Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Occupazione  
Italia verso la desertificazione delle attivita' commerciali

Italia verso la desertificazione delle attivita' commerciali

Autore: Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 02/09/2014 14:55:01

 Sono stati resi noti i dati Istat relativi alle vendite al dettaglio di Giugno e il panorama complessivo che si è presentato è a dir poco desolante. Confesercenti alla luce dei dati diffusi ha commentato: "Ancora un semestre molto negativo, da cui il commercio esce con le ossa rotte. Nei primi 6 mesi del 2014, stimiamo che il settore nel suo complesso abbia perduto circa 2,2 miliardi di euro di fatturato. E per le imprese commerciali è sempre più difficile sopravvivere: tanto che, ormai, un'attività del commercio su quattro vive meno di tre anni"

Purtroppo non è tutto: da Confesercenti giunge un grido di allarme relativamente una nuova tendenza degli esercizi commerciali che, in molti casi hanno approfittato della chiusura estiva per non aprire più bottega.

Desertificazione delle attività commerciali viene chiamata la dinamica attraverso la quale a un tot numero di esercizi commerciali che chiudono non corrispondono altrettante aperture di nuove attività.

Negli ultimi due mesi presi in riferimento, Luglio e Agosto, si è osservato che ad ogni nuova impresa commerciale avvita, ha corrisposto la chiusura di due attività. E spesso si parla di attività create da poco. Si è calcolato che delle  attività commerciali avviate nel 2010 oltre 1l 40% ha già chiuso i battenti: la percentuale corrisponde a circa 26.000 attività chiuse.

Le attività che sentono maggiormente il peso della crisi sono quelle di piccolo volume, da ricercare nei settori della ristorazione, dell’abbigliamento e anche dell’editoria.

 


L'articolo ha ricevuto 928 visualizzazioni