Sei nella sezione Il Direttore

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/11/2009 15:02:48
Il mondo cambierà. Quando smetteremo di indignarci senza agire.

L’indignazione nasce da un buon sentimento, che è quello di una sorta di onestà mista alla capacità di adeguarsi al cambiamento operato per vie traverse, non dalla naturale evoluzione umana, bensì da ciò che chi comanda, prevede di ottenere. Non accettare scientemente queste vie traverse, sarà alla base di un processo di revisione del concetto comune di cittadinanza. Indignazione è un punto limite. Un punto di non ritorno. E non l’abitudine ad esserlo.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 09/11/2009 17:15:47
Sopravvivere alla Libertà di esistere.Stiamo vivendo una realtà contraddittoria e continuamente contraddetta dai dati statistici. Da un lato siamo una nazione di poveri e cassaintegrati. Dall’altro una nazione di fagocitatori di ogni bene o servizio. Non possiamo fare a meno di nulla. E chi non è realmente in grado di soddisfare la fame bulimica da acquisto, sente su di se una sorta di fallimento sociale.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/10/2009 14:35:25
Abruzzo: uccisi (per la seconda volta) dalla burocraziaCi avviciniamo al settimo mese dopo il sisma in Abruzzo. Di cose se ne sono dette e scritte tante. Si è parlato dello stato di allarme subito dopo il sisma. Dei soccorsi. Dei morti. Delle tendopoli. Della condizione dei terremotati, fisica, logistica e psicologica. E poi, del Decreto 39 per la ricostruzione ed i tanti equivoci e mancati chiarimenti per la ricostruzione. E delle inchieste – sembra insabbiate – sugli eventuali colpevoli delle costruzioni di molti edifici pubblici.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/10/2009 09:47:13
Dominio Mondiale: fra CFR e Bilderberg GroupLo scopo fondamentale della costituzione del CFR fu di creare un filone di letteratura scolastica atto a promuovere e diffondere i benefici di un governo mondiale e attirare l’iscrizione di ricchi intellettuali i quali avrebbero potuto influenzare la direzione della politica estera americana oltre a voler contrastare le tendenze isolazioniste degli americani, contrarie ovviamente agli interessi delle multinazionali Usa.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 25/10/2009 14:21:32
Classe Politica e cittadinanza: un divario enorme che nessuno colma.Hanno almeno un fallimento aziendale alle spalle. Molti sono protestati. Sempre più spesso, hanno le mani in pasta con le grandi organizzazioni malavitose. Giocano coi soldi dei contribuenti. Inciuciano ed utilizzano il denaro pubblico per scopi privati. Sono intoccabili. Guadagnano cifre da capogiro per lavorare il minimo degno di esser nominato. Arrivano alla pensione dopo un nanosecondo e senza aver fatto nulla per meritarlo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 24/10/2009 14:30:52
I calzini turchesi di Mesiano, le cravatte rosa di Fini e Vespa. Messaggi subliminali?I calzini turchesi del Giudice Mesiano, sono già una traccia nella storia. Che il Giudice volesse comunicare qualcosa attraverso il colore delle proprie calze è al di sotto del dubbio. Ma nell’immaginario collettivo, quei calzini turchesi sono divenuti un simbolo. Un mezzo per trasmettere un credo, un’idea, un’opinione. Sono divenuti un vessillo. Di cui, con molta probabilità, si continuerà a discorrere pur senza rendersi conto di aver creato un simbolismo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 19/10/2009 13:17:19
Allarme rosso: siamo tutti malati. ...Di medicine.Se tutta l’Umanità vivesse in salute, le industrie farmaceutiche dovrebbero re-inventarsi un business diverso. Le imprese farmaceutiche devono il loro “successo” economico alle cattive condizioni dell’Umanità. Siamo esse reali, e quindi conseguenza di un qualcosa che perde equilibrio all’interno del complicato sistema dell’organismo umano, siano esse malattie indotte da una serie incredibile di messaggi più o meno occulti che le stesse industrie farmaceutiche veicolano attraverso sofisticate metodiche di marketing a livello mondiale.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 17/10/2009 13:03:28
5 domande del nostro Direttore a tutte le testate nazionaliIn considerazione del fatto che, ormai da molto tempo, la Stampa nazionale parla di se stessa, diatriba contro se stessa ed al più, propone: - domande cui nessuno risponde - sottoscrizioni che dovrebbero essere di poco interesse per la cittadinanza - scampoli di Gossip che emarginano la vera Informazione propongo a tutte le testate nazionali ed ai colleghi giornalisti e Direttori vari, le seguenti 5 domande:

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 16/10/2009 09:13:38
Riproponiamo un articolo del Direttore Emilia Urso Anfuso pubblicato a fine Luglio 2009, sulla "Banca del Mezzogiorno" e molti strani accadimenti. Da ieri, si riparla di questa Banca...ma attenzione... La “Banca del mezzogiorno” è uno di questi fatti. Nella Finanziaria del 2006 il Ministro Tremonti, inserì la costituzione di questa Banca, che nell’immaginario del mondo economico nazionale, doveva – e dovrebbe ancora – rappresentare un punto di riferimento per il credito agevolato delle zone cosidette “sottoutilizzate”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 15/10/2009 13:34:11
Denaro e Democrazia: un binomio impossibile.Vi siete mai chiesti da cosa derivi il termine “Capitale” usato in Economia? Proviene da “capi” riferiti ai capi di bestiame che anticamente venivano utilizzati per lo scambio di beni, ancor prima che qualcuno pensasse bene di creare la moneta. In pratica, i capi di bestiame rappresentavano la “moneta” di scambio per ottenere altri generi di necessità. Sono occorsi circa duemila anni da allora, prima che il concetto di baratto si sviluppasse nel criterio di scambio fra valore del prodotto acquisito e controvalore in materiali preziosi quali l’oro, l’argento ed il rame.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/10/2009 11:36:40
Morti di Informazione.Non hanno tempo. Sono presi da altre beghe. Non possono perder tempo con amenità tipo la sussistenza delle fasce deboli, o l’inclusione dei disabili o con l’economia in crisi che sta fagocitando milioni di famiglie e messo a terra milioni di lavoratori e piccole imprese. Hanno altro da fare. Cose importanti. Così importanti da non lasciare spazio alcuno a tutto il resto. La loro attenzione è tutta completamente dedicata a fatti e persone che non hanno nulla a che vedere con le beghe della gente comune. Vivono in un’altro mondo. Loro.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 10/10/2009 18:02:56
L’Italia crolla. Siamo un Paese fondato sull'abusivismo. Edilizio.Siamo un Paese fondato sull’abusivismo edilizio. Eppure, abbiamo una legislazione in materia che fa venire i brividi a qualsiasi altra nazione europea. Gli iter amministrativi legali, se conosciuti, farebbero togliere qualsiasi voglia di edificazione a qualsiasi cittadino ed impresa edile. Soffochiamo di burocrazia. Sarà questo il motivo per cui poi, realisticamente. Si trova la “soluzione” a tutto, quella che accontenta chi costruisce, chi compra chi firma le approvazioni sulle edificazioni?

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 10/10/2009 14:41:14
“Art. 50. - Le funzioni di Senatore e di Deputato non danno luogo a retribuzione o indennitàEccoci quindi alla perdita della missione reale che la politica un tempo ha avuto. Al ribaltamento totale della condizione umana esasperata dal potere sempre più assoluto e commisto al potere economico, che tutto spazza e spiazza e rende così lontani dal poter minimamente contare su una reale volontà di far beneficiare il Paese piuttosto che le tasche di quegli “Onorevoli” signori che oggi siedono beffardi sulle loro poltrone. A volte un po’ di ripasso della Storia, non può che rendere oltre che maggiormente edotti, anche inclini ad una maggiore riflessione, che ci si augura non rimanga tale, ma spunto per ritrovare la capacità di interloquire da cittadini attivi e non passivi di uno scenario ormai così perverso da non poter realisticamente essere accettato sopra ogni cosa.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 09/10/2009 17:02:12
xformare.it Buone notizie per la formazione professionale online gratuitaDiciamolo: le buone notizie da tempo, non fanno notizia. Aberrante in realtà ma paradossalmente vero. Le notizie devono essere forti, comprensive di qualche scandalo, una buona dose di ipotesi dubbie. In alcuni casi, il computo dei morti avalla l’interesse di qualche informazione. La Società attuale si fonda ormai su una gestione delle informazioni che appare completamente contraddittoria ed in alcuni casi, fittizia. Informazione non significa certamente stesura della lista dei morti quotidiani, rendiconto delle diatribe in tema politico oppure osservazione dello scandalo del giorno applicato ora ad un evento ora ad un personaggio.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/10/2009 14:56:23
Gratta e vivi...! Ovvero...una lotteria vi salverà. (?)Cosa sia accaduto fra queste cose d’altri tempi e la situazione attuale si sa: un po’ l’aumento dell’età media che ha fatto si che i giovani in realtà versassero contributi non più per se stessi ma per i tanti anziani pensionati, un po’ per il fatto che il lavoro è divenuto precario e molto spesso quel po’ di lavoro che si trova non garantisce ricompensa, ed anche “grazie” alla riforma sui contratti di lavoro che ha creato la baraonda dei cosidetti “lavoratori atipici” che lo sono già per il solo fatto di aver firmato un contratto con una serie infinita di non garanzie per il lavoratore, ecco che l’Italiano medio di tutte le età, ha dovuto inventarsi qualche benedetta opzione per campare.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 05/10/2009 14:45:29
Poggiolini, il sangue e le stragi di Stato.La strategia industriale di un comparto farmaceutico statunitense che tratta emoderivati, fu quella di abbattere i costi delle materie prime - in questo caso il sangue umano - enon procedendo ad alcun tipo di analisi preventiva o successiva sterilizzazione, tanto da utilizzare ettolitri di sangue spesso infettati da virus come l’HIV, l’epatite C ed altre temibili malattie. Le conseguenze furono disastrose: si calcola che fra gli anni ’70 ed ’80, oltre 70.000 persone furono contagiate con il virus dell’epatite C e 2.000 con il virus dell’HIV. Ma il dato ancora più sconcertante è che ben 4.500 di queste persone dopo essere stati infettati, trovarono la morte.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 01/10/2009 09:52:59
Scudo fiscale? E noi chiediamo la sanatoria fiscale per i contribuenti Italiani!Se tutto il denaro riportato in Italia sia pulito o meno, non ci sarà dato sapere. Ma non è questo il punto. La cosa fondamentale, di cui nessuno parla è che questa agevolazione nei confronti dei ricchi imprenditori, attori, sportivi italiani illumina una discrepanza abnorme: quella fra comuni cittadini contribuenti ed evasori globali che, invece di pagare la parcella per i loro introiti ed addirittura per l’enorme evasione fiscale, si ritrovano con una amichevole pacca sulle spalle e senza nemmeno la vergogna di esser resi noti.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 30/09/2009 15:39:15
C’era una volta…una Società fondata sul Lavoro. E sulla cultura, la scienza, la scoperta. I cittadini erano contenti: si poteva lavorare o scegliere di navigare. E qualcuno addirittura, sceglieva di starsene in campagna, con i prati e le mucche, sotto il sole d’estate e le stelle nelle notti d’inverno. Si viveva. Se lavoravi avevi la tua contro partita. E se non avevi voglia di studiare o di lavorare, potevi sempre fare la fame. Dignitosamente però. E dopo una dura vita di lavoro, la tua nazione ti dava quel tanto per farti vivere la tua vecchiaia, senza dover chiedere niente a nessuno. Nemmeno l’elemosina.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 29/09/2009 13:19:55
Essere Silvio Berlusconi.Magari per un giorno. Un’ora. Un attimo. Chi non ha pensato di voler essere Silvio Berlusconi? Nel 1999 un film particolarissimo e magistralmente interpretato da John Malcowich, Camerun Diaz e John Cusack, descriveva una storia incredibilmente fantastica. La creatività dello scrittore del soggetto – Charlie Kaufman – diede vita ad una storia completamente surreale. In sintesi nel film i protagonisti scoprono che attraverso un piccolo tunnel, è possibile calarsi direttamente…nella mente dell’attore John Malkowich e di conseguenza poter “vedere” e “sentire” esattamente ciò che l’attore vede e sente.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/09/2009 15:58:52
Libertà di Stampa o “solo” conflitto di interessi?« Chiunque ha il diritto alla libertà di opinione ed espressione; questo diritto include libertà a sostenere personali opinioni senza interferenze ed a cercare, ricevere, ed insegnare informazioni e idee attraverso qualsiasi mezzo informativo indipendentemente dal fatto che esso attraversi le frontiere »
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 22/02/2019 06:46:34
Autovetture a guida autonoma: non sottovalutiamo la questione morale

Partiamo da un punto fondamentale: le decisioni morali. Durante la realizzazione di una recente ricerca internazionale, sono stati analizzati milioni di risposte date al domande sulle decisioni morali in relazione alla guida autonoma. Le risposte, rese da cittadini di varie nazioni, sono poi state utilizzate per permettere ai tecnici che si occupano dello sviluppo delle tecnologie dedicate alla guida autonoma, per tentare di superare una questione che corre sul filo dell’etica.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 17/02/2019 06:49:11
Italiani: dite e non fate, vi lamentate e subite

Cosa porti il popolo italiano a sopportare tutto questo, mi è ignoto a livello umano. Da giornalista, invece, ribadisco un concetto: se non si è alla fame, si tace. Se non si è alla fame, si va avanti in silenzio, con la garanzia di avere comunque le spalle coperte. Il vero problema che gli italiani sembrano ignorare è che, un giorno, i loro figli e nipoti si troveranno davvero col culo per terra. 

 

Leggi l'articolo

Autore: Il Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 08/02/2019 14:10:07
Padre Patriciello vince la causa per diffamazione. Risarcimento devoluto ai bambini malati di cancro

Padre Maurizio Patriciello, editorialista di Avvenire e parroco del Parco Verde di Caivano, da sempre im prima linea contro l'avvelenamento ambientale delle aree campane, ha ottenuto giustizia dopo aver subito una campagna di diffamazione a mezzo stampa, operata dal giornalista Alfonso Mornile, che ha poi diffuso gli articoli attraverso Facebook.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 07/02/2019 14:21:41
Reddito di cittadinanza: non cancella la povertà e alimenta il precariato

Siamo la nazione europea che paga meno i lavoratori. Dal 2000 al 2017 gli aumenti salariali nazionali si sono attestati su circa 400 euro annui, contro - per esempio - i 5.000 della Germania. Dieci volte meno, in pratica

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -