Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Presentazione Libro  
Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina: 'Io e Verdi'

Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina: 'Io e Verdi'
Autore: Redazione Cultura
Data: 04/02/2014

Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina

sabato 8 febbraio 2014 ore 16.00

presentazione del volume

IO E VERDI

I DIARI DI GIUSEPPINA STREPPONI

di Caterina Renna

Matteo Maria Maglia Editore 

intervengono Claudio Strinati e Gianni Possio

modera Mara Minasi

N.B. Un nostro inviato seguirà l'evento.

“Un libro di storia e di poesia, di documentazione e di passione, un contributo notevole per gli amanti della figura di Verdi e un contributo notevole per la storia delle donne nel secolo diciannovesimo, donne, indubbiamente, alquanto speciali, umanissime e molto vicine alla nostra attuale sensibilità”.

Così Claudio Strinati descrive Io e Verdi, il volume in cui Caterina Renna ricostruisce la vita della cantante lirica Giuseppina Strepponi, seconda moglie di Giuseppe Verdi, straordinaria personalità femminile della cultura del diciannovesimo secolo. Sede prescelta per la presentazione del libro, sabato 8 febbraio 2014 alle 16.00, il Museo della Repubblica romana e della memoria garibaldina, un’iniziativa promossa da Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

La totale sintonia morale e culturale tra l’autrice e la protagonista del libro colma la grande distanza di tempo tra le due donne così che, partendo da un gran numero di testi, testimonianze e biografie, Caterina Renna può restituire nuovamente voce a Giuseppina Strepponi con un linguaggio coinvolgente e modernissimo, da donna che fa parlare un’altra donna.

Attraverso il diario-confessione della cantante emergono vicende sentimentali, figure e grandi eventi storici, ma sono affrontati anche importanti argomenti di estetica e fruizione musicale, iscrivendo il libro in una categoria letteraria a sé stante. Non solo biografia romanzata dunque né scrittura di invenzione, ma attenzione costante alla realtà interiore ed esteriore delle vicende raccontate filtrate attraverso il rigore filologico e storico.

Quello che ne emerge è la storia di una grande artista, la cui vita personale e le irrequiete vicende sentimentali s’intrecciano continuamente con i fatti della “grande storia”. Come ad esempio la gioia per il grande amore nascente tra la cantante e Giuseppe Verdi che si manifesta proprio nel momento tragico del 1848 e raggiunge il suo culmine quando nel 1849 La battaglia di Legnano trionfa in Italia. Molto interessante l’illustrazione della genesi di due capolavori verdiani, Rigoletto e Traviata, frammista ad episodi di vita vissuta dai due amanti che si riflettono nella concreta stesura delle opere.

Le belle pagine del libro, infine, sono attraversate da molti personaggi piccoli e grandi e da gioie e dolori della protagonista mentre il lento declino del suo amore, nelle pagine finali, corre parallelo alla nascita delle ultime opere di Verdi.

Claudio Strinati, storico dell'arte e musicologo, è stato, dal 1974 al 2012, dipendente del Ministero dei Beni e delle Attività culturali. Attualmente è Direttore scientifico della Fondazione Sorgente Group. Collabora con Rai 5 nel settore storico-artistico ed è titolare di una rubrica di critica musicale dal titolo "Prendete Nota" sul Venerdì di Repubblica. La casa editrice Sellerio ha appena ripubblicato il suo libro "Il mestiere dell'artista".

Gianni Possio, torinese,  è diplomato in Composizione presso il Conservatorio “G.Verdi” di Milano. Oltre ad essere premiate in diversi concorsi ed eseguite nelle più importanti sedi concertistiche, le sue opere sono state registrate e trasmesse da diversi enti televisivi e radiofonici europei e non solo.

Suoi lavori sono stati presentati al "Festival Estival" di Parigi, a St Martin in the Field a Londra, nella stagione de "I Pomeriggi Musicali di Milano", ai "Ferienkurse"di Darmstadt, al "Bayreuth Festival"di Bayreuth, al" Festwochen" di Berlino, nella stagione del Teatro alla Scala di Milano e in altre importanti stagioni internazionali. È autore di due opere liriche: Il Cappotto per caso commissionata e andata in scena al Teatro Sociale di Rovigo (2002/3) e Canterville’s ghost party (2003/4) per il Teatro Municipale di Piacenza in occasione del bicentenario della fondazione, con interpreti quali Katia Ricciarelli e Milva. Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche. È titolare della cattedra di Composizione presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano, docente di orchestrazione e strumentazione presso la facoltà di Musicologia dell’Università Statale di Milano  nonché insegnante di Storia ed estetica musicale presso l’Unitré di Torino.

Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina

Largo di Porta San Pancrazio

Info 060608 – Ingresso libero fino ad esaurimento posti

www.museodellarepubblicaromana.it

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 10/08/2022 17:58:03

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Presentazione Libro

Autore: La redazione
Data: 06/04/2020
Iniziativa editoriale: i libri di Emilia Urso Anfuso in regalo in formato .pdf

Per sostenere i lettori obbligati all'isolamento e stimolare l'interesse nei confronti della lettura, il direttore ha deciso di rendere disponibili i suoi libri, in vendita su Amazon, per un periodo di 2 giorni

Leggi l'articolo

Autore: Michelamgelo Paolino - Redazione Cultura
Data: 27/02/2020
In libreria: Personalità pericolose - di Joe Navarro - Roi Edizioni

Da sessant’anni, i criminologi sanno che meno dell’1% dei criminali finisce in carcere per i loro reati. In­torno a noi accadono molti fatti che non vengono mai denunciati

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 19/02/2020
Papa Francesco. Come l'ho conosciuto io  di Lucio Brunelli - edizioni San Paolo

Ricco di tanti episodi inediti, che a volte emozionano altre volte strappano il sorriso, il volume presenta un ritratto diverso di Francesco, oltre ogni ideologismo. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 15/02/2020
Tisane per tutti - di Francesco Novetti - Tecniche Nuove Edizioni

Tisane per tutti è un manuale pratico rivolto a chi vuol utilizzare le piante officinali a scopo salutistico. Un percorso che racconta i prodotti erboristici, quali sono e cosa si trova in commercio

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -