Sei nella sezione Scienza   -> Categoria:  Tecnologia  
USA: primo impianto di braccia robotiche controllate col pensiero

USA: primo impianto di braccia robotiche controllate col pensiero

Autore: Salvatore Carlini - Redazione Scientifica
Data: 21/12/2014 11:54:08

Les Baugh aveva perso entrambi gli arti superiori circa 40 anni fa in un incidente. Ora, grazie alla ricerca scientifica e tecnologica che hanno permesso di realizzare due protesi elettroniche intelligenti, torna a poter compiere quei getsi che le amputazioni gli avevano reso impossibili.

Si tratta di due braccia complete di mani controllate con il pensiero. Sono stati i ricercatori statunitensi del Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory in Colorado, ad applicargli le protesi, fissandole all'altezza delle spalle. 

Una volta finita l'operazione di installazione, l'uomo è riuscito in breve tempo a controllare i movimenti delle braccia e delle mano semplicemente pensando di volerlo fare ed è riuscito così ad eseguire una serie di gesti che appaiono incredibili agli stessi ricercatori, più che altro perché è bastata una breve formazione per farne comprendere il funzionamento: solo due settimane.

Prima di sottoporsi all'installazione elle protesi, l'uomo ha subito un intervento chirurgico che serve a reinnervare la musc olatura necessaria al movimento, l'operazione è denominata reinnervazione muscolare mirata ed è stata eseguita presso il John Hopkins Hospital.

Albert Chi, il neurochirurgo che ha eseguito l'operazione ha dichiarato: «Si tratta di una tecnica relativamente nuova, che ripristina i nervi che un tempo controllavano il braccio e la mano. Con la riassegnazione dei nervi esistenti, possiamo rendere possibile a chi ha subito amputazioni dell’avambraccio di controllare le protesi semplicemente pensando all’azione che vogliono svolgere»


L'articolo ha ricevuto 752 visualizzazioni