Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Nigeria: violento attacco a Rann migliaia di persone fuggite in Camerun

Nigeria: violento attacco a Rann migliaia di persone fuggite in Camerun
Autore: Redazione Esteri
Data: 18/01/2019 06:41:15

Diverse migliaia di persone sono fuggite da Rann nel nord-est della Nigeria a seguito di un violento attacco alla città avvenuto il 14 gennaio.

 

Il giorno dopo, hanno iniziato ad arrivare a piedi nella località di Bodo, in Camerun, a circa 7 km di distanza. L’organizzazione medico-umanitaria Medici Senza Frontiere (MSF) ha iniziato subito a fornire loro assistenza. Un’équipe composta da personale medico e logistico sta distribuendo cibo e acqua e fornendo assistenza medica di emergenza.

 

Hugues Robert, responsabile dei progetti di MSF in Nigeria, ha dichiarato: “Il nostro personale a Bodo stima che circa 8.000 persone siano arrivate il primo giorno e che ne arriveranno altre migliaia. Ci stiamo preparando ad assistere 15.000 persone fornendo cibo, acqua e cure mediche. Molti erano in stato di shock e chiaramente scioccati da quello che hanno vissuto. Hanno perso tutto ciò che avevano e ora hanno bisogno di tutto”.

 

Nei dintorni di Bodo, le persone dormono all'aperto perché non ci sono rifugi. Tra loro anche bambini e molte donne in allattamento e in stato di gravidanza.

 

A Rann, molte parti della città sono state bruciate, incluse case e rifugi. Anche il mercato e i negozi di generi alimentari sono stati distrutti. Il magazzino, l'ufficio e la farmacia di MSF sono stati saccheggiati e rasi al suolo. MSF è riuscita a evacuare un uomo ferito sul posto, ma molti altri sono fuggiti nel vicino Camerun.

 

Tutto ciò è davvero devastante per le persone di Rann”, continua Robert, “subiscono violenze senza fine. E ora devono rimettersi in piedi ancora una volta. Quanto ancora potranno resistere? Il popolo dello Stato del Borno continua a pagare il prezzo di questa spietata violenza. Tutte le parti in conflitto devono rispettare la sicurezza dei civili”.


L'articolo ha ricevuto 432 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 23/08/2019 01:14:01

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 22/08/2019 06:30:10
Rohingya: appello di 61 ONG sul peggioramento della crisi in Myanmar.

Dopo le notizie appena circolate sul possibile rimpatrio accelerato di 3.450 rifugiati Rohingya le ONG chiedono ai governi del Bangladesh e del Myanmar di garantire che qualsiasi processo di rimpatrio avvenga in sicurezza e che sia volontario e dignitoso 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 17/08/2019 07:10:39
Lotta alla droga: l'ascesa del cartello Jalisco Nueva Generación in Messico

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti considera il CJNG come uno dei sei più importanti cartelli del Messico e anche uno dei cinque gruppi criminali transnazionali più pericolosi al mondo.

Leggi l'articolo

Autore: Amy Swearer - Redazione Esteri
Data: 13/08/2019 06:28:19
USA: l'uso delle armi in alcuni casi salva la vita

Sulla scia delle tragiche sparatorie di massa, come quelle avvenute negli ultimi giorni a El Paso, Texas e Dayton, Ohio, è comprensibile che la nazione cerchi risposte.

Leggi l'articolo

Autore: Chris Moore - Redazione Scientifica
Data: 12/08/2019 06:40:43
Cannabis legale: negli USA chi la consuma beve meno alcolici e assume pochi farmaci

I ricercatori hanno intervistato 8.805 consumatori di cannabis di età compresa tra 21 e 64 anni che vivono in uno dei 21 Stati Usa dove la cannabis è legale. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -