Sei nella sezione Battaglie Sociali -> categoria: Diversamente Abili       
Disabili e anziani: a Roma cambiano le norme per gli abbonamenti agevolati. Ma attenzione a…

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 27/04/2012 17:47:17
Disabili e anziani: a Roma cambiano le norme per gli abbonamenti agevolati. Ma attenzione a…Non sembrerebbe – a prima vista – una vera e propria stangata. Dover dire addio per sempre alle tessere mensili a contribuzione agevolata a beneficio della sola possibilità di tessera annuale, non appare poi un’ iniquità. A ben guardare però, scandagliando i meandri di questa ennesima novità, si scoprono alcune “piccole” effettive negazioni di diritti e persino della privacy nei confronti di quella parte di Italia che ha già difficoltà

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/01/2012 18:16:43
Legge 104 ed Handicap Grave: è urgente che si cambino i metodi di verifica per la dignità dei malatiLa Legge 104/92 , sancisce il DIRITTO dei sogetti invalidi, nel caso in cui questi a causa della loro invalidità, si ritrovino in condizione di avere necessità di assistenza continuativa per le incombenze quotidiane di qualsiasi ordine e specie.La verifica delle condizioni che indicano la sussistenza o meno di tale necessità, è affidata oggi, ad una commissione ASL cui, dal 2010, è stato imposto l'obbligo della presenza di un medico dell'INPS.Ma la commissione, è la stessa - non nel senso de i sogetti che la compongono, che variano di volta in volta - che esprime il giudizio sulla sussistenza dei criteri utili per l'ottenimento della certificazione di invalidità civile.

Autore:Redazione Politiche Sociali
Data: 19/11/2011 11:50:35
Crisi: disabili ancora a rischio. Probabili tagli alle indennità di accompagnamentoRimane a rischio riduzione l'indennita' di accompagnamento rendendo il sonno impossibile ad anziani, disabili ed alle loro famiglie, le fasce più deboli del Paese che rischiano ancor più delle altre di cadere in un profondo ed allarmante stato di povertà. Il disegno di legge delega in materia fiscale ed assistenziale n.4566, in discussione in Commissione Finanza alla Camera, ''cancella diritti soggettivi con manovra di cassa. Non razionalizza la spesa, ma crea forte turbamento nelle famiglie italiane'' dichiara Labate. ''Si tratta di una vera emergenza che colpira' tutti, a partire dal Sud'' incalza Barbieri, precisando che, destinando le indennita' di accompagnamento ''solo agli autenticamente bisognosi'', si lega di fatto l'erogazione a redditi minimi, e ''bastera' avere la pensione per essere fuori.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/08/2011 11:23:16
Manovra e tagli ai disabili: in ogni caso c’è il procurato stressGià nella precedente manovra, si parlava di aumentare la percentuale di invalidità civile per cui era possibile richiedere il ridicolo contributo economico di circa 260 euro mesili. Se questa proposta fosse passata, in un attimo milioni di cittadini di ogni età, si sarebbero visti confiscare un contributo stringatissimo ma che in molti casi fa già una differenza.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/06/2010 21:03:39
Tremonti: Manovra correttiva? No: vessatoria. Contro i disabili.Tremonti pensa bene che, invece di tagliare fondi ai costi della politica. Invece di togliere denaro dove ce n'è troppo. Invece di tassare maggiormente i ricchi - che lo ricordo, nel 2009 sono divenuti molto più ricchi del 2008 - ecco che cala la mannaia. Su chi?

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/12/2009 11:49:50
Disabili: l’esercito disperato.Disabile è pari a reietto. Disabile non appartiene alla Comunità. Disabile è un “difetto”. Un granello di sabbia nell’ingranaggio “lucente” composto solo di immagini algide e vincenti. Disabile un poveretto. Disabile l’orrore. Disabile lo sconcerto. Meglio toglierlo di mezzo. Far finta che non esista. Dargli meno del possibile. Renderlo ancor più vittima. Negargli vita e rispetto.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 29/11/2008 18:21:15
Disabilità. Inclusione: questa sconosciuta.Nel variegato ed intricato mondo della disabilità, da qualche anno un termine ha sostituito l’ormai obsoleto “integrazione”: è la parola “inclusione”. Per inclusione, si intende la messa in atto di tutte le strategie atte a rendere uguali e non dissimili le persone che per vari motivi presentano una sorta di diversità data da varie condizioni, siano esse di ordine sociale, religioso, etnico sia di disabilità.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 26/10/2008 12:43:54
Trascendere dai pregiudizi per accettare il “diverso”Un percorso fattibile, per un mondo aperto al dialogo.In Italia attualmente, si contano circa 3 milioni di persone con disabilità. Un grande esercito di individui, che sono sempre più spesso fonte di accesi dibattiti da parte della Comunità e delle Istituzioni. Disabile uguale diverso. Disabile uguale debole. Disabile - sempre più spesso - emarginato.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 27/05/2008 16:19:24
Legge 180: la Grande Follia.Nel lontano 1978, la legge "riformista" sulla malattia psichiatrica, aprì un vortice di follia, scatenando ben più seri problemi su un settore che coinvolge milioni di Italiani fra malati e familiari degli stessi. Si fondò una nuova regola sulla - presunta - "libertà personale alla terapia", lasciando per strada (letteralmente) milioni di persone affette da disturbi anche gravissimi e cronicizzati.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3