Sei nella sezione Mondo   -> Categoria:  Cronaca dal Mondo  
Filippine: 580.000 bambini senza scuola per l'eruzione del vulcano Taal

Filippine: 580.000 bambini senza scuola per l'eruzione del vulcano Taal
Autore: Redazione Esteri
Data: 23/01/2020

Filippine: Save the Children, 580.000 bambini senza scuola per l'eruzione del vulcano che potrebbe costringerne migliaia lontano dalle proprie case per mesi

Necessaria assistenza immediata e duratura con la creazione di scuole temporanee

Mezzo milione di persone sono rimaste senza casa a causa dell'eruzione del vulcano Taal e avranno bisogno di un sostegno immediato e duraturo poiché dovranno far fronte all’incertezza sulla possibilità di poter fare ritorno nelle loro città o nei loro villaggi.

Mentre le eruzioni del vulcano continuano, Save the Children, l’Organizzazione internazionale che da 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro, lancia l’allarme sul protrarsi dell’emergenza che potrebbe impedire a centinaia di migliaia di persone di tornare a casa per mesi, costringendole a vivere in centri di evacuazione o presso amici e parenti, con il rischio di dar vita ad una crisi prolungata nel tempo. Il governo delle Filippine stima che, nel peggiore dei casi, la popolazione potrebbe non essere in grado di ritornare a casa per un massimo di sette mesi, anche se questa previsione potrebbe peggiorare in caso di un’eruzione devastante.

Nelle ultime due settimane, secondo i dati del Governo, almeno 580.000 alunni provenienti da più di 1.000 scuole hanno perso le lezioni a causa della caduta di lapilli e cenere nelle province intorno al vulcano e perché alcune delle loro scuole – circa 300 - sono state utilizzate come centri di evacuazione. Di questi, circa 55.000 scolari provengono dalle sei città abbandonate che si trovano nella zona a maggior rischio, in un raggio di 14 km dal vulcano, dove molte scuole sono state danneggiate o sono state sepolte dalla cenere. Questi alunni potrebbero rimanere indietro e non conseguire il diploma nei prossimi tre mesi, con gravi ripercussioni sulle loro prospettive di lavoro future.

Quasi 3.000 ettari di terreni agricoli - la principale fonte di sostentamento per le persone che vivono nell’area vicina al vulcano - sono ora coperti da fitte ceneri nocive, i raccolti sono in rovina e migliaia di animali da allevamento sono morti, mentre abitazioni e scuole sono state gravemente danneggiate e dovranno essere ristrutturate.

“Siamo preoccupati perché migliaia di bambini potrebbero non essere in grado di tornare alle loro case e nei loro villaggi nei prossimi mesi, molti studenti dell'ultimo anno rischiano di perdere il diploma. La condizione di senzatetto espone questi bambini ad un serio rischio di abuso e sfruttamento. I bambini nei centri di evacuazione sono costretti a fare il bagno con poca o nessuna privacy, condividendo le stesse strutture degli adulti. Le madri hanno raccontato agli operatori di Save the Children di essere preoccupate per le loro figlie adolescenti, molte delle quali non hanno neanche assorbenti igienici o biancheria intima poiché sono state costrette a fuggire all’improvviso quando il vulcano ha iniziato ad eruttare” ha dichiarato Jerome BalintonResponsabile Umanitario nelle Filippine di Save the Children.  

“Lo stress emotivo e psico-sociale di essere precipitati all’improvviso nella condizione di sfollati e di essere circondati da così tanti estranei, sta mettendo a dura prova i bambini. È fondamentale soddisfare i loro bisogni immediati come cibo, abbigliamento, acqua pulita, igiene e assistenza sanitaria, anche se, come è evidente, hanno bisogno anche di soluzioni a lungo termine. Ciò significa intanto istituire scuole temporanee, in modo che i bambini possano tornare a una normale routine nell’attesa che la furia del vulcano si plachi” ha proseguito Balinton.

Save the Children distribuisce alle famiglie kit per la casa e l'igiene, e ha creato anche spazi a misura di bambino mobili in cui i più piccoli possono imparare e giocare in un ambiente sicuro mentre ricevono anche un supporto emotivo.

Il governo delle Filippine, che ritiene "imminente" un’eruzione gravissima e devastante, ha imposto l'evacuazione obbligatoria di sei città intorno al vulcano, costringendo almeno 300.000 persone - di cui 124.000 bambini – a sfollare in uno degli oltre 450 centri di evacuazione.

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 03/04/2020 11:34:40

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Cronaca dal Mondo

Autore: Max Murro - Redazione Esteri
Data: 30/03/2020
Coronavirus negli USA - Trump: 'Il picco in due settimane'

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, mette da parte l'idea di riaprire le attività per Pasqua:  le attuali linee guida per il contenimento del virus resteranno in vigore un mese oltre il previsto e quindi fino al 30 aprile

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 20/03/2020
Coronavirus - L'india blocca i voli internazionali in arrivo

L'India ha vietato i voli internazionali in arrivo, ha limitato le riunioni pubbliche e ha bloccato le strade per sigillare il Kashmir dopo che la regione devastata dall'insurrezione ha riportato la sua prima infezione da coronavirus.

Leggi l'articolo

Autore: Angela Frazzetta - Redazione Esteri
Data: 10/03/2020
Francia: il Ministro della Cultura Franck Riester è positivo al Covid-19

Il ministro francese della cultura Franck Riester è stato contagiato dal coronavirus. E' quanto ha riferito una fonte vicina al ministero della cultura 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Esteri
Data: 09/03/2020
Covid-19: anche il Senegal si prepara a contenere la diffusione dei contagi

Finora il Senegal ha registrato solo quattro persone che hanno contratto il coronavirus, con un paziente guarito e subito dimesso dall'ospedale

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -