Sei nella sezione Il Direttore

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 31/07/2009 15:17:56
Sud: quanto ancora deve pagare?Il Sud del nostro Paese è questione controversa da sempre. Un’area vastissima del territorio, eppure continuamente assoggettata al resto della Nazione in quanto a sviluppo industriale, imprenditoriale e delle infrastrutture. Regioni – quelle del Sud – che eppure hanno prodotto nelle varie epoche, rivoluzioni storiche, produzione di cervelli eccellenti e una sorta di contraddittoria dignità fatta di parametri totalmente diversi da ciò che si considera in senso più nazionalistico.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 28/07/2009 13:05:27
Malattia mentale: al centro dell'attenzione solo il business delle strutture privateC’è un mondo oscuro, abitato da persone invisibili. Sorde. Inaccessibili. Un mondo entro il quale l’unico suino percepibile è la disperazione. Un mondo vasto, spaventosamente sviluppato. Eppure, tenuto ben lontano dalla realtà quotidiana e dalle cronache dei Media nazionali. E’ il mondo della malattia mentale. In Italia, i casi accertati di persone con disagio mentale, arrivano a malapena a circa 500.000 unità. Questi dati si evincono dall’accesso alla terapia attraverso al frequentazione dei Centri di Igiene Mentale, servizio pubblico a disposizione dei cittadini che necessitano ora di cure psichiatriche ora di supporto psicologico.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 27/07/2009 15:22:23
Lo strano senso di “sicurezza” del Decreto Sicurezza 2009Approvato al Senato, l’ormai famoso Decreto Sicurezza 2009 promette un futuro infuocato per molti aspetti. PD, IdV e UDC contrari, ma il Decreto è passato grazie al voto favorevole di PDL, Lega Nord e MpA. All’interno del Decreto in questione, sono molte le cose che spingono a riflettere. E gli scontri avvenuti nelle ultime ore a Massa fra le prime ronde autorizzate – pur con chiare connotazioni politiche di estrema destra, contro la stessa normativa in atto - e chi è contro queste organizzazioni di cittadini che sosterranno la sicurezza pubblica, sono i primi esempi di un malessere diffuso che stiamo tutti vivendo da molto tempo nel nostro Paese.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 23/07/2009 11:37:27
Crisi economica: l’usura sale vertiginosamenteCrisi Economica. Da quando dallo scorso anno, è stata palesata a tutto tondo a livello internazionale, se ne parla ad ogni piè sospinto. Siamo tutti – più o meno – vittime della Crisi. Una minaccia incombente che, man mano ha perso persino i contorni ed i contenuti. Crisi Economica. Generico concetto che non ha più ne cause ne ragioni. Esiste. Spesso non si sa spiegare cosa sia e da cosa derivi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 21/07/2009 16:54:24
Quando l’acqua non lava l’onta. Privatizzazioni selvagge: pagheremo cara ogni goccia.Acqua. Un bene di tutti. Una risorsa per tutti. Acqua. Semplice e trasparente. L’Essere Umano ne è composto per l’85%. La vita non potrebbe esistere senza. Nulla avrebbe mai auto inizio, senza l’acqua. Difficile quindi immaginare che esseri umani, composti dalle stesse molecole di ogni essere umano presente sulla terra, possano pensare di metterci le mani sopra. Ed ancor più duro da mandar giù, constatare che venga fatto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/07/2009 15:16:01
Milano ed il nuovo proibizionismo. Alcol: ti avrò ad ogni costo (?)All’inizio del ‘900 negli Stati Uniti, il diffuso consumo di alcool nella popolazione, ed una tendenza tutta conservatrice spinta fino ad un eccessivo puritanesimo contro qualsiasi stile di vita letto come “vizioso”, portò alla storica decisione del divieto di “produrre, importare, esportare e vendere bevande alcoliche” così come era possibile leggere nel XVIII emendamento alla Costituzione Americana, creato alla bisogna.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 15/07/2009 17:54:26
Il coraggio di direFino agli anni ’70, la Mafia non era riconosciuta come entità concreta e da combattere come organizzazione criminale. Era piuttosto una leggenda. Una storia raccontata sottovoce. Un dubbio. Una ipotesi da scartare. Si è dovuto aspettare stragi su stragi ad opera dei grandi Padrini, Riina e Provenzano, per ammettere persino nelle aule giudiziarie, l’esistenza di una organizzazione talmente grande e potente, che fino a quel punto nessuno voleva – o poteva – ammettere che esistesse.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/07/2009 11:41:12
E' guerra razzista. Fra Italiani. A Torino si dividono i bambini: per classe sociale.Per tutto esiste – o dovrebbe esistere – un limite. Per ogni espressione della vita. Della quotidianità. Dei sentimenti. Un qualcosa che non permetta di andare oltre una serie di pensieri e motivazioni. Quel punto di stop, che rende l’Essere Umano pensante, ragionante. Raziocinante, insomma. Quella logica senza troppe pretese che dovrebbe fare più parte del codice genetico globale dell’umanità piuttosto che derivante da contorcimenti ed aberrazioni di un pensiero distorto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/07/2009 11:51:33
Prima di tutto: Cittadini. Il Potere? Viene dopo.

C’è qualcosa che da decenni, non funziona come dovrebbe. E’ un modo di affrontare. Di pensare. Di riflettere. Di parlare. Una condizione prettamente mentale. Che non conduce a progressi. Sfronda le migliori idee. Riduce la partecipazione. E’ quel modo poliedrico di intervenire. Quel dire senza nulla fare. Quel proporre senza alcuna proposta valida. Quel polemizzare senza costrutto. Così, per dare in qualche messaggio alle folle.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/07/2009 10:55:41
Abusi sui minori e violenze alle donne: tornano i criminali nazionali.Dopo aver passato mesi nell’ansia dello stupratore Romeno o Nigeriano, dopo le cronache battenti sulle aggressioni alle donne indifese vittime dello straniero, dopo il Decreto Sicurezza e le polemiche conseguenti, la violenza torna a parlare la nostra lingua. Torna lo stupratore. Ma questa volta parla italiano. Le “campagne di sensibilizzazione” operate sull’opinione pubblica, hanno sortito le reazioni desiderate, più che sperate. La popolazione costretta a dichiararsi attaccata dalle etnie dell’Est piuttosto che da quelle africane, hanno gettato la spugna e reso il servizio voluto al Paese: il razzismo incondizionato. Quel razzismo che urla vendetta e ha fretta di Decreti creati allo scopo di far sentire tutti, più “sicuri”.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/07/2009 12:47:00
Berlusconi: un’ipotesi di complotto (?) ed i messaggi trasversali.Il complotto fa parte della storia dell’umanità da sempre. Da che l’Essere Umano ha conosciuto lo Stato Sociale, l’aggregazione ed il Potere. Il complotto, contro il personaggio o la situazione di turno, è parte integrante di un processo che tende alla destabilizzazione di un potere o di un percorso. Sia esso storico o politico. Il complotto, si basa su una serie di idee alternative a chi è oggetto e riferimento ultimo della cospirazione. La storia, riporta decine e decine di complotti perpetrati e giunti a destinazione e centinaia di ipotesi di complotto: quando ciò non è stato provato infatti, si può solo parlare di ipotesi e dubbi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/07/2009 18:24:59
“Piano anticrisi 2009”: fra finanziamenti mai dichiarati e cavilli contro i contribuenti.Completamente assorbiti dalle vicende quotidiane nazionali ed internazionali, l’attenzione è totalmente condizionata dagli acacdimenti. Un giorno un disastro. Un giorno un altro. E poi le guerre internazionali. I fatti e misfatti nazionali. Ce n’è di che pensare, riflettere e parlare per una vita intera.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 03/07/2009 11:23:49
LaC’è per caso qualcosa di strano ad andare a cena in casa di amici? Certamente no. La convivialità è l’espressione antichissima di una umanità che vive in una condizione di vari momenti di aggregazione. Fa parte del codice genetico da millenni. Da che si è scoperto che stare in compagnia per molti versi è meglio che andarsene in giro da soli. Le condizioni di amicizia, da sempre, si fondano su basi specifiche: ci si conosce, si condividono opinioni, si apprezzano le peculiarità caratteriali dell’altro, ci riconosciamo in una serie di espressioni che ci sembrano compatibili col nostro essere e la nostra personalità.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 01/07/2009 10:03:44
Colpi di Stato: ecco i nuovi metodi Occidentali.C’è stato un tempo in cui, i Colpi di Stato si giocavano con armi diverse. Nell’immaginario collettivo, conserviamo ancora memoria di Poteri ribaltati dalle forze armate. Presa dei canali di Comunicazione. Arresti a tappeto sugli esponenti del Governo spodestato. Forti pressioni sulla cittadinanza. Di esempi ne abbiamo molti: Libia, Birmania, Iran. La stessa Italia col tentato Golpe del 1970: il Colpo di Stato “Borghese” organizzato da Junio Valerio Borghese.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 24/06/2009 11:14:33
Controllare le Masse. Il Sistema e le nuove regole di Regime.Che cosa rende possibile l’assoggettazione totale di un Popolo al Potere che lo controlla e gestisce? Quali sono i parametri presi in considerazione dal Sistema che opera forti pressioni sugli individui senza che gli stessi se ne accorgano? E qual è il livello di persuasione che il Sistema riesce ad operare sulle Masse? Questi sono alcuni degli interrogativi che tutti dobbiamo porci, se realisticamente vogliamo essere in grado di stabilire se le scelte che operiamo ogni giorno all’interno del nostro microcosmo sono frutto delle nostre riflessioni o meno.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 17/06/2009 13:09:37
Fare. Per esistere. La voce muta degli Italiani.In Italia da decenni, abbiamo una situazione politica realmente bizzarra, se comparata alla maggior parte delle grandi nazioni. Il mondo politico, realisticamente, non opera tanto per amministrare al meglio il Paese, bensì per sviluppare normative che poco hanno a che fare con la vita dei cittadini ed il miglioramento delle condizioni socio economiche dei privati. In primis, l'annosa diatriba sulle Leggi elettorali: abbiamo uno degli utlimi esempi a portata di mano: il 21 Giugno un referendum - questa volta popolare - decreterà l'ammissibilità o meno delle attuali norme elettorali.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 17/06/2009 10:06:05
Italia. Il Sud e lo strano caso della Banca del Mezzogiorno

A volte, risalire al bandolo della matassa di certi fatti, appare difficile. Lo diviene ancor più, se nel fatto coesistono interessi economici. E la difficoltà, cresce in maniera esponenziale, nel momento in cui questi interessi economici hanno commistione fra il pubblico ed il privato. La “Banca del mezzogiorno” è uno di questi fatti. Nella Finanziaria del 2006 il Ministro Tremonti, inserì la costituzione di questa Banca, che nell’immaginario del mondo economico nazionale, doveva – e dovrebbe ancora – rappresentare un punto di riferimento per il credito agevolato delle zone cosidette “sottoutilizzate”.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 15/06/2009 12:50:48
Finanziaria triennale: quasi nessuno la ricorda più...Nel 2008, primo esempio fra tutti, il governo ha varato una finanziaria triennale. La motivazione addotta ad una innovazione del genere, è stata che in questo modo era possibile programmare anzitempo una serie di misure economiche atte alla migliore gestione del Paese. Non so quanti lettori lo ricordino. E fra chi lo ricorda, cosa contenga questa manovra triennale. Ampi ed articolati capitoli su tagli finanziari. Da effettuare in comparti già agonizzanti, come ad esempio la scuola pubblica, i Ministeri, la Sicurezza, la Sanità e - ciliegina sulla torta - sui rinnovi contrattuali pubblici.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 09/06/2009 13:22:19
Parametri di Sicurezza: ma li conosciamo tutti?Il concetto di Sicurezza, è radicato nel codice genetico umano. L’Essere discerne fondamentalmente fra ciò che è sicuro e cosa non lo è. E se un tempo la Sicurezza passava per ambiti diversi da quella attuale, considerando ad esempio l’alta mortalità per malattie che non trovavano cura, per epidemie che oggi sono debellate grazie all’evoluzione della Scienza medica o per carestie che decimavano in un attimo popolazioni intere, oggi ci si ritrova ad affrontare nuove tipologie di insicurezza, figlie della Società dello sviluppo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 07/06/2009 13:00:43
Disabili: quando la “Piove sempre sul bagnato”. Un detto popolare ed antico, che designa uno stato in essere relativo all’aggiungersi – nel bene e nel male – di eventi di vario tipo. Il ricco troverà sempre più ricchezza. Il povero, una conseguente povertà. E via via, accostandosi ad altri parametri, si potrà utilizzare questo motto sulla sfortuna reiterata o sulla capacità di aggiungere pregio al pregio.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

articolo presente in Economia -> Finanza
Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 17/10/2019 18:30:07
Conte promette meno tasse. Forse non ha letto il DL Fisco

La nuova legge di bilancio è stata approvata – nottetempo of course – e non contiene le strabilianti dichiarazioni del bis premier Conte, che a parole parla della volontà di far uscire dal pantano della peggiore pressione fiscale d’Europa il popolo italiano. Quando mai…il testo definitivo è stato ora inviato alla  Commissione Europea, e presumibilmente il testo definitivo sarà presentato intorno al 20 Ottobre.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 09/10/2019 16:18:42
Ogni volta che Di Maio esulta in Italia muore un pezzo di Democrazia

Attualmente, il numero di cittadini per singolo deputato è pari a 96.000 mentre ogni singolo senatore rappresenta 188.424 italiani. con la riforma di cui stiamo parlando, a ogni deputato corrisponderanno 151.210 abitanti e a ogni senatori 302.420.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 04/10/2019 06:34:18
Dittatura in salsa digitale

Tutto ciò che accade in economia, e in politica, non accade per caso. Troppo spesso il cittadino comune ritiene che ciò che gli arriva come una sprangata sulla testa, e che si ripercuote contro il suo portafogli, sia solo frutto di incapacità a gestire la cosa pubblica...

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 29/09/2019 07:07:27
Greta Thunberg: gli effetti delle sue campagne non sono a sostegno del clima

“Ma è una bella manifestazione di unità su un tema importante”! bene: che lo facciano gli adulti allora. Magari mamme casalinghe e padri in cassaintegrazione, portando avanti la missione di “salvare il futuro dei figli, dei nipoti e pronipoti, evitando al contempo di fare la figura di coloro che “Hanno distrutto l’infanzia e i sogni di Greta” e della loro stessa prole...

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -