Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Medicina  
Maggio: mese della prevenzione dell'ipertensione felina

Maggio: mese della prevenzione dell'ipertensione felina
Autore: Claudia Sartori - Redazione Scientifica
Data: 24/04/2018 06:39:18

MAGGIO SARA’ IL PRIMO “MESE DELL’IPERTENSIONE FELINA”

 

Il 74% dei proprietari non ne ha mai sentito parlare, ma in età avanzata

1 gatto su 6 soffre di questa patologia nota come “killer silenzioso”.

 

La cecità improvvisa è una comune conseguenza della malattia.

 

Avrà inizio il 1° maggio 2018 la prima campagna di sensibilizzazione e prevenzione contro l’ipertensione felina, insidiosa patologia che nei gatti - come negli esseri umani - può danneggiare diversi organi interni senza manifestarsi con segni clinici evidenti e per questo chiamata “killer silenzioso”. Il Mese dell’Ipertensione Felina, che si svolgerà nel mese di maggio quando ricorre anche la Giornata dell’Ipertensione umana (il 17 maggio), ha lo scopo di diffondere la conoscenza della malattia tra i proprietari di gatti esortandoli a sottoporre i propri animali agli opportuni controlli soprattutto nella fascia di età maggiormente a rischio.

 

Protagonista della campagna, promossa da Ceva Salute Animale in collaborazione con l’Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani (ANMVI), è Amodeus, un simpatico gatto che anima il sito della campagna con le sue avventure (e disavventure) legate all’ipertensione. Sulla pagina www.amodeus.vet/it  si trovano i video di Amodeus alle prese con l’ipertensione, informazioni utili sulla patologia e l’elenco dei Medici Veterinari aderenti al Mese dell’Ipertensione Felina presso i quali informarsi e/o effettuare un controllo.

 

Nei gatti, l’ipertensione sistemica può causare gravi danni ad organi bersaglio quali occhi, reni, cuore e sistema nervoso” osserva il Dr. Marco Melosi, Medico Veterinario e Presidente di ANMVI. “Sfortunatamente, è una condizione che si sviluppa in modo insidioso senza segni clinici precoci per i proprietari di gatti. Il gatto sembra stare perfettamente fino a che non gli si misura la pressione o si verificano i danni da ipertensione.”

 

Gli studi hanno rilevato che almeno 1 gatto su 6 oltre i 7 anni d’età può soffrirne e, se il gatto soffre di insufficienza renale cronica o di ipertiroidismo, il rischio diventa più alto con 1 gatto su 3 che potrebbe sviluppare anche ipertensione. La cecità improvvisa è una comune conseguenza dell’ipertensione: gli studi mostrano che dal 40% al 70% dei gatti ipertesi sviluppa cecità. “L’elevata pressione all’interno dell’occhio può causare il distacco della retina che porta alla perdita completa della vista” spiega il Dr. Melosi. “Molto spesso il proprietario coglie i segnali della patologia in uno stadio avanzato, ovvero quando il gatto comincia ad urtare contro gli oggetti.”

 

La prevenzione è fondamentale perché aiuta a diagnosticare l’ipertensione in uno stadio precoce prevenendo i danni, per lo più irreversibili, agli organi bersaglio, ovvero occhi, reni, cuore e sistema nervoso. “Ad oggi la misurazione della pressione non fa parte della visita di routine ma è auspicabile che lo diventi, soprattutto per quei soggetti che per età o per patologie predisponenti sono a maggior rischio” osserva il Dr. Melosi. “Solo attraverso un accurato lavoro di prevenzione si possono evitare i danni causati dall’ipertensione”.

 

La misurazione della pressione è una procedura che il Veterinario può praticare in modo semplice, veloce e non invasivo. “Oggi la tecnologia ci fornisce strumenti estremamente precisi, veloci e soprattutto non invasivi. La maggior parte dei gatti tollera molto bene la procedura senza agitarsi” spiega il Dr. Marco Poggi, Medico Veterinario che si occupa di cardiologia e medicina interna. “La misurazione avviene attraverso l’applicazione di un piccolo manicotto insufflabile sulla zampa o sulla coda: la pressione viene rilevata istantaneamente.”  

 

La misurazione della pressione almeno una volta all’anno è raccomandata nei gatti di oltre 7 anni d’età come parte delle visite di controllo periodiche” sottolinea il Dr. Poggi. Se viene diagnosticata la patologia, il Veterinario potrà prescrivere una terapia efficace e sicura poiché si tratta di una condizione che, come in medicina umana, è possibile tenere sotto controllo.

 

Un recente studio ha dimostrato che un sorprendente 74% di proprietari di gatti non ha mai sentito parlare di ipertensione del gatto” osserva Alessia Crippa, Medico Veterinario e Product Manager di Ceva Salute Animale. “Ceva Salute Animale è impegnata anche nella divulgazione di corrette informazioni su problematiche poco conosciute e a fronte di questi dati abbiamo sentito, insieme ad ANMVI, la necessità di avviare una campagna di sensibilizzazione”.

 

Informazioni sul Mese dell’Ipertensione Felina e riferimenti dei Medici Veterinari aderenti nel sito www.amodeus.vet/it.


L'articolo ha ricevuto 576 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/07/2019 02:01:25

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Medicina

Autore: Redazione Scientifica
Data: 21/07/2019 07:14:43
Vaccinazioni infantili: 20 milioni di bambini non hanno accesso ai vaccini salvavita

ono 20 milioni i bambini in tutto il mondo - più di uno su 10 - che non hanno ricevuto le vaccinazioni salvavita contro il morbillo, la difterite e il tetano nel 2018.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 19/07/2019 06:22:43
AIDS: diminuiscono i decessi ma crescono i casi di contagio

Le morti collegate all'Aids sono diminuite a circa 770mila nel 2018, il 33% meno del 2010 quando furono 1,2 milioni e meno del 2017 quando se ne contarono 800mila

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 18/07/2019 06:59:04
Alimentazione: carne prodotta in laboratorio potrebbe essere venduta entro due anni

La carne prodotta in laboratorio potrebbe presto essere accessibile per l’acquisto. Introdotta la prima volta dieci anni fa sotto forma di bistecca al costo di diverse centinaia di migliaia di euro potrebbe essere, nel giro di due anni, presente nei supermercati al prezzo di 9 euro

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Scientifica
Data: 15/07/2019 06:31:16
Abbronzatura perfetta senza scottature? Ecco i consigli degli esperti

Dalle giuste creme ad una corretta idratazione, i consigli di esperti e dermatologi per evitare eritemi solari e avere una tintarella da urlo

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -