Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Noleggio: in Italia si espande a molti articoli

Noleggio: in Italia si espande a molti articoli
Autore: Riccardo Maruti - Redazione Economia
Data: 09/11/2018 06:22:22

 

Dopo auto e cellulari, italiani pronti a noleggiare anche elettrodomestici e articoli per l’infanzia

 
Secondo l’Osservatorio mensile Findomestic il “Rent” cresce nei comparti mobilità e telefonia ma si sta allargando anche ad altri settori

 

 

Non più solo automobili e smartphone: gli italiani sono pronti a noleggiare a lungo termine anche attrezzi per la manutenzione di casa e giardino (11%), elettrodomestici (10%), attrezzature sportive (10%), articoli per l’infanzia (7%) e persino mobili (2%). I dati emergono dal nuovo Osservatorio mensile di Findomestic, realizzato in collaborazione con Doxa e dedicato proprio al cosiddetto “Rent”, pratica che consente di “affittare” un bene per un periodo compreso tra uno e cinque anni pagando un canone mensile che spesso comprende anche servizi aggiuntivi.


CAMBIO DI PASSO. Afferma Claudio Bardazzi, responsabile dell’Osservatorio Findomestic: “Anche noi italiani stiamo imparando a valutare i vantaggi dei servizi accessori o della manutenzione offerti dal Rent: un importante cambio di passo per il Paese che più di ogni altro in Europa è legato alla proprietà”. Non a caso il noleggio a lungo termine oggi è conosciuto dal 49% degli intervistati: tra questi l’89% lo collega essenzialmente al mondo dei motori. In effetti il “Rent” è sempre più diffuso soprattutto nel campo della mobilità: secondo l’Aniasa oltre 30.000 italiani hanno abbandonato la vettura di proprietà per affidarsi alla formula "tutto incluso" a fronte di un costo fisso.

 
UNO SUE DUE PRONTO A NOLEGGIARE UNO SMARTPHONE. Il 50% degli intervistati da Findomestic potrebbe sottoscrivere (42% «probabilmente», 8% «certamente») un abbonamento che prevede il noleggio a lungo termine di uno smartphone di alta gamma (con un valore superiore a 500 euro) pagando un canone mensile comprensivo di assicurazione contro danni e furto e con possibilità di sostituirlo dopo alcuni mesi con uno di gamma superiore. Apple e Samsung si giocano il primato nel cuore dei consumatori, entrambi con il 36% di preferenze. 


SERVIZI ACCESSORI, PAGAMENTO DILAZIONATO E SOSTITUZIONE PROGRAMMATA. Tra i principali vantaggi legati al noleggio a lungo termine c’è, per più di metà degli intervistati da Findomestic (54%), la possibilità di beneficiare di servizi accessori come assicurazione su furto/danni, sostituzione in caso di guasto e manutenzione ordinaria programmata. Altro importante ‘plus’ è considerata la possibilità di dilazionare il pagamento attraverso la rateizzazione con canone mensile (37%) e di sostituire, dopo un certo periodo di tempo, il bene che si è noleggiato con un altro nuovo e di ultima generazione (36%). Un’altra caratteristica ritenuta importante è la possibilità di provare a lungo un prodotto per valutarne approfonditamente le caratteristiche prima di effettuare un eventuale acquisto dello stesso (30%). Meno rilevanti appaiono invece la possibilità di avere a disposizione un prodotto di altissimo livello, top di gamma (21%) e di evitare i problemi (anche economici) legati allo smaltimento del prodotto una volta cessata la sua utilità (17%).


PREVALE IL SENSO DI PROPRIETÀ. Findomestic ha anche chiesto agli italiani “che effetto fa” il noleggio di un bene a lungo termine. Per il 36% degli intervistati noleggiare equivale a essere proprietario del bene a tutti gli effetti, avendone dunque la stessa cura. Per il 26%, invece, la possibilità di beneficiare di alcuni servizi accessori, quali la copertura assicurativa e l’assistenza tecnica dedicata, consente un uso più disinvolto del prodotto. Un altro 24% ha una maggiore cura del bene noleggiato in vista della restituzione dello stesso (questo dato sale al 30% per le donne e scende al 20% per gli uomini), mentre il 14% ha meno cura del bene perché sa che verrà sostituito (ad esempio dopo un anno di utilizzo).


L'articolo ha ricevuto 464 visualizzazioni


Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 18/12/2018 18:34:28

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

LUDOPATIA: denunciamo lo Stato!

Oggi, dopo le sconcertanti reazioni di molti cittadini ai danni della dipendenza da gioco CREATA DALLO STATO e' giunto il momento di MUOVERSI: lo Stato ora deve PAGARE i danni che ha generato in milioni di famiglie.



Data:26/07/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Redazione Economia
Data: 16/12/2018 06:09:01
Italiani: consumi in crescita di 21 miliardi di euro

Nel 2018 i consumi degli italiani sono in crescita di 21,14 miliardi di euro (+2%) rispetto al 2017: la spesa totale raggiunge 1.000 miliardi e 80 milioni, consolidando un trend positivo che dura da cinque anni (8,65%dal 2014). I

Leggi l'articolo

Autore: Claudio Martinotti Doria - Redazione Economia
Data: 09/12/2018 07:13:35
La Deutsche Bank può far naufragare l’economia dell'UE

Il colosso bancario tedesco oltre ad accumulare scandali che ne hanno ormai minato la credibilità internazionale (riciclaggio di denaro sporco, speculazioni criminali, manipolazione illecite dei mercati, evasione fiscale, gestione scellerata, ecc.) ha in portafoglio titoli tossici (perlopiù "derivati") per svariate migliaia di miliardi di euro. 

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 05/12/2018 06:46:06
Finanziamenti online: la banca può guardare i vostri profili social

Meno burocrazia e lungaggini per coloro che nel richiedere un finanziamento si affidano ad Internet, effettuando la richiesta comodamente dal proprio pc o anche dallo smartphone, senza più necessità di recarsi in banca, e con il vantaggio di accorciare anche i tempi di risposta, che in certi casi può arrivare subito al termine della procedura.

Leggi l'articolo

Autore: Emilia Urso Anfuso - Redazione Economia
Data: 30/11/2018 06:37:21
Rate del mutuo: tre metodi per abbassarle

Per quanto riguarda i mutui accesi per acquistare un appartamento, la situazione è questa: secondo l’Annuario statistico, sono 3,2 milioni le famiglie che, attualmente, pagano un mutuo per la casa, con una rata media mensile calcolata in 586,41 euro.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -