Sei nella sezione ComunicAzioni   -> Categoria:  Pubblicità  
Vita quotidiana: sotto il continuo sguardo del Marketing

Vita quotidiana: sotto il continuo sguardo del Marketing

Autore: I nostri nuovi comunicatori -Alessandro Menichelli
Data: 18/01/2008 15:46:15

Negli ultimi tempi, si sta affacciando una nuova disciplina che racchiude in se marketing, pubblicità e consumo. Il suo nome è : Psicomarketing .

Un termine in grado di racchiudere la psicologia del consumo, una parola per definire sempre di più la società di oggi e del domani.

Ci guardiamo intorno e vediamo manifesti ovunque, si urla allo scandalo economico ma la gente non rinuncia ad acquistare un capo firmato con il desiderio di incarnare un sogno.
 

Un esempio eclatante è rappresentato dalla H&M che è riuscita  l'anno scorso , ad accaparrarsi la firma e il nome Madonna.

Semplicemente un successo straordinario.

Lo spot vede come protagonista, una ragazza priva di stile che, entrando in un negozio H&M, esce raffinata ed elegante ma soprattutto,indossa gli stessi abiti della testimonial.

Il messaggio è chiaro: la ragazza vive l'identificazione con lo stilista (Madonna) e, acquistando un capo di quella collezione, sarà  all'avanguardia.
 

Viviamo in una società sempre più  legata all'apparenza, tutto deve essere rappresentazione  di un immaginario perchè la vita quotidiana annoia e rende impossibile qualsiasi fuga.  Qui si racchiude il grande compito dei manifesti e delle pubblicità.

Foto ingrandite con forti colori e dietro una grande ricerca di marketing aziendale con l'unico scopo di sfruttare la frustrazione degli individui.

Si creano campagne pubblicitarie con prodotti che possano vivere ed essere vissuti, non come semplici oggetti, ma come vere persone pensanti.
 

Oggi esiste nel campo aziendale, il concetto che i beni servono per pensare. L'uomo acquistando un qualsiasi oggetto, per un qualsiasi fine, non compra un articolo di consumo ma un qualcosa che lo possa rendere più forte. Quando si acquista una scarpa da uomo, una giacca da donna o una racchetta, non si pensa all'oggetto ma a quello che rappresenta nell'immaginario. Si pensa al desiderio di essere la persona che sponsorizza il marchio della giacca, al marchio della racchetta.

Nasce dentro di noi, una nuova personalità, più forte capace di raggiungere qualsiasi cosa, qualsiasi obiettivo. Più l'azienda sarà riuscita a sviluppare l'immaginario collettivo, più riuscirà a vincere nelle vendite.

 

 


L'articolo ha ricevuto 16736 visualizzazioni