Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
USA: dubbi sulla legalizzazione della cannabis

USA: dubbi sulla legalizzazione della cannabis
Autore: Redazione Esteri
Data: 04/12/2019

I candidati democratici alla presidenza degli Stati Uniti non concordano sul fatto che la marijuana debba essere legalizzata e che sia una questione centrale nei dibattiti televisivi.

Joe Biden, leader della corsa democratica al momento, non è convinto. Vuole, prima che venga legalizzata, più prove del fatto che la cannabis non possa diventare "la porta" all'uso di droghe più forti. "Prima di legalizzarlo a livello nazionale, voglio assicurarmi di sapere molto di più su ciò che dice la scienza", ha detto Biden.

Tuttavia, altri democratici come Cory Booker Kamala Harris hanno messo in dubbio tale posizione, sottolineando che le prove scientifiche sono chiare e che l'uso di cannabis dovrebbe essere legalizzato. In particolare, il senatore Booker ha scherzato dicendo che Biden "dovrebbe essere mandato in pensione" quando si oppone alla legalizzazione. Mentre la senatrice Kamala Harris ha affermato che "è chiaro che la marijuana non è una droga che funziona come una porta per altre sostanze e deve essere legalizzata".

Anche altri candidati alla presidenza democratica come Bernie Sanders Elizabeth Warren sostengono la legalizzazione. Un sondaggio condotto dal centro di ricerca Pew degli Stati Uniti ha mostrato che il sostegno pubblico alla legalizzazione è aumentato costantemente negli ultimi dieci anni, con i due terzi degli americani che sono d’accordo.

E cosa dice la scienza al riguardo?

Un totale di 33 Stati negli Usa hanno legalizzato l'uso medico della cannabis, mentre altri 11 e Washington D.C. hanno anche autorizzato l'uso ricreativo.
Tuttavia, l'uso della marijuana rimane illegale a livello federale.

La legalizzazione della cannabis può quindi portare all'uso di sostanze più dannose?

Il National Drug Abuse Institute del governo degli Stati Uniti afferma che "alcune ricerche suggeriscono che l'uso della marijuana potrebbe indurre l'uso di altre sostanze lecite e illegali". E viene citato un esperimento con animali che mette in evidenza come questi ultimi hanno aumentato la loro risposta ad altri farmaci dopo essere stati esposti ad alcune sostanze che contenevano marijuana.

Ma questo studio aggiunge che non è solo la cannabis che provoca questo effetto, ma anche l'alcol e la nicotina. Inoltre, afferma che la maggior parte delle persone che usano marijuana non usano sostanze "più forti".

Denise Kandel della Mailman School of Public Health, appartenente alla Columbia University di New York, afferma che la ricerca sugli animali mostra cambiamenti nel modo in cui i loro cervelli rispondono alla cocaina dopo essere stati esposti all'alcool, alla marijuana o nicotina. "Non è possibile stabilire una chiara connessione tra l'uso di marijuana e altre droghe perché ci sono così tanti fattori che non possono essere controllati nelle indagini", ha detto Kandel.

D'altra parte, la rivista medica American Journal of Drug and Alcohol Abuse osserva che “le prove del fatto che la liberalizzazione della cannabis abbia un impatto sull'uso di altre droghe non sono conclusive. Abbiamo scarse prove del fatto che anche l'uso di alcol o tabacco abbia tale impatto".

Che cosa è successo negli Stati in cui la marijuana è stata legalizzata?

Vi sono prove che negli Stati in cui la marijuana è stata legalizzata, il consumo di droga tra gli adolescenti è diminuito o è rimasto agli stessi livelli. Anche se una ricerca indica anche che la legalizzazione della marijuana ha portato ad un aumento del consumo negli adulti di età pari o superiore a 26 anni.

Inoltre, recentemente altre ricerche collegano il consumo regolare di alte dosi di marijuana con l'aumento del rischio di problemi di salute mentale, specialmente nei giovani.
Washington, Oregon, Alaska e Colorado, tra i primi, hanno legalizzato la marijuana tra il 2014 e il 2016.

C’è qualche tendenza particolare nell'uso di droghe più dannose?

Le autorità statunitensi hanno raccolto informazioni sulle morti per overdose di droga e, tra il 2013 e il 2017, 35 Stati hanno mostrato un aumento significativo delle morti in merito. L'Alaska è inclusa in questi 35 stati, ma non Washington, Colorado e Oregon.

La maggior parte di queste overdose fatali sono dovute all'abuso di oppioidi.
Senza contare l'Alaska, i decessi per overdose in Colorado, Washington e Oregon non sono aumentati significativamente tra il 2013 e il 2016, l'ultimo anno con i dati disponibili.

Secondo varie stime, il consumo di cocaina in questi quattro Stati è stato superiore alla media nazionale tra il 2013 e il 2014. Ma quella media era anche più elevata in tre di questi quattro Stati nel 2012, prima che la legalizzazione della marijuana entrasse in vigore.

Dato il numero di fattori che influenzano il consumo di droga in ciascuno Stato, come disponibilità, offerta, programmi di trattamento e riabilitazione, legalità e condizioni sociali ed economiche, è difficile trarre conclusioni definitive.

Pertanto, sono necessarie ulteriori ricerche per periodi di tempo più lunghi per identificare se ci sono tendenze e uso di altre droghe negli Stati in cui la marijuana è stata legalizzata.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 29/01/2020 06:15:57

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Redazione Esteri
Data: 29/01/2020
Cannabis terapeutica: in Messico un giudice la prescrive a un minorenne epilettico

Un giudice del Quindicesimo distretto ha ordinato al Ministero della Salute (Ssa) di fornire a un bambino di età inferiore ai 16 anni un olio a base di cannabis...

Leggi l'articolo

Autore: Gary Dagorn - Redazione Esteri
Data: 28/01/2020
Australia: un miliardo di animali morti a causa degli incendi

Un miliardo di animali, almeno, sarebbero morti durante gli incendi nella savana nell'Australia orientale, secondo il professor Chris Dickman, un ricercatore dell'Università di Sydney.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 23/01/2020
Filippine: 580.000 bambini senza scuola per l'eruzione del vulcano Taal

Mezzo milione di persone sono rimaste senza casa a causa dell'eruzione del vulcano Taal e avranno bisogno di un sostegno immediato e duraturo

Leggi l'articolo

Autore: Karina Garcia Reyes - Redazione Scientifica
Data: 17/01/2020
Droga: 33 ex narcos spiegano le ragioni del fallimento alla lotta alla droga

Le cause del crimine e della violenza in America Latina sono simili. Indipendentemente dal tipo di violenza, traffico di droga, militari, guerriglieri o bande

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -