Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Usa. Strage familiare: 5 morti

Usa. Strage familiare: 5 morti
Autore: Teresa.Corrado
Data: 08/02/2015 09:03:00

Strage nello stato della Georgia negli USA, alle porte di Atlanta. Un uomo armato di pistola, nel pomeriggio di ieri ha ucciso la sua ex moglie nella sua abitazione. L'uomo non si è accontentato di sparare e uccidere la donna ma ha fatto fuoco su tutte le persone che erano presenti in casa in quel momento. Il bilancio della tragedia è alto, cinque morti e due feriti, tra questi dovrebbero esserci anche due bambini.

La polizia ha confermato che tra le vittime c'è anche l'uomo che pare si è ucciso, mentre ancora non ha reso noti i nomi di tutte le persone coinvolte nella sparatoria. La stampa locale, invece, riferisce che i due feriti sarebbero i due bambini che risulterebbero coinvolti nella strage.

Tutto è avvenuto in un sobborgo chiamato Douglasville, nella contea di Douglas. Lo sceriffo Glenn Daniel, che ha parlato con la stampa, ha dichiarato che stanno ancora provvedendo all'identificazione delle vittime e anche al grado di parentela che potrebbero avere con l'assassino. Nessun nome è stato divulgato, nemmeno quello dell'assassino perchè si sta procedendo all'identificazione ancora di alcune vittime e si dovranno avvertire prima le famiglie delle stesse.

Da quanto emerso dalle comunicazioni dello sceriffo, però, pare che l'uomo si sia suicidato. Certezze e notizie più dettagliate saranno rese note appena gli investigatori avranno un quadro più chiaro di quello che è accaduto.

Tra i dati della polizia non è chiaro nemmeno da quando tempo i due si sarebbero separati. Di certo si sa che la polizia è stata chiamata intorno alle 15 del pomeriggio, quando i vicini di casa hanno chiamato il 911 a causa dei colpi di pistola che provenivano dalla casa della donna. Gli stessi vicini sono stati i primi ad accorrere per aiutare le vittime, alcune delle quali si trovavano fuori dalla casa, raggiunti dai colpi di pistola mentre cercavano di scappare.

Restano ancora sconosciuti i motivi per cui l'uomo abbia compiuto la strage. Resta sempre da confermare la presenza tra le vittime, di due o più bambini che in quel momento si trovavano in casa. Non chiara nemmeno la dinamica dell'uccisione dell'uomo. Infatti non si è certi se si sia tolto la vita o sia rimasto ferito mortalmente durante una sparatoria con la polizia giunta sul posto.

La sorella del presunto omicida, portata via dalla polizia, avrebbe urlato che l'uomo non aveva mai avuto un'arma.

Poche ore dopo la strage in Gerogia, un uomo in Pennsylvania ha esploso dei colpi di pistola in un centro commerciale, immediatamente fatto evacuare dalla polizia. Testimoni citati dalla tv di Pittsburgh Action News, hanno riferito di un uomo che ha estratto la pistola e fatto fuoco verso un gruppo di persone.

Intanto la polizia ha cominciato la caccia all'uomo. L'obiettivo sarebbe stata una delle tre persone coinvolte nella sparatoria, le altre due si sarebbero trovate coinvolte solo per caso. Delle tre persone ferite, due lo sono in modo grave. La polizia ha reso noto l'identikit dell'uomo che ha sparato, sarebbe un nero alto all'incirca un metro e settanta con in dosso abiti scuri. Viene considerato pericoloso ed è ricercato da tutte le forze dell'ordine della città. 


L'articolo ha ricevuto 480 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/08/2019 11:04:03

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 22/08/2019 06:30:10
Rohingya: appello di 61 ONG sul peggioramento della crisi in Myanmar.

Dopo le notizie appena circolate sul possibile rimpatrio accelerato di 3.450 rifugiati Rohingya le ONG chiedono ai governi del Bangladesh e del Myanmar di garantire che qualsiasi processo di rimpatrio avvenga in sicurezza e che sia volontario e dignitoso 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 17/08/2019 07:10:39
Lotta alla droga: l'ascesa del cartello Jalisco Nueva Generación in Messico

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti considera il CJNG come uno dei sei più importanti cartelli del Messico e anche uno dei cinque gruppi criminali transnazionali più pericolosi al mondo.

Leggi l'articolo

Autore: Amy Swearer - Redazione Esteri
Data: 13/08/2019 06:28:19
USA: l'uso delle armi in alcuni casi salva la vita

Sulla scia delle tragiche sparatorie di massa, come quelle avvenute negli ultimi giorni a El Paso, Texas e Dayton, Ohio, è comprensibile che la nazione cerchi risposte.

Leggi l'articolo

Autore: Chris Moore - Redazione Scientifica
Data: 12/08/2019 06:40:43
Cannabis legale: negli USA chi la consuma beve meno alcolici e assume pochi farmaci

I ricercatori hanno intervistato 8.805 consumatori di cannabis di età compresa tra 21 e 64 anni che vivono in uno dei 21 Stati Usa dove la cannabis è legale. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -