Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Strage GermanWings: l'orrore prima dell 'impatto registrato dalla scatola nera

Strage GermanWings: l'orrore prima dell 'impatto registrato dalla scatola nera
Autore: Angela Urso - Redazione Cronaca
Data: 29/03/2015 12:59:15

Il quotidiano tedesco Bild ha diffuso ciò che è accaduto negli ultimi minuti prima dell'impatto dell'Airbus A320 contro la montagna delel Alpi Francesi.

Il primo pilota, Patrick Sonderheiner, era uscito dalla cabina di pilotaggio e quando è tornato ha trovato la porta bloccata dai comandi interni. "Apri questa maledetta porta!" ha gridato il comandante a Lubitz, ma non c'è stato nulla da fare. La ricostruzione di quanto è accaduto è stata possibile grazie al ritrovamento della scatola nera che registra i suoni e i dialoghi che avvengono in cabina di comando dell'aereo.

Il volo era iniziato male, con 20 minuti circa di ritardo poi, una volta decollati - alle 10:01 -  stando alle registrazioni sulla scatola nera, non sembrava vi fosse nulla di particolare. Il comandante a un certo punto dice a Lubitz che per la fretta all'aereoporto di Barcellona non era riuscito ad andare in bagno. Lubitz propone allora di prendere i comandi ma Sonderheiner non risponde.

Si arriva quindi alle 10:27 e si sente il comandante dire a Lubitz di preparare le operazionid i volo per  l'atterraggio a Düsseldorf. E' a questo punto che Lubitz dice al comandante che può andare in bagno. Effettivamente, si sentono rumori come di un sedile che viene spostato e la porta della cabina che viene aperta.

E' due minuti dopo, alle 10:29, che l'Airbus inizia la discesa. La torre di controllo tenta di mettersi in contatto con l'aereo senza successo. All'interno dell'aereo nel frattempo, scatta un segnale di allarme acustico. Il comandante torna in cabina ma trova la porta chiusa. Bussa. Nulla. Bussa più forte ma Lubitz non risponde.  "Per l'amor di Dio, apri la porta" urla il comandante. Nel frattempo i passeggeri urlano, hanno capito cosa sta accadendo

Sonderheiner tenta in tutti i modi di abbattere la porta ma non ci riesce.  "Apri questa fottuta porta!" urla, ma non riceve risposta.

Il tremendo impatto contro la montagna alle 10:40. I passeggeri urlano, pochi secondi e sono tutti morti.

Lubitz a quanto pare, oltre ad avere problemi psicologici ancora da chiarire, aveva un defiit visivo al 30%, incompatibile con la professione di pilota di aerei.

Patrick Sonderheiner, sposato e padre di due figli, era un pilota dalla lunga esperienza. Volava da oltre dieci anni - 6000 ore di volo - e viene descritto dai colleghi come "Uno dei migliori"."Lo conoscevo molto bene, è stato uno dei migliori e aveva tantissima esperienza" ha ammesso un collega.


L'articolo ha ricevuto 768 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 22/08/2019 11:13:58

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 22/08/2019 06:30:10
Rohingya: appello di 61 ONG sul peggioramento della crisi in Myanmar.

Dopo le notizie appena circolate sul possibile rimpatrio accelerato di 3.450 rifugiati Rohingya le ONG chiedono ai governi del Bangladesh e del Myanmar di garantire che qualsiasi processo di rimpatrio avvenga in sicurezza e che sia volontario e dignitoso 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 17/08/2019 07:10:39
Lotta alla droga: l'ascesa del cartello Jalisco Nueva Generación in Messico

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti considera il CJNG come uno dei sei più importanti cartelli del Messico e anche uno dei cinque gruppi criminali transnazionali più pericolosi al mondo.

Leggi l'articolo

Autore: Amy Swearer - Redazione Esteri
Data: 13/08/2019 06:28:19
USA: l'uso delle armi in alcuni casi salva la vita

Sulla scia delle tragiche sparatorie di massa, come quelle avvenute negli ultimi giorni a El Paso, Texas e Dayton, Ohio, è comprensibile che la nazione cerchi risposte.

Leggi l'articolo

Autore: Chris Moore - Redazione Scientifica
Data: 12/08/2019 06:40:43
Cannabis legale: negli USA chi la consuma beve meno alcolici e assume pochi farmaci

I ricercatori hanno intervistato 8.805 consumatori di cannabis di età compresa tra 21 e 64 anni che vivono in uno dei 21 Stati Usa dove la cannabis è legale. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -