Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Presentazione Libro  
ALTERNATIVE: in libreria il nuovo libro di Sebastiano Zanolli - Roi Edizioni

ALTERNATIVE: in libreria il nuovo libro di Sebastiano Zanolli - Roi Edizioni
Autore: Redazione Cultura
Data: 01/11/2019

Fallire è un lusso per pochi,

per la maggior parte delle persone c’è bisogno di un piano B

 

ALTERNATIVE

Il nuovo libro di

 SEBASTIANO ZANOLLI

 

Il falso mito del fallimento come evento necessario al raggiungimento di grandi traguardi

 

SBARAZZIAMOCI DELLA “TEOLOGIA DEL FALLIMENTO” IMPORTATA DALL’ESTERO:

NON SIAMO TUTTI STEVE JOBS O MICHAEL JORDAN

 

PREFAZIONE DI ARRIGO SACCHI

 

«Chiunque non abbia un piano B sarà presto o tardi destinato ad accontentarsi di risultati B. Un piano contro gli imprevisti è l’unico modo per assicurarsi una vita al massimo delle proprie potenzialità.»

È uscito ieri in tutte le librerie italiane ALTERNATIVE, il nuovo libro di SEBASTIANO ZANOLLI edito da ROI Edizioni. ZANOLLI ha ricoperto ruoli manageriali di vertice per aziende come Diesel e Adidas Originals e si occupa da molti anni di temi relativi alla motivazione personale e alla gestione del cambiamento. Speaker affermato, è autore di diversi bestseller, tra cui La grande differenza, giunto alla 26esima ristampa. La prefazione di ALTERNATIVE è stata scritta da ARRIGO SACCHI, uno dei più grandi allenatori della storia del calcio moderno.

Tutti nella vita ci siamo trovati di fronte a momenti in cui abbiamo dovuto subire passivamente gli eventi, a volte con gravi conseguenze, perché non siamo stati in grado di prevedere una svolta inattesa o perché non ci siamo preparati un piano di riserva. SEBASTIANO ZANOLLI avvia una riflessione su come guardiamo e consideriamo il futuro e, attraverso casi aziendali e la rilettura di eventi storici, aiuta a elaborare le strategie migliori per essere sempre il più preparati possibile e avere un piano B efficace in ogni situazione, lavorativa o personale.

Nella società odierna si tende a spesso a considerare il fallimento come un evento necessario al raggiungimento di grandi traguardi. Cercando la parola “fallimento” su Google compaiono decine di storie di persone che hanno fallito e, proprio grazie al fallimento, hanno in seguito avuto un’idea migliore di quella iniziale, oppure biografie di personaggi che si sono rivelati deludenti a scuola o all’università e adesso dominano il mercato. Da Steve Jobs ad Albert Einstein, da J. K. Rowling a Michael Jordan, tutte queste star dei nostri tempi si racconta abbiano dovuto fare i conti con grandi fallimenti prima di raggiungere il successo. 

In questi casi c’è sempre un lieto fine e il fallimento ne esce come qualcosa di buono e sano. Questa cosiddetta “teologia del fallimento”, importata in prevalenza dall’America, snatura il giusto approccio alle cose e mette in secondo piano l’obiettivo da raggiungere, perché fallire viene considerata la chiave della strategia.

 

Glorificare il fallimento attraverso una filosofia pop americana non aiuta nessuno, ma diffonde un virus potenzialmente pericoloso. Molti, semplificando eccessivamente, vedono una relazione causa-effetto nel rapporto tra fallimento e riuscita o hanno iniziato a pensare che, ogni qual volta ci sia un fallimento, sia da intendersi come sintomatico di un successo pronto ad arrivare.

 

«Scrivendo questo libro, ho prima di tutto cercato tesi e idee valide che provassero che avere un piano B porta male» afferma l’autore in ALTERNATIVE. «Ho in qualche momento persino desiderato di trovare argomenti concreti per dimostrare che un piano B può essere una cattiva scelta […] Però, a cercare su Google, in biblioteca o chiedere a qualcuno con una solida storia imprenditoriale alle spalle, non si trova nulla che dimostri come qualcuno con un piano B abbia fatto una cattiva scelta.»

 

«Preparavamo meticolosamente ogni partita non lasciando nulla al caso, ci allenavamo per ore, provando e simulando le diverse situazioni e dinamiche di gioco» scrive nella prefazione al libro ARRIGO SACCHI. «Con la preparazione, lo studio e la simulazione di tutte le variabili si acquisiscono la sicurezza in ciò che si sta facendo e la prontezza (e fantasia) nel reagire ai cambiamenti. Anche noi ci allenavamo alle “alternative”».

 

***

SEBASTIANO ZANOLLI è un esperto di gestione del cambiamento, speaker e autore di numerosi libri fra cui il best seller La grande differenza. Da oltre trent’anni cerca, sperimenta e struttura risposte al grande quesito della motivazione, adattandole ogni volta alla singola specificità̀ del contesto organizzativo e personale. Nella sua esperienza professionale ha lavorato in grandi aziende della moda. Come consulente e speaker, lavora con aziende e organizzazioni che vogliono ispirare le proprie persone quando la strada appare confusa, quando le energie sembrano mancare, quando si sta per avviare qualcosa di nuovo o quando è il momento di farlo. Quando è il momento di agire. Quando è il momento di fare la “grande differenza”.

www.roiedizioni.it

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 05/12/2019 14:07:57

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Presentazione Libro

Autore: Intervista esclusiva di Silvia Denti
Data: 29/11/2019
Andrea Barbacane racconta suo zio, Lucio Battisti

Andrea Barbacane è il primo (e unico nipote maschio) di Lucio Battisti. Raggiunta l’età matura, Andrea decide di assemblare dei ricordi di quando era bambino e poi ragazzo, comprendendo oggi più che mai, certi comportamenti del grande Lucio.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 28/11/2019
In libreria: Kurt Cobain Dossier

Seattle, aprile 1994. Kurt Cobain, motore creativo della più grande rock band degli anni ’90, viene trovato morto nella sua villa col cranio sfondato e un fucile ancora stretto tra le dita.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 14/11/2019
'Un’azalea in via Fani. Da piazza Fontana a oggi' - di Angelo Picariello - Ed. San Paolo

Il libro, frutto di una ricerca curata dall’Istituto di Studi Politici “S. Pio V” (Roma), è diviso in capitoli che vivono ognuno di vita propria: la vicenda di Piazza Fontana – che accelera la deriva violenta di una generazione

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cultura
Data: 13/11/2019
In libreria: Transistor - Dalle Radio Libere a Facebook - di Paolo Lunghi - Mavi Editore

L’ultimo lavoro letterario di Paolo Lunghi, ad un anno di distanza, torna in libreria in una versione più ricca, con maggiori contributi e testimonianze.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -