Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Tecnologia  
Un tatuaggio per sviluppare energia elettrica

Un tatuaggio per sviluppare energia elettrica

Autore: Susanna Invernizzi - Redazione Scientifica
Data: 13/08/2014 17:01:28

Novità sul fronte della ricerca bio tecnologica: in arrivo le bio batterie. Verranno tatuate sul corpo e saranno in grado sia di monitorare i parametri vitali ma anche per produrre energia dall’acido lattico. Il tatuaggio in questione però è temporaneo.

Il dispositivo, presentato in occasione del Convegno della Società Americana di Chimica (Acs), e ideato da ricercatori dell’Università della California a San Diego è in grado di alimentare luci Led ma le ricerche continuano, forse in un futuro non lontano, sarà anche in grado di ricaricare le batterie. 

Il congegno è stato messo a punto realizzando un sensore che deve essere applicato al corpo umano esattamente come un normale tatuaggio che serve a monitorare alcuni parametri vitali utili ad esempio agli atleti durante l’attività fisica. Il “segreto” di tutto ciò, sta in un enzima in grado di catturare elettroni dall’acido lattico che viene prodotto durante l’attività che a sua volta produce una leggera energia che può essere riutilizzata.

Durante i test, effettuati su un gruppo di atleti, gli scienziati hanno potuto utilizzare queste cariche di energia elettrica per alimentare alcune piccole batterie. L’energia massima prodotta da una singola persona è pari a 10 MicroWatt per centimetro quadro di pelle.

“Stiamo lavorando a migliorare il rendimento ed eventualmente poter dare energia a piccoli dispositivi elettronici” ha dichiarato Joseph Wang, responsabile dello studio.

 


L'articolo ha ricevuto 1904 visualizzazioni