Sei nella sezione Italia   -> Categoria:  Attualita  
Laurea: quanto conta oggi?

Laurea: quanto conta oggi?
Autore: Redazione Attualita' - Lucaa del Negro
Data: 21/04/2019 06:40:05

La corona d'alloro, lauro imperiale o poetico, simbolo di eccellenza e virtuosismo della vetta raggiunta dalla persona incoronata, è espressione di massima lode, ma non figura etimologica della cosiddetta laurea. Il nostro tempo, questo scorcio in cui ci esso è disponibile, non spiana o smantella questo titolo ma ne devia almeno -in prima analisi - il valore assoluto e lo fa grazie soprattutto alla frenesia isterica che abbiamo noi tutti consacrato al dio della conoscenza attraverso l'instaurazione prima e permeazione planetaria poi della rete informatica. Tutto è disponibile, tutto lo è immediatamente. Per tutti, nessuno escluso.

Nessuno. Spazio e soprattutto tempo divengono variabili al di fuori della logica che abbiamo conosciuto fino a ora, in un approssimazione ed emulazione degli stessi elementi verso un fine che però non si discosta dal risultato che in vece, tempo (prospettiva e ponderazione) e spazio (geografia, politica) hanno consegnato all'Umanità fino a oggi, in un epilogo che è maturato appunto nella laurea, laddove anche l'autodidatta si è servito in qualche maniera degli elementi in tal “vecchia” misura.

Frasi fatte come “realtà mista” (da Windows ®) oppure “cultura del momento” di Papa Francesco, non vengono in soccorso -se dovessimo chiederlo- e mai come il sottotitolo “XXI Century Schyzoid man” (Il XXI secolo dell'Uomo schizoide) del saggio che propongo e che invito nuovamente a leggere o rileggere, anche comprandolo online a pochi spiccioli copiando nella ricerca l'ISBN: 9788865377017. (https://www.edizionidelfaro.it/libro/ma-sha-allah)

Eppure, dovremmo iniziare a fare qualche “verifica” o no quando e la qualità e l'imponente numero dei laureandi affiora nelle statistiche di “mezzo mondo”, il quale, oggi, non è più “mezzo” ma è incredibilmente intero come mai lo è stato? Dovremmo farlo quando spingiamo collettivamente all'esaltazione mondiale fenomeni anche gravati da una patologia piuttosto importante a livello cerebrale a ergersi paladini della salvezza del Pianeta?

Ci sarà una questione da inserire nei dialoghi di alto livello quando -in altro esempio- il gap tra la realtà oggettiva che richiede competenze tecnico-scientifiche e la retorica umanistica di stampo ottocentesco è esagerato nel non dissuadere ma idealizzare corsi di laurea brevi e brevissimi e iper-frequentati come dice il dottor Forchielli? Lauree e geografia, geopolitica. Lauree e informazione, costrizione prospettica. Lauree ed esodi, questioni emigratorie.

In Europa (dati EUROSTAT 2014) l'eccedenza di laureati provenienti dall'Est è considerevole: tralasciando la qualità (spesso buona ma in prevalenza mediocre) che gli Atenei propongono grazie anche a difficoltà generalizzate dal comparto economico, l'alternativa allo studio non esiste proprio; nessuno e nemmeno quelli che di cervello ne hanno poco (ed infatti...) si metterebbe a lavorare per salari che grazie alla manodopera dei disperati del sud del mondo in costante arrivo è ridotto all'inverosimile, con un potere di acquisto tra le mani che è meno dell'assistenza che riceverebbero andando a elemosinare.

Ne consegue che la moltitudine di queste masse di educati, nel paradosso socio-economico del mercato che richiede profili e professioni manuali ma specializzate, -grazie alle “informazioni della rete”, grazie al “low cost” del trasporto e l'abbattimento delle barriere doganali-emigra, se ne va' in un moto chiamato “brain drain” (fuga di cervelli): non si tratta -attenzione!- di un problema pan-mediterraneo-orientale ma pan-europeo; ricercatori, giovani scienziati e altri istruiti rappresenterebbero un'enorme perdita economica per il Paese da cui partono affollando “altri Paesi” che accoglieranno queste “giovani promesse” in un inaspettata nuova problematica che li vedrà consegnare come ulteriore zavorra alla precaria situazione lavorativa e sociale e politica.

Dibattiamone con serietà e senza preconcetti, senza “rete”.

GIOVEDI' 9 MAGGIO dalle 14 alle 16 e SABATO 11 dalle 16 alle 18

Qui: PAD.1 ES.-50 (Edizioni del Faro) TORINO, SALONE del LIBRO 2019, Lingotto Fiere. Lucaa del Negro autore de: “Mā shā Allāh (XXI century schyzoid man)”


L'articolo ha ricevuto 3008 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 25/08/2019 21:48:05

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Attualita

Autore: Salvatore Galeone - Redazione Attualita'
Data: 23/08/2019 06:44:00
#COCKTAILCROMIA: il trend dell'estate sono i cocktail in base allo stato d'animo

Dal Tropical Bitter al cocktail Mimosa, passando per il Midori Sour: il tipo di drink, adesso, si sceglie in base alla relazione che si instaura tra il colore e il relativo stato d’animo di una persona.

Leggi l'articolo

Autore: Ana Camarero - Redazione Attualita'
Data: 17/08/2019 06:17:36
Vacanze con gli adolescenti: i consigli per viverle al meglio

Le vacanze scolastiche portano un cambiamento evidente nelle case. E non solo perché anche le temperature sono aumentate, ma perché la routine stabilita per tutto il resto dell'anno è diversa. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 15/08/2019 07:04:29
Italiani in crociera a Ferragosto: il 75% sceglie il Mediterraneo

A bordo di una nave per far tappa nelle città e nelle località balneari più affascinanti del Mediterraneo. È la fotografia del Ferragosto dei crocieristi italiani: il 75% sceglie quest’area per le proprie vacanze.   

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Attualita'
Data: 13/08/2019 07:06:33
Estate: 6 italiani su 10 riscoprono il piacere di fare colazione

I numerosi impegni quotidiani sottraggono molto tempo agli italiani che, dovendo ottimizzare le proprie giornate, sono costretti durante l’anno a sacrificare l’importante momento della colazione. 

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -