pelanda del complesso del Museo MACRO di Roma, nell’ambito dell’ottava edizione del Roma Fringe Festival, Io sono Chi di e con Alessia Arena

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -