Sei nella sezione Italia

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/11/2011
Maggioranza ed opposizione: forse il vitalizio conta più delle sorti dell’Italia...Per quanto possa apparire aberrante, forse è proprio in questo tema che bisogna ricercare anche l’enorme vuoto di contenuti da paret di un opposizione che in Italia ha fatto la fortuna di molti bravi cabarettisti In molti ci si è chiesto e si continua a chiedere: “Si, l’opposizione chiede dimissioni. Ma cosa propone l’opposizione”? Silenzio. Perchè in effetti, è evidente sia il vuoto stagno di contenuti proposti alla nazione, sia in effetti una energia che sembra mancare del tutto ai partiti che come unica nota continua, ripetono uno sterile “Berlusconi di dimetta”. All’atto pratico, questo continuo chiedere le dimissioni di Berlusconi senza mai operare per far si che questo accada nella realtà, ha aperto molti spunti di riflessione anche fra la gente comune. In molti infatti oggi si chiedono proprio: “Ma l’opposizone in Italia, esiste”?

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 08/11/2011
Torna la paura a Genova: “Rimanete a casa, non uscite con l’auto”Simone Farello, assessore alla mobilità urbana di Genova, allerta la città dichiarando: «State a casa e, soprattutto, non prendete l'auto». «Nel primo mattino - ha aggiunto l'assessore - si sono verificati forti temporali, con conseguenti allagamenti soprattutto nel levante ligure: consigliamo ai cittadini di non uscire se non per necessità impellenti. specialmente nelle zone adiacenti al rio Fereggiano e allo Sturla, che restano chiuse alla circolazione». E dal Comune, parte l’allerta: «massima attenzione nella zona che va dal centro di Genova fino a Nervi»

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 07/11/2011
Berlusconi si dimette. No. Si. Forse...Ma non basta: Giuliano Ferrara, Direttore di Il Foglio, vicino al Premier politicamente parlando, in un video messaggio dichiara: "Berlusconi stia per cedere il passo ormai è una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti"ed ancora: “"Il punto non è quello però: quello è un fatto, il grande fatto di questa legislatura - avvisa - è per che cosa dimettersi, che cosa fare di sé, che cosa fare di tutti questi anni e qual è la vera posta in gioco: la capacità di dirigere il paese, di guidarlo, le regole adatte a un sistema maggioritario in cui il popolo sceglie chi governa, esprime un mandato su un programma. Questa è la posta in gioco. Qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile".

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/11/2011
Berlusconi: “Sono troppo responsabile per dimettermi” ...E gli speculatori si fregano le mani.A cosa serve un Premier ormai tenuto alla lontana da tutti? A cosa ci serve un Governo che vuole imporre solo la sua verità? A cosa ci serve questo enorme vuoto politico che è ben peggiore addirittura della stessa enorme crisi economica nazionale che si interseca con quella – enorme – mondiale? I grandi speculatori internazionali, si fregano le mani. Ed in cuor loro sperano anzi che Berlusconi faccia ancor più a pezzi ciò che dell’Italia è ancora rimasto in piedi. Di modo da poter comprare a prezzi di gran saldo, tutto l’acquistabile made in Italy.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 05/11/2011
Genova: una tragedia annunciata che forse poteva essere evitata“Pensate: prorprio il giorno dell’alluvione, a Genova c’erano molte più macchine che circolavano del normale” continua il Sindaco. Che forse, farebbe meglio a tacere che a peggiorare la propria immagine agli occhi di una nazione intera. Molti cittadini infatti, l’hanno verbalmente attaccata, chiedendo a gran voce le dimissioni. Ricordo ai lettori, l'oscura storia del terremoto di L'Aquila del 6 Aprile 2009. Anche allora la tragedia imminente fu pressa sottogamba, nonostante l'allerta ed i disperati tentativi di allertare in qualche modo la cittadinanza. Anche allora si disse - ad esempio - che Giampaolo Giuliani aveva creato "procurato" allarme, e si beccò pure una denuncia.

Autore:Luca De Rossi- Redazione Cronaca
Data: 04/11/2011
Nubifragio a Genova: morti tre bambini e due donne VIDEOPer sfuggire all’esondazione del Bisagno, sono stati molti i cittadini ed automobilisti costretti a salire sui tetti delle auto per non rischiare di essere travolti dalla furia dell’acqua. Il torrente Ferreggiano, strappa via letteralmente una intera edicola e si porta appresso molte automobili. Cinque le vittime accertate: tre bimbi e due donne. Ed altre tre sono le persone che risultano disperse. La Protezione Civile continua a ripetere alla cittadinanza di recarsi nei piani più alti delle abitazioni, oppure di non uscire da casa e di non aprire i negozi ed inoltre, di NON prendere la macchina per alcun motivo. Ma c’è chi purtroppo, viene colto di sorpresa dall’onda d’urto dell’acqua di fiumi e torrenti e non può nemmeno tentare di trovare riparo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 04/11/2011
Crisi della Politica e crisi economica: per i cittadini c'è il procurato stressMa se alla crisi economica, interna ed internazionale, si somma anche una politica vuota, sterile ed in alcuni casi anche poco chiara e fomentatrice di inganni, ecco che la cittadinanza, dopo un primo periodo necessario a tutti per comprendere gli accadimenti, cade in un vortice pericolodo che parla anche di procurato stress. Ed il procurato stress – così come il procurato allarme nel caso in cui si getti la cittadinanza nel panico senza alcuna ragione reale – genera problemi ma anche, dall’altro lato, la possibilità per i cittadini che lo subiscono, di denunciare lo stato di perenne allarme causato da una politica “ballerina” che passa da un tema all’altro generando solo ansia, preoccupazione, depressione ed in alcuni casi limite, persino suicidio.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 03/11/2011
Figli contesi: picchiata selvaggiamente dagli ex familiari rischia di perdere un occhioIl fatto: Claudio D. e i suoi due figli Mario e Domenico, dipendenti della Amica di Foggia hanno sfondato la porta dell’appartamento dove la ex moglie e la madre si trovavano. I tre, anno cominciato subito ad inveire pesantemente contro la donna e la madre passando subito dalle parole ai fatti. Giù pugni e calci con una violenza inaudita. Fortunatamente nella tragedia, i vicini di casa sono accorsi e seppur minacciati dai tre violenti, hanno immediatamente chiamato il 113 che è accorso sul posto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/11/2011
“Loro” e “Noi”: intanto l’Italia fallisce.E’ da notare come, in questo bailamme di “Loro” e “Noi” che vorrebbero indicare canali umani diversi e già solo per questo in antitesi, nella realtà dei fatti viene a mancare un elemnto fondamentale: il contenuto. Se manca il contenuto, qualsiasi “Loro” contro “Noi” o viceversa, viene a decadere, venendo a mancare l’ogetto del contendere, eppure in Italia e non solo, da anni ormai si va avanti a lotte fra “bande” di quartieri diversi che lottano l’uno contro l’altro, senza però sapere per cosa. Guardate indietro agli ultimi anni di politica Italiana. Al di là del legiferare sempre per rendere sempre peggiore una brutta Legge elettorale, la politica nostrana ha prodotto solo un grande, enorme, incredibile vuoto.

Autore:Alessandro Mannarino
Data: 31/10/2011
L'OnorevoleNato a Roma, ha iniziato l'attività artistica nel 2001[1]. Nel 2006 ha fondato i Kampina[2] una band formata da cinque elementi (trombone, basso, fisarmonica, batteria, violino e chitarra) con cui si è esibito nei principali locali della capitale[1]. Nel 2009 intraprende la carriera solista con il disco Bar della rabbia, pubblicato dalla Leave music e distribuito dalla Universal Music[1]. Il disco ottiene un buon successo di critica (è finalista al Premio Gaber e al Premio Tenco come miglior opera prima[2]) e di pubblico, grazie anche alle numerose apparizioni televisive del cantante nella trasmissione Parla con me[3]. Lo stesso anno fa il suo esordio sul palco del Concerto del Primo Maggio e inizia un tour in tutta Italia. Nel 2010 ha interpretato il ruolo di Rocco, un cantante italiano emigrato ad Amsterdam, nel film Tutto l'amore del mondo[4]. In una scena del film canta la sua canzone Me so 'mbriacato. Il 15 marzo 2011 è uscito il suo secondo album solista, Supersantos[3].

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 30/10/2011
“Scenario da incubo con il licenziamento facile” I Sindacati sul piede di guerraUno scenario davvero apocalittico, se si pensa che già attualmente lo stato in essere fra disoccupazione e precariato rende realmente critico sia lo sviluppo nazionale che l’equità degli individui ed all’interno delle famiglie. Dal 2009 ad oggi i cassaintegrati sono saliti alla cifra record di 740.000 persone, consentendo a queste persone ed alle loro famiglie di poter garantirsi almeno una sorta di ammortizzatore sociale che, nel caso in cui venisse realmente messo in atto il criterio del licenziamento facile, sopazzerebbe via questi sostegni indispensabili ai cittadini per sopravvivere. Ed attenzione: c’è già una bella differenza fra Vivere e sopravvivere.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/10/2011
Licenziamento facile? Licenziamo il Governo.E’ bufera su uno dei punti della lettera di intenti presentata dal Governo italiano a Bruxelles. Il punto in questione è relativo alla decisione di facilitare alle imprese il licenziamento dei lavoratori, stralciando così in buona parte i fondamenti contenuti all’art. 18 dello Statuto dei lavoratori. La motivazione addotta dal Governo è quella di sostenere le Imprese nei momenti di criticità. In effetti però a ben guardare, esistono già in Italia altre normative che consentono di procedere al licenziamento individuale per ragioni organizzative (legge n. 604 del 1966) ed anche alla riduzione del personale fino al licenziamento collettivo (legge n. 223 del 1991)

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/10/2011
Crisi economica: il Ministero della Difesa acquista 6 nuove MaseratiFra tagli, Manovre, manovre correttive e via cincischiando, non si fa altro che assottigliare ancor più quel livello medio di ricchezza che la popolazione italiana ha sempre conservato negli anni, dando così modo all’Italia di essere a pieno titolo fra le nazioni più importanti e sviluppate del Pianeta. Ma ora, mentre nel mondo intero l’ombra della crisi ed in alcuni asi del fallimento spaventano tutti e nulla fa presagire qualcosa di buono nel breve periodo, è il momento dei sacrifici e delle misure fatte di “lacrime e sangue” utilizzando una frase detta dal nostro attuale Premier pochi giorni fa.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 27/10/2011
Caos a Roma per l'apertura del nuovo centro Trony. E la crisi...?E’ paradossale. La crisi minaccia ogni nostro minimo movimento. Le tasse e le imposte lievitano. Le fasce medio basse – a quanto si dice – si avvicinano sempre più sull’orlo della nuova povertà e cosa accade? Che si aptrano le porte di un nuovo centro commerciale di articoli elettronici e si verifica un qualcosa di assolutamente bizzarro, visti – appunto – i tempi che corriamo. Il fatto: apre a Roma Nord un nuovo Centro Trony. E’ una catena di negozi specializzata in articoli elettronici di varo genere che vanno dalla telefonia cellulare ai televisori. I prezzi? Nella media. Per alcuni articoli civetta si possono risparmiare un pò di euro.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 26/10/2011
Allarme maltempo: i consigli della Protezione Civile per non correre rischiLa nuova ondata di maltempo che in queste ore interessa le zone centro settentrionali dell’Italia, riporta alla memoria gli avvenimenti accaduti pochi giorni fa quando un nubifragio durato parecchie ore, ha mandato letteralmente in tilt città come Roma o Napoli, registrando purtroppo anche la morte di una ragazza in campania e molteplici danni e difficoltà per la popolazione. In Liguria il bilancio più tragico: in provincia di La Spezia, dove sono morte quattro persone, e nella Lunigiana, dove nella notte è stato trovato il cadavere di una donna.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 25/10/2011
Italiani (brava) strana gente…La Politica è corrotta? L’Italiano si “indigna” – verbo assai di moda ultimamente – ma poi, lascia fare. Il denaro pubblico viene scialacquato allegramente da chi amministra il Paese? L’Italiano medio si lamenta, magari in coda alla Posta mentre ritira una misera pensione. Poi, torna a casa col fagottello della spesa e tira a campare. Gli scandali nel nostro Paese si susseguono ormai con un ritmo assatanato? L’Italiano medio ascolta, legge, cambia canale televisivo, opta per un “Grande Fratello” o per una puntata di “Don Matteo”. Poi, giunta la notte, si corica e dorme profondamente.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 22/10/2011
Un virus chiamato ScilipotiNel 2011 appare in alcune trasmissioni televisive per parlare di medicine non convenzionali. Dopo poche ore dalle stesse trasmissioni, attraverso un comunicato stampa il Comitato Permanente di Consenso e Coordinamento per le Medicine Non Convenzionali in Italia prende le distanze da Scilipoti ed anche sulla sua “nomina a Esperto per la Medicina Complementare del Consiglio Superiore di Sanità”. Una figuraccia. Da addizionare alle altre scilipotiane. Politicamente fa il suo ingresso nel 1983 come Consigliere Comunale nel PSDI in una località in provincia di Messina. Da li, la sua “scalata” fino a divenire nel 2000 deputato con IdV, passando dall’essere Assessore al Bilancio, sempre in provincia di Messina.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/10/2011
Roma: una Capitale di carta velinaUn anziano muore annegato: viveva in uno scantinato. Un ‘altra persona risulta dispersa. Sono dati che fanno ghiacciare il sangue. Anche perchè – appunto – non parliamo di un’area sottosviluppata nè di qualche misconosciuto paesino arroccato chissà dove. Parliamo di ROMA. La rete fognaria romana ed anche dell’interland, è un colabrodo. Nessuna amministrazione fino ad oggi ha messo mano ad una problematica molto sentita. Ogni qualvolta si presenta un semplice acquazzone, ecco che Roma si blocca. Non parliamo poi di eventuali nubifragi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 19/10/2011
Dl Sviluppo: Berlusconi non ha fretta. Gli Italiani SI."Non penso che questo governo sia in grado di dare la spinta necessaria per riprendere la strada dello sviluppo e della competitivita' delle imprese. Quello che sta accadendo in queste ore e' la palese conferma di un esecutivo incapace di imprimere una svolta positiva all'economia.. E' ora che questo governo, per il bene del Paese, passi la mano". Dichiarazione di Giuseppe Politi, presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori.

Autore:Federcontribuenti Nazionale
Data: 18/10/2011
Minacciati dalla Camorra e sotto protezione: lo Stato li sbatte in mezzo alla stradaL'incredibile e raccapricciante storia di due persone, marito e moglie: Luigi Orsino ed Esposito Giuseppina. Giovani e rampanti avviano nel 1979 la loro attività che, nel corso degli anni, cresce e fiorisce fino ad interessare la camorra che vi entrerà, con prepotenza, attraverso un commercialista poi scoperto essere appartenente al clan Vollaro. Il clan Vollaro è un clan camorristico operante nella zona est di Napoli, zona completamente messa a tappeto dalle estorsioni.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 | 116 | 117 | 118 | 119 | 120 | 121 | 122 | 123 | 124 | 125 | 126 | 127 | 128 | 129 | 130 | 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 | 141 | 142 | 143 | 144 | 145 | 146 | 147 | 148 | 149 | 150 | 151 | 152 | 153 | 154 | 155 | 156 | 157 | 158 | 159 | 160 | 161 | 162 | 163 | 164 | 165 | 166 | 167 | 168 | 169 | 170 | 171
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/01/2020
Policlinico Umberto I: Dipartimento di chirurgia Valdoni e un bel ricordo da conservare nel cuore

Sapere che sì, esistono luoghi di cura, che ancora oggi si possa contare sull’attenzione, la professionalità e l’umanità di professionisti a cui chiediamo di prendersi la responsabilità della nostra vita, è un grande valore.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 12/01/2020
'L’odore della vagina' e la follia di chi la compra

Il punto è la candela, il business, i soldi spesi per un moccolo firmato e profumato? No, il punto è un altro e ve lo spiego. Non esistono più limiti. A cosa? A qualsiasi cosa. Qualcuno potrebbe dire: “Ma dai, che vuoi che sia…” e come al solito si rimette tutto nelle mani del “Esistono cose peggiori e più gravi”.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 04/01/2020
Dittatura intangibile: gravi le dichiarazioni del ministro Paola Pisano sulla password di Stato

Non esiste libertà quando essa è controllata a 360° dallo Stato. Non esiste libertà attraverso la tecnologia, se è la tecnologia a controllare te.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 03/01/2020
La burocrazia rema contro lo sviluppo economico

Iniziamo con un dato che fa tremare i polsi: la Pubblica amministrazione registra un debito commerciale pari a 53 miliardi nei confronti dei propri fornitori. Detto in parole povere, significa che si acquistano beni e servizi, ma il pagamento è a babbo morto. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -