Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Back to the future: aperti due centri educativi in Giordania

Back to the future: aperti due centri educativi in Giordania
Autore: Rossella Panuzzo - Redazione Esteri
Data: 19/03/2018 07:31:43

Back to the future, due centri educativi aperti in Giordania

I centri sono stati inaugurati nell’ambito di un progetto finanziato dal fondo europeo Madad che punta a sostenere oltre 26mila bambini in Libano e Giordania.

Un nuovo obiettivo raggiunto dal progetto Back to the Futuredue centri educativi per bambini sono stati aperti in Giordania. Il programma, finanziato dal fondo europeo Madad per 3 milioni di euro, mira a sostenere oltre 26mila bambini in Libano e Giordania grazie al lavoro di un consorzio di ong italiane e olandesi: Terre des Hommes Italia e OlandaFondazione AVSI e War Child Holland.

Secondo l’UNHCR, la Giordania conta più di 657mila rifugiati siriani registrati ufficialmente (ma il numero reale potrebbe essere molto più elevato). Una crisi che rappresenta una sfida soprattutto per l’educazione dei minori siriani presenti nel Paese.

“Si tratta di un’iniziativa che è parte dell’impegno europeo per assicurare uguale accesso all’educazione a tutti i bambini che si trovano in Giordania”, ha spiegato Ibrahim Laafia, a capo della Cooperazione europea in Giordania. “Il progetto Back to the future rappresenta un contributo concreto per la promozione di un’educazione inclusiva e di qualità”.

Entrambi i nuovi centri garantiranno il doposcuola per i bambini e il trasporto da casa per raggiungere le strutture, un servizio fondamentale a mantenere alto il tasso di frequenza dato il forte impoverimento delle famiglie rifugiate siriane. Inoltre, sono già partiti i lavori di ristrutturazione in 14 scuole pubbliche giordane per migliorare i servizi igienici.

L’iniziativa ha visto anche il coinvolgimento di alcune ong locali, come Soldier’s Family Welfare Society e Harmony, e nel fino al 2019 avrà un impatto su circa 8.500 bambini siriani e giordani.

“Ogni bambino ha una sua storia, unica e diversa da quella di qualsiasi altro. A partire da questo concetto ci siamo posti l’obiettivo di prenderci cura di ognuno di loro. Di garantir loro una vita migliore”, ha spiegato Lucia Castelli, responsabile del progetto Back to the future.


L'articolo ha ricevuto 800 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/05/2019 21:37:05

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 23/05/2019 06:54:54
Siria: non si arresta il genocidio dei bambini

Almeno 38 bambini sono stati uccisi e 46 sono stati feriti nei bombardamenti iniziati il 1 aprile nel nord ovest della Siria. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 20/05/2019 06:28:45
Siria: morte e sofferenza nel campo di Al Hol

Nel campo di Al Hol, in Siria nord-orientale, i bambini stanno morendo a causa di malattie prevenibili e le donne partoriscono in condizioni non sicure.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 17/05/2019 06:43:20
Bangladesh: arriva la stagione dei monsoni. Servono rinforzi nei campi rifugiati Rohingya

I ripari temporanei di plastica e bambù, dove vivono ancora circa un milione di rifugiati Rohingya in Bangladesh, rischiano di essere seriamente danneggiati con l’arrivo imminente della stagione delle piogge

 

Leggi l'articolo

Autore: Marguerite Arnold - Redazione Attualita'
Data: 14/05/2019 06:08:27
Cannabis: la Svizzera alla guida della legalizzazione in Europa

C'è stata una grande quantità di speculazioni su cosa potrebbe portare l’esempio svizzero per stimolare la riforma della cannabis in Europa. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -