Sei nella sezione Il Direttore

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/07/2009 11:41:12
E' guerra razzista. Fra Italiani. A Torino si dividono i bambini: per classe sociale.Per tutto esiste – o dovrebbe esistere – un limite. Per ogni espressione della vita. Della quotidianità. Dei sentimenti. Un qualcosa che non permetta di andare oltre una serie di pensieri e motivazioni. Quel punto di stop, che rende l’Essere Umano pensante, ragionante. Raziocinante, insomma. Quella logica senza troppe pretese che dovrebbe fare più parte del codice genetico globale dell’umanità piuttosto che derivante da contorcimenti ed aberrazioni di un pensiero distorto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/07/2009 11:51:33
Prima di tutto: Cittadini. Il Potere? Viene dopo.

C’è qualcosa che da decenni, non funziona come dovrebbe. E’ un modo di affrontare. Di pensare. Di riflettere. Di parlare. Una condizione prettamente mentale. Che non conduce a progressi. Sfronda le migliori idee. Riduce la partecipazione. E’ quel modo poliedrico di intervenire. Quel dire senza nulla fare. Quel proporre senza alcuna proposta valida. Quel polemizzare senza costrutto. Così, per dare in qualche messaggio alle folle.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/07/2009 10:55:41
Abusi sui minori e violenze alle donne: tornano i criminali nazionali.Dopo aver passato mesi nell’ansia dello stupratore Romeno o Nigeriano, dopo le cronache battenti sulle aggressioni alle donne indifese vittime dello straniero, dopo il Decreto Sicurezza e le polemiche conseguenti, la violenza torna a parlare la nostra lingua. Torna lo stupratore. Ma questa volta parla italiano. Le “campagne di sensibilizzazione” operate sull’opinione pubblica, hanno sortito le reazioni desiderate, più che sperate. La popolazione costretta a dichiararsi attaccata dalle etnie dell’Est piuttosto che da quelle africane, hanno gettato la spugna e reso il servizio voluto al Paese: il razzismo incondizionato. Quel razzismo che urla vendetta e ha fretta di Decreti creati allo scopo di far sentire tutti, più “sicuri”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/07/2009 12:47:00
Berlusconi: un’ipotesi di complotto (?) ed i messaggi trasversali.Il complotto fa parte della storia dell’umanità da sempre. Da che l’Essere Umano ha conosciuto lo Stato Sociale, l’aggregazione ed il Potere. Il complotto, contro il personaggio o la situazione di turno, è parte integrante di un processo che tende alla destabilizzazione di un potere o di un percorso. Sia esso storico o politico. Il complotto, si basa su una serie di idee alternative a chi è oggetto e riferimento ultimo della cospirazione. La storia, riporta decine e decine di complotti perpetrati e giunti a destinazione e centinaia di ipotesi di complotto: quando ciò non è stato provato infatti, si può solo parlare di ipotesi e dubbi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/07/2009 18:24:59
“Piano anticrisi 2009”: fra finanziamenti mai dichiarati e cavilli contro i contribuenti.Completamente assorbiti dalle vicende quotidiane nazionali ed internazionali, l’attenzione è totalmente condizionata dagli acacdimenti. Un giorno un disastro. Un giorno un altro. E poi le guerre internazionali. I fatti e misfatti nazionali. Ce n’è di che pensare, riflettere e parlare per una vita intera.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/07/2009 11:23:49
LaC’è per caso qualcosa di strano ad andare a cena in casa di amici? Certamente no. La convivialità è l’espressione antichissima di una umanità che vive in una condizione di vari momenti di aggregazione. Fa parte del codice genetico da millenni. Da che si è scoperto che stare in compagnia per molti versi è meglio che andarsene in giro da soli. Le condizioni di amicizia, da sempre, si fondano su basi specifiche: ci si conosce, si condividono opinioni, si apprezzano le peculiarità caratteriali dell’altro, ci riconosciamo in una serie di espressioni che ci sembrano compatibili col nostro essere e la nostra personalità.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 01/07/2009 10:03:44
Colpi di Stato: ecco i nuovi metodi Occidentali.C’è stato un tempo in cui, i Colpi di Stato si giocavano con armi diverse. Nell’immaginario collettivo, conserviamo ancora memoria di Poteri ribaltati dalle forze armate. Presa dei canali di Comunicazione. Arresti a tappeto sugli esponenti del Governo spodestato. Forti pressioni sulla cittadinanza. Di esempi ne abbiamo molti: Libia, Birmania, Iran. La stessa Italia col tentato Golpe del 1970: il Colpo di Stato “Borghese” organizzato da Junio Valerio Borghese.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 24/06/2009 11:14:33
Controllare le Masse. Il Sistema e le nuove regole di Regime.Che cosa rende possibile l’assoggettazione totale di un Popolo al Potere che lo controlla e gestisce? Quali sono i parametri presi in considerazione dal Sistema che opera forti pressioni sugli individui senza che gli stessi se ne accorgano? E qual è il livello di persuasione che il Sistema riesce ad operare sulle Masse? Questi sono alcuni degli interrogativi che tutti dobbiamo porci, se realisticamente vogliamo essere in grado di stabilire se le scelte che operiamo ogni giorno all’interno del nostro microcosmo sono frutto delle nostre riflessioni o meno.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 17/06/2009 13:09:37
Fare. Per esistere. La voce muta degli Italiani.In Italia da decenni, abbiamo una situazione politica realmente bizzarra, se comparata alla maggior parte delle grandi nazioni. Il mondo politico, realisticamente, non opera tanto per amministrare al meglio il Paese, bensì per sviluppare normative che poco hanno a che fare con la vita dei cittadini ed il miglioramento delle condizioni socio economiche dei privati. In primis, l'annosa diatriba sulle Leggi elettorali: abbiamo uno degli utlimi esempi a portata di mano: il 21 Giugno un referendum - questa volta popolare - decreterà l'ammissibilità o meno delle attuali norme elettorali.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 17/06/2009 10:06:05
Italia. Il Sud e lo strano caso della Banca del Mezzogiorno

A volte, risalire al bandolo della matassa di certi fatti, appare difficile. Lo diviene ancor più, se nel fatto coesistono interessi economici. E la difficoltà, cresce in maniera esponenziale, nel momento in cui questi interessi economici hanno commistione fra il pubblico ed il privato. La “Banca del mezzogiorno” è uno di questi fatti. Nella Finanziaria del 2006 il Ministro Tremonti, inserì la costituzione di questa Banca, che nell’immaginario del mondo economico nazionale, doveva – e dovrebbe ancora – rappresentare un punto di riferimento per il credito agevolato delle zone cosidette “sottoutilizzate”.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 15/06/2009 12:50:48
Finanziaria triennale: quasi nessuno la ricorda più...Nel 2008, primo esempio fra tutti, il governo ha varato una finanziaria triennale. La motivazione addotta ad una innovazione del genere, è stata che in questo modo era possibile programmare anzitempo una serie di misure economiche atte alla migliore gestione del Paese. Non so quanti lettori lo ricordino. E fra chi lo ricorda, cosa contenga questa manovra triennale. Ampi ed articolati capitoli su tagli finanziari. Da effettuare in comparti già agonizzanti, come ad esempio la scuola pubblica, i Ministeri, la Sicurezza, la Sanità e - ciliegina sulla torta - sui rinnovi contrattuali pubblici.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 09/06/2009 13:22:19
Parametri di Sicurezza: ma li conosciamo tutti?Il concetto di Sicurezza, è radicato nel codice genetico umano. L’Essere discerne fondamentalmente fra ciò che è sicuro e cosa non lo è. E se un tempo la Sicurezza passava per ambiti diversi da quella attuale, considerando ad esempio l’alta mortalità per malattie che non trovavano cura, per epidemie che oggi sono debellate grazie all’evoluzione della Scienza medica o per carestie che decimavano in un attimo popolazioni intere, oggi ci si ritrova ad affrontare nuove tipologie di insicurezza, figlie della Società dello sviluppo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 07/06/2009 13:00:43
Disabili: quando la “Piove sempre sul bagnato”. Un detto popolare ed antico, che designa uno stato in essere relativo all’aggiungersi – nel bene e nel male – di eventi di vario tipo. Il ricco troverà sempre più ricchezza. Il povero, una conseguente povertà. E via via, accostandosi ad altri parametri, si potrà utilizzare questo motto sulla sfortuna reiterata o sulla capacità di aggiungere pregio al pregio.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/06/2009 14:18:51
Ribaltare l'ordine delle cose: l'Alternativa Siamo un Paese disposto a tutto. Ad accettare l’inaccettabile. A calare la testa. A considerarsi vittime, ma compiacenti. Ad essere supini spettatori del mistero del Potere, che tanto mistero non è più. Una nazione votata alla massima espressione della polemica. Sterile. Che riempie di aria bocche e cervelli. Un popolo di maniaci dell’appunto: tutti hanno qualcosa di importantissimo da dire. Pochi una reale volontà di fare. Una nazione l’Italia, vittima di se stessa, consapevole dei propri errori eppure reiterante delle stesse colpe. Un Paese convinto di essere all’avanguardia. A parole.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 02/06/2009 19:36:20
Campagna elettorale. Manifesti selvaggi: pagano i contribuenti.Eccoci agli sgoccioli della campagna elettorale. Fra poco si chiuderanno le interviste. I talk show. Gli incontri/scontro fra candidati. Non si sentirà più parlare di Par condicio. E nemmeno di programmi politici. Il 6 e 7 Giugno prossimi, gli elettori decideranno nomi e partiti a rappresentarli all’interno della Comunità Europea. Punto. Il dopo, lo conosceremo presto. Nel frattempo, pochi parlano di un evento che puntuale si presenta in tutte le città ed i paesi della nazione: lo scellerato attacchinaggio selvaggio senza alcuna regola.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 29/05/2009 15:05:54
Otto miliardi: la cifra più sbandierata dai Governi Italiani.

Leggendo e rileggendo fra le informazioni, recenti e meno, c’è una cifra che ricorre e si rincorre di Governo in Governo. Il numero è 8. Gli zeri, portano la cifra a miliardi. Otto miliardi quindi. Fu questa la cifra dichiarata alla fine del 2007 dal precedente Governo Prodi relativa ad un extragettito derivato da una azione mirata contro l’evasione fiscale. In un primo tempo, furono molte le dichiarazioni, sia da parte di Prodi che del vice premier Rutelli e del Ministro delle Finanze Padoa Schioppa, che confortarono per un po’ le speranze degli Italiani.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/05/2009 15:57:29
Attenzione al digitale terrestre: il grande bluff (?)Proclamato come innovazione assoluta attraverso le presentazioni televisive, in realtà questo sistema di trasmissione non è esattamente una novità. Negli Stati Uniti ed in Gran Bretagna, le prime sperimentazioni di questo sistema sono relative addirittura ai primi anni ’70. E già verso la fine degli anni ’90, a parte America ed Inghilterra, paesi come la Finlandia, la Svezia e la Svizzera hanno effettuato il passaggio globale a questa tecnologia. Via via, la maggior parte delle nazioni si sono adeguate.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 25/05/2009 17:22:13
Collaboratori Mediaset in sciopero: oscurati per poca par condicio…Una notizia che non trapela. Fra le tante. Una notizia da tenere ben oscurata. Che se lo sa la gente cosa accade, mentre i media nazionali sommergono la platea dei contribuenti con la tormenta di polemiche pre elettorali – come d’uso ormai – cui seguiranno, ovvio, le polemiche post elettorali, e con i fatti e misfatti privati del Premier Berlusconi, fra decaloghi e pentaloghi di domande cui tutti si attende invana risposta. E con le notizie sempre più rarefatte che riguardano il sisma in Abruzzo...

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 23/05/2009 16:23:16
Morire di par condicio.Non è una novità. Che i piccoli partiti non godano di quella possibilità di presentarsi al Paese ed ai cittadini proponendo i loro programmi, è già storia antica. Circa un anno fa, in piena campagna elettorale, Boselli - candidato leder dei Socialisti – fu invitato solo da Bruno Vespa nel suo Porta a Porta, ma solo verso la fine della campagna elettorale, a giochi fatti: come dire, proprio per non palesare in maniera troppo eclatante l’oscuramento ad omnia operato sopratutto dai media nei confronti dei partiti minori.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 22/05/2009 15:48:02
Referendum 2009: ecco cosa accadrà se...Di referendum, l’Italia e quella parte di mondo che segue sempre da vicino le nostre vicende interne, ha parlato quel breve lasso di tempo utile a sperperare energie ed in alcuni casi, fondi utilizzati per la creazione di manifesti di protesta contro chi voleva o meno uniformare la data di questo mezzo popolare che decreta la possibilità, per la cittadinanza, di poter decidere su Leggi che possono non essere in linea con il consenso globale.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/08/2019 13:52:56
Crisi di governo: si poteva evitare scegliendo altre strategie

Salvini in questi mesi ha concentrato le sue energie verso la chiusura dei porti, per dimostrare a una fetta di elettorato che si poteva fare, ma ha dovuto incassare gli sbarchi metodici dei migranti dalle navi delle ONG che, puntualmente, li hanno trasferiti sulle nostre coste. Il Ministro degli Interni ha fatto un errore madornale: avrebbe dovuto puntare tutto sulla spiegazione del perché i migranti arrivino tutti sulle nostre coste, invece di abbracciare la missione – impossibile - di sbarrare loro l’accesso.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 16/08/2019 19:10:36
Addio a Felice Gimondi

Il grande ciclista italiano Felice Gimondi, ha perso la vita oggi a Giardini Naxos a causa di un infarto. Il prossimo 26 Settembre avrebbe compiuto 77 anni.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/08/2019 08:34:51
La vita non è correre sul tapis roulant

Nadia Toffa è volata via a 40 anni. La sua dipartita apre una riflessione che travalica ogni discussione filosofica sulla vita e la morte, perché consente di riflettere sugli umani del terzo millennio, e su una parte di essi, che hanno assimilato una convinzione contorta su ciò che siamo e su come interagiamo tra noi, attraverso gli strumenti tecnologici che fan sentire moderni e civilizzati anche gli individui che, nel percorso dell’evoluzione della specie, son rimasti parecchio indietro.

Leggi l'articolo

Autore: La Redazuibe
Data: 13/08/2019 12:38:45
Addio Nadia

Grazie per essere esistita, Nadia

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -