Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Agenzia delle Entrate: la UILPA punta il dito contro la governance

Agenzia delle Entrate: la UILPA punta il dito contro la governance
Autore: Marianna La Barbera - Redazione Economia
Data: 20/03/2018

 

AGENZIA DELLE ENTRATE, LA UILPA PUNTA IL DITO CONTRO LA GOVERNANCE: “ IN AUMENTO STRESS DA LAVORO CORRELATO ED ERRORI PROFESSIONALI ”.

IL COORDINATORE RENATO CAVALLARO :

“PER I CONTRIBUENTI,  IL RISCHIO DI DUPLICAZIONI DEI CONTROLLI”

No ai carichi di lavoro “ad oltranza” e alla parziale rilevazione delle attività svolte tramite il sistema informatico.

A esprimere contrarietà è la Uil Pubblica Amministrazione Agenzia delle Entrate che, attraverso il coordinatore generale Renato Cavallaro, sottolinea “l’aggravarsi delle problematiche riguardanti la corretta assegnazione dei carichi di lavoro, che risultano spropositati rispetto all’effettiva potenzialità operativa del personale presente negli uffici” e “i riflessi negativi determinati dalla parziale rilevazione al sistema informatico delle attività effettivamente svolte dai dipendenti”. 

Una posizione, quella del sindacato, scaturita a seguito delle numerose e partecipate assemblee che la Uil Pubblica Amministrazione ha tenuto su tutto il territorio nazionale, e dal costante confronto con i lavoratori dell’Agenzia delle Entrate: le criticità emerse si ripercuoterebbero non soltanto sui dipendenti, ma anche sui contribuenti.

“I lavoratori – spiega Cavallaro -  subiscono una pressione continua , finalizzata allo svolgimento di lavorazioni ad oltranza fino al raggiungimento di obiettivi sproporzionati rispetto alle risorse disponibili sopportando, ingiustamente, sia il rischio di maggiori errori professionali per la rincorsa indeterminata al risultato, sia la diffusione esponenziale, tra gli stessi colleghi, dello stress da lavoro correlato”.

Nello specifico, la UILPA Entrate punta il dito contro la governance dell’amministrazione, l’Audit interno dell’Agenzia e il massimo vertice di quest’ultima, il direttore generale Ernesto Maria Ruffini : già il 24 gennaio scorso, il sindacato aveva denunciato, con una lettera, l’assenza di trasparenza sui criteri di quantificazione degli obiettivi aziendali e il loro corretto riparto tra le strutture  “in palese lesione del principio normativo che obbliga il datore di lavoro ad assegnare obiettivi che siano correlati all’effettiva capacità delle risorse disponibili, sia in termini operativi che lavorativi”.

“L’indebito aggravio – spiega Cavallaro - determina l’esponenziale ed inaccettabile aumento del rischio professionale per i lavoratori e l’elevato rischio di errori negli atti che, evidentemente, si riflettono sui contribuenti,  potenziali vittime di controlli tributari reiterati”.

Riguardo a questi ultimi, in particolare, Cavallaro sottolinea come “la ‘scientifica’ mancata rilevazione di numerose lavorazioni può determinare per gli utenti il rischio di essere sottoposti a duplicazioni di controlli e richieste di informazioni nonché, per i lavoratori, a non aver riconosciuto come effettuate numerose attività in realtà svolte”.

In pratica, non essendo correttamente rilevato informaticamente l’esito negativo dell’accertamento, per il contribuente aumenta il rischio di subire controlli reiterati quando, in realtà, il corretto comportamento fiscale è stato già rilevato: un evidente vulnus che si riflette negativamente sul rapporto dei cittadini con il fisco.

 “La UILPA  - conclude Cavallaro – utilizzerà tutti gli strumenti possibili affinché la situazione cambi: i ricorsi “pilota”, le segnalazione all’Audit interno all’Agenzia e gli appelli al direttore generale, al quale chiediamo un segnale tempestivo di attenzione verso i lavoratori del fisco, per tutelarli dai rischi professionali e dallo stress da lavoro correlato, fenomeni che si ripercuotono sui cittadini sotto il profilo della mancata compliance”.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 26/11/2020 21:09:36

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -