Sei nella sezione Italia

Autore:Redzione Politica
Data: 29/11/2011
Governo Monti: ecco i nomi dei 28 sottosegretari e viceministriLa riunione del governo è iniziata con un'ora e 25 minuti di ritardo ed è durata circa 20 minuti, per un ultimo incontro del presidente del Consiglio Mario Monti nel suo studio a palazzo Chigi con il sottosegretario alla presidenza Antonio Catricalà per un'ultima messa a punto della lista. Questo l'elenco dei nuovi membri del governo decisi oggi dal consiglio dei ministri, secondo il comunicato di palazzo Chigi:

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 23/11/2011
Mario Monti e la patata bollenteLa patata bollente di Monti, parla della difficoltà di far uscire una nazione come l’Italia dal fallimento quasi certo. E’ una patata bollente enorme, che è passata di mano da un Premier all’altro quando nessuno più credeva potesse accadere. Una patata talmente bollente che brucia in mano a chiunque abbia avuto l’ardire di appropriarsene. I fatti li conosciamo. Abbiamo persino imparato a memoria il significato di parole come Default, Spread o E-bond. Non che si sia compreso appieno il significato, ma è già qualcosa aver assimilato che una nazione non è le persone che la abitano, bensì parametri oscuri di alta Finanza, Economia, Mercati e Politica.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/11/2011
La rimonta di Berlusconi. Le responsabilità della crisi.Il governo tecnico riuscirà a tirar fuori dall’impasse la nazione? Ora che ciò che molti attendevano accadesse – le dimissioni di Berlusconi – è accaduto, siamo tutti in attesa di comprendere se dalla crisi in qualche modo usciremo, e se questo “nostro” debito, troverà pace. Da segnalare comunque che, a Settembre 2011 il debito pubblico ha registrato per la prima volta negli ultimi 3 anni una diminuzione grazie al maggior gettito fiscale entrato nelle casse dello Stato. Dai circa 2000milardi di euro, siamo passati a circa 1850. Non è molto. Ma non è nemmeno poco. Guai ad abituarsi alle grandi cifre, si rischia di perdere il senso delle cose

Autore:Sonia De Carlo - Redazione Economia
Data: 14/11/2011
Al via il maxi emendamento: sostegno alle imprese che assumono, statali all'80% dello stipendioIl Governo ha presentato alla Commissione Bilancio del Senato il maxi emendamento alle misure contenute nella manovra che saranno votate domani. E’ in pratica una miscellanea fra proposte già note ed altre nuove. Al maxi emendamento però, non sono ancora state inserite altre e forse ancor più pesanti misure. Mancano ad esempio, tutte le proposte relative alle norme che disciplinano la materia del lavoro. Ecco di seguito i punti salienti:

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 13/11/2011
Berlusconi: torna l'ombra dei tribunaliOrmai, non più sostentuto da più o meno legittimi i mpedimenti e senza l'ausilio del ruolo istituzionale, l'agenda di Berlusconi è ricca di appuntamenti giudiziari, fissati già da tempo. Berlusconi resta comunque parlamentare, per cui potrà sempre chiedere il legittimo impedimento o addirittura potrà non presentarsi in aula, risultando però contumace. Fra Novembre e Dicembre, Silvio Berlusconi dovrà dipanare la matassa di molteplici impegni fra un'aula di tribunale ed un'altra. Per la maggior parte dei casi, Berlusconi sarà in aula in veste di imputato ma il 9 dicembre dovrà presentarsi in aula a Milano come testimoneper il processo contro l'ex direttore di «Oggi» Pino Belleri che pubblicò nel 2007 alcune foto di Antonello Zappadu, che ritraevano il premier nel parco di Villa Certosa con alcune ragazze.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/11/2011
La caduta degli DèiAlla fine, si è dimesso. L’uomo più chiaccherato sicuramente degli ultimi 17 anni e forse persino degli ultimi 150, è salito al Colle ed ha rassegnato le dimissioni. Una folla di cittadini ha invaso la piazza antistante il Quirinale già dal pomeriggio di ieri, per attendere l’arrivo di Silvio Berlusconi ed esporre il proprio stato d’animo per un momento storico di cui si parlerà a mio avviso, negli anni a venire. Poi “lui” è arrivato. La folla ha cominciato a cantare “Bella ciao”. Manifesti con scritte di giubilo per le dimissioni del Premier. Qualcuno ha persino portato bottiglie di spumante da stappare per “festeggiare”. Festeggiare cosa poi, lo vedremo insieme.

Autore:La Redazione Federcontribuenti Nazionale
Data: 09/11/2011
Le dimissioni di Berlusconi, il Patto di stabilità ed il futuro della politica Italiana«Non vorremmo che, per accelerare la caduta di Berlusconi, si finisse con l'accettare qualunque cosa inserita nel Patto di Stabilità». Con queste parole si è aperta la riunione indetta d'urgenza tra i vertici della Federcontribuenti: «La situazione è drammatica, siamo stati messi alle corde, esposti in maniera imbarazzante, orfani di una rappresentanza politica capace di garantirci massima tutela nei confronti della popolazione. Da parte dell'opposizione ravvisiamo la fretta di chi ha fiutato l'opportunità politica quando invece il momento politico richiede massima attenzione».

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/11/2011
Maggioranza ed opposizione: forse il vitalizio conta più delle sorti dell’Italia...Per quanto possa apparire aberrante, forse è proprio in questo tema che bisogna ricercare anche l’enorme vuoto di contenuti da paret di un opposizione che in Italia ha fatto la fortuna di molti bravi cabarettisti In molti ci si è chiesto e si continua a chiedere: “Si, l’opposizione chiede dimissioni. Ma cosa propone l’opposizione”? Silenzio. Perchè in effetti, è evidente sia il vuoto stagno di contenuti proposti alla nazione, sia in effetti una energia che sembra mancare del tutto ai partiti che come unica nota continua, ripetono uno sterile “Berlusconi di dimetta”. All’atto pratico, questo continuo chiedere le dimissioni di Berlusconi senza mai operare per far si che questo accada nella realtà, ha aperto molti spunti di riflessione anche fra la gente comune. In molti infatti oggi si chiedono proprio: “Ma l’opposizone in Italia, esiste”?

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 08/11/2011
Torna la paura a Genova: “Rimanete a casa, non uscite con l’auto”Simone Farello, assessore alla mobilità urbana di Genova, allerta la città dichiarando: «State a casa e, soprattutto, non prendete l'auto». «Nel primo mattino - ha aggiunto l'assessore - si sono verificati forti temporali, con conseguenti allagamenti soprattutto nel levante ligure: consigliamo ai cittadini di non uscire se non per necessità impellenti. specialmente nelle zone adiacenti al rio Fereggiano e allo Sturla, che restano chiuse alla circolazione». E dal Comune, parte l’allerta: «massima attenzione nella zona che va dal centro di Genova fino a Nervi»

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 07/11/2011
Berlusconi si dimette. No. Si. Forse...Ma non basta: Giuliano Ferrara, Direttore di Il Foglio, vicino al Premier politicamente parlando, in un video messaggio dichiara: "Berlusconi stia per cedere il passo ormai è una cosa acclarata. Si tratta di ore, qualcuno dice perfino di minuti"ed ancora: “"Il punto non è quello però: quello è un fatto, il grande fatto di questa legislatura - avvisa - è per che cosa dimettersi, che cosa fare di sé, che cosa fare di tutti questi anni e qual è la vera posta in gioco: la capacità di dirigere il paese, di guidarlo, le regole adatte a un sistema maggioritario in cui il popolo sceglie chi governa, esprime un mandato su un programma. Questa è la posta in gioco. Qualunque soluzione mascherata di emergenza che non siano le elezioni subito è inutile".

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/11/2011
Berlusconi: “Sono troppo responsabile per dimettermi” ...E gli speculatori si fregano le mani.A cosa serve un Premier ormai tenuto alla lontana da tutti? A cosa ci serve un Governo che vuole imporre solo la sua verità? A cosa ci serve questo enorme vuoto politico che è ben peggiore addirittura della stessa enorme crisi economica nazionale che si interseca con quella – enorme – mondiale? I grandi speculatori internazionali, si fregano le mani. Ed in cuor loro sperano anzi che Berlusconi faccia ancor più a pezzi ciò che dell’Italia è ancora rimasto in piedi. Di modo da poter comprare a prezzi di gran saldo, tutto l’acquistabile made in Italy.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 05/11/2011
Genova: una tragedia annunciata che forse poteva essere evitata“Pensate: prorprio il giorno dell’alluvione, a Genova c’erano molte più macchine che circolavano del normale” continua il Sindaco. Che forse, farebbe meglio a tacere che a peggiorare la propria immagine agli occhi di una nazione intera. Molti cittadini infatti, l’hanno verbalmente attaccata, chiedendo a gran voce le dimissioni. Ricordo ai lettori, l'oscura storia del terremoto di L'Aquila del 6 Aprile 2009. Anche allora la tragedia imminente fu pressa sottogamba, nonostante l'allerta ed i disperati tentativi di allertare in qualche modo la cittadinanza. Anche allora si disse - ad esempio - che Giampaolo Giuliani aveva creato "procurato" allarme, e si beccò pure una denuncia.

Autore:Luca De Rossi- Redazione Cronaca
Data: 04/11/2011
Nubifragio a Genova: morti tre bambini e due donne VIDEOPer sfuggire all’esondazione del Bisagno, sono stati molti i cittadini ed automobilisti costretti a salire sui tetti delle auto per non rischiare di essere travolti dalla furia dell’acqua. Il torrente Ferreggiano, strappa via letteralmente una intera edicola e si porta appresso molte automobili. Cinque le vittime accertate: tre bimbi e due donne. Ed altre tre sono le persone che risultano disperse. La Protezione Civile continua a ripetere alla cittadinanza di recarsi nei piani più alti delle abitazioni, oppure di non uscire da casa e di non aprire i negozi ed inoltre, di NON prendere la macchina per alcun motivo. Ma c’è chi purtroppo, viene colto di sorpresa dall’onda d’urto dell’acqua di fiumi e torrenti e non può nemmeno tentare di trovare riparo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 04/11/2011
Crisi della Politica e crisi economica: per i cittadini c'è il procurato stressMa se alla crisi economica, interna ed internazionale, si somma anche una politica vuota, sterile ed in alcuni casi anche poco chiara e fomentatrice di inganni, ecco che la cittadinanza, dopo un primo periodo necessario a tutti per comprendere gli accadimenti, cade in un vortice pericolodo che parla anche di procurato stress. Ed il procurato stress – così come il procurato allarme nel caso in cui si getti la cittadinanza nel panico senza alcuna ragione reale – genera problemi ma anche, dall’altro lato, la possibilità per i cittadini che lo subiscono, di denunciare lo stato di perenne allarme causato da una politica “ballerina” che passa da un tema all’altro generando solo ansia, preoccupazione, depressione ed in alcuni casi limite, persino suicidio.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 03/11/2011
Figli contesi: picchiata selvaggiamente dagli ex familiari rischia di perdere un occhioIl fatto: Claudio D. e i suoi due figli Mario e Domenico, dipendenti della Amica di Foggia hanno sfondato la porta dell’appartamento dove la ex moglie e la madre si trovavano. I tre, anno cominciato subito ad inveire pesantemente contro la donna e la madre passando subito dalle parole ai fatti. Giù pugni e calci con una violenza inaudita. Fortunatamente nella tragedia, i vicini di casa sono accorsi e seppur minacciati dai tre violenti, hanno immediatamente chiamato il 113 che è accorso sul posto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/11/2011
“Loro” e “Noi”: intanto l’Italia fallisce.E’ da notare come, in questo bailamme di “Loro” e “Noi” che vorrebbero indicare canali umani diversi e già solo per questo in antitesi, nella realtà dei fatti viene a mancare un elemnto fondamentale: il contenuto. Se manca il contenuto, qualsiasi “Loro” contro “Noi” o viceversa, viene a decadere, venendo a mancare l’ogetto del contendere, eppure in Italia e non solo, da anni ormai si va avanti a lotte fra “bande” di quartieri diversi che lottano l’uno contro l’altro, senza però sapere per cosa. Guardate indietro agli ultimi anni di politica Italiana. Al di là del legiferare sempre per rendere sempre peggiore una brutta Legge elettorale, la politica nostrana ha prodotto solo un grande, enorme, incredibile vuoto.

Autore:Alessandro Mannarino
Data: 31/10/2011
L'OnorevoleNato a Roma, ha iniziato l'attività artistica nel 2001[1]. Nel 2006 ha fondato i Kampina[2] una band formata da cinque elementi (trombone, basso, fisarmonica, batteria, violino e chitarra) con cui si è esibito nei principali locali della capitale[1]. Nel 2009 intraprende la carriera solista con il disco Bar della rabbia, pubblicato dalla Leave music e distribuito dalla Universal Music[1]. Il disco ottiene un buon successo di critica (è finalista al Premio Gaber e al Premio Tenco come miglior opera prima[2]) e di pubblico, grazie anche alle numerose apparizioni televisive del cantante nella trasmissione Parla con me[3]. Lo stesso anno fa il suo esordio sul palco del Concerto del Primo Maggio e inizia un tour in tutta Italia. Nel 2010 ha interpretato il ruolo di Rocco, un cantante italiano emigrato ad Amsterdam, nel film Tutto l'amore del mondo[4]. In una scena del film canta la sua canzone Me so 'mbriacato. Il 15 marzo 2011 è uscito il suo secondo album solista, Supersantos[3].

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 30/10/2011
“Scenario da incubo con il licenziamento facile” I Sindacati sul piede di guerraUno scenario davvero apocalittico, se si pensa che già attualmente lo stato in essere fra disoccupazione e precariato rende realmente critico sia lo sviluppo nazionale che l’equità degli individui ed all’interno delle famiglie. Dal 2009 ad oggi i cassaintegrati sono saliti alla cifra record di 740.000 persone, consentendo a queste persone ed alle loro famiglie di poter garantirsi almeno una sorta di ammortizzatore sociale che, nel caso in cui venisse realmente messo in atto il criterio del licenziamento facile, sopazzerebbe via questi sostegni indispensabili ai cittadini per sopravvivere. Ed attenzione: c’è già una bella differenza fra Vivere e sopravvivere.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/10/2011
Licenziamento facile? Licenziamo il Governo.E’ bufera su uno dei punti della lettera di intenti presentata dal Governo italiano a Bruxelles. Il punto in questione è relativo alla decisione di facilitare alle imprese il licenziamento dei lavoratori, stralciando così in buona parte i fondamenti contenuti all’art. 18 dello Statuto dei lavoratori. La motivazione addotta dal Governo è quella di sostenere le Imprese nei momenti di criticità. In effetti però a ben guardare, esistono già in Italia altre normative che consentono di procedere al licenziamento individuale per ragioni organizzative (legge n. 604 del 1966) ed anche alla riduzione del personale fino al licenziamento collettivo (legge n. 223 del 1991)

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/10/2011
Crisi economica: il Ministero della Difesa acquista 6 nuove MaseratiFra tagli, Manovre, manovre correttive e via cincischiando, non si fa altro che assottigliare ancor più quel livello medio di ricchezza che la popolazione italiana ha sempre conservato negli anni, dando così modo all’Italia di essere a pieno titolo fra le nazioni più importanti e sviluppate del Pianeta. Ma ora, mentre nel mondo intero l’ombra della crisi ed in alcuni asi del fallimento spaventano tutti e nulla fa presagire qualcosa di buono nel breve periodo, è il momento dei sacrifici e delle misure fatte di “lacrime e sangue” utilizzando una frase detta dal nostro attuale Premier pochi giorni fa.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80 | 81 | 82 | 83 | 84 | 85 | 86 | 87 | 88 | 89 | 90 | 91 | 92 | 93 | 94 | 95 | 96 | 97 | 98 | 99 | 100 | 101 | 102 | 103 | 104 | 105 | 106 | 107 | 108 | 109 | 110 | 111 | 112 | 113 | 114 | 115 | 116 | 117 | 118 | 119 | 120 | 121 | 122 | 123 | 124 | 125 | 126 | 127 | 128 | 129 | 130 | 131 | 132 | 133 | 134 | 135 | 136 | 137 | 138 | 139 | 140 | 141 | 142 | 143 | 144 | 145 | 146 | 147 | 148 | 149 | 150 | 151 | 152 | 153 | 154 | 155 | 156 | 157 | 158 | 159 | 160 | 161 | 162 | 163 | 164 | 165 | 166 | 167 | 168 | 169 | 170 | 171 | 172 | 173
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

articolo presente in Scienza -> Medicina
Autore: Redazione Scientifica
Data: 22/02/2020
Lombardia e Coronavirus: intervista del TGCOM24 all'assessore Melania Rizzoli

La Lombardia è corsa immediatamente ai ripari, la situazione è critica. Il Governatore della Regione Lombardia Attilio Fontana ha incontrato il Ministro della Sanità Roberto Speranza per coordinare un piano d'azione.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 22/02/2020
Coronavirus: il Big Bug

Oggi ecco il vero virus, che si chiama Corona e non è stato sviluppato durante la produzione della famosa birra. Il click! è arrivato anche se non attraverso il crollo delle connessioni e dei sistemi informatici. Il pianeta terra subisce il blocco dei territori, i confini vanno protetti dall’avanzata del nemico, che sia giallo, nero o pellerossa, fa nulla.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 13/02/2020
Coronavirus e altre considerazioni

Il Conte bis è a caccia di soldi. Servono 15 miliardi, da trovare in tutta fretta per avviare la riforma fiscale tanto propagandata, e che dovrebbe portare – secondo le ipotesi non avallate dai fatti – all’agognata semplificazione. Niente di spettacolare, almeno per quanto ne sappiamo fino a oggi. Si tratterebbe di ridurre gli scaglioni reddituali da 5 a 3, copiando il modello tedesco da cui copiamo un mucchio di cose, le peggiori, come il reddito di cittadinanza.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 02/02/2020
Sardine: un movimento impopolare

Dopo i ringraziamenti slinguettanti di Zingaretti alle sardine, per aver ben sostenuto la vincita di Bonaccini, ecco che il movimento ittico, o meglio i leader, arrivano non solo a omaggiare i grandi industriali, gli stessi a cui il governo dice di voler sottrarre la concessione di Autostrade

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -