Sei nella sezione Cultura   -> Categoria:  Teatro  
Recensione: On Stage Festival - Off Off Theatre

Recensione: On Stage Festival - Off Off Theatre

Autore: Recensione della nostra inviata Susanna Schivardi
Data: 29/01/2019 06:31:36

 

Ultimo giorno del Festival Americano, OnStage! – OS,  svoltosi a Roma dal 21 al 27 Gennaio in quattro teatri di Roma, e quello di domenica è lo spettacolo di chiusura prima della grande festa serale con concerto, con il Pji Electroswing Project. Ept a Collection of work, del coreografo Shawn Rawls e diretto da Janette Rawls, si sviluppa in tre episodi accompagnati dalla spiegazione dal vivo del coreografo, una voce fuori campo ma nel campo, che si fa vedere e modula le didascalie con humour e stile.

Shawn Rawls ballerino professionista insegnante e coreografo a New York, allarga le sue competenze in ambiti immensi della danza americana, vincendo e partecipando sempre con un motto graffiante. Il corpo di ballo da lui diretto, Emotions Physical Theatre è un atto di verità nei confronti dell’arte che racconta attraverso le proprie personali skills tutte le sue declinazioni. Ha un adito costante verso lo studio psicologico della persona e del suo sé in relazione col mondo, i quattro ballerini sembrano fluttuare sul palco senza rumore e senza peso in un arcobaleno di storie suggerite e sussurrate.

Ci si immerge per poco in un mondo tutto newyorkese che sta a ricordarci come la danza lontano da qui abbia assunto davvero l’essenza delle persone che la vivono e la creano. Shawn è in costante movimento, in programmi di formazione e corsi intensivi anche per giovanissimi, spesso ragazzi a rischio. I tre pezzi, Clinically Happy, Walk, The Heart, racchiudono in un micro mondo tutte le articolazioni umane scandagliate attraverso la flessuosità, la musicalità, la parziale auto rappresentazione. Onstage nasce con lo scopo di costruire un ponte culturale fra Italia e America attraverso il mezzo del teatro, in una mission che vorrebbe legare i due paesi su un piano di internazionalizzazione offrendo l’opportunità di accedere alla cultura a stelle e strisce attraverso il teatro. In ogni angolo, in ogni strada, in ogni locale che sia culturale o polo di incontro o teatro si sviluppa l’amore per la danza, il balletto è sangue e vita, cosa che qui in Italia non è ancora maturata.

A braccetto con il teatro vanno gli incontri di letture e dibattiti, tutti in lingua originale, offerti negli spazi del teatro Argentina, Teatro Torlonia, il Palladium e l’Off/Off Theatre che ha ospitato EPT a collection of work. A Maggio un’appendice del festival con la rappresentazione integrale di due spettacoli proposti in anteprima in questi giorni, presso il Palladium della Fondazione Roma3.

 


L'articolo ha ricevuto 672 visualizzazioni