Sei nella sezione ComunicAzioni -> categoria: Malainformazione       
Ma il popolo di Silvio sa perche' Berlusconi e' stato condannato?

Autore:La Redazione
Data: 15/08/2013 17:55:33
Ma il popolo di Silvio sa perche' Berlusconi e' stato condannato?

In migliaia al sit-in davanti a palazzo Grazioli, hanno cantato, gridato cori, sventolato bandiere. Sono arrivati da ogni parte d'Italia per stare vicini al loro leader, dopo la sentenza della Cassazione a chiusura del processo Mediaset. Ma loro, i fedelissimi di Berlusconi, lo sanno per quale motivo il loro beniamino è stato condannato dalla Suprema Corte?


Autore:La Redazione
Data: 13/06/2013 20:00:41
Giuliano Ferrara: se questo è un giornalista...

Bersaglio mobile, la trasmissione condotta da Enrico Mentana che questa settimana si occupava di Luigi Bisignani e delle sue rivelazioni pubblicate in un recente libro. A circa metà della trasmissione, è scattata una lite furiosa tra Giuliano Ferrara e il conduttore Mentana: il direttore del TgLa7, interrotto più volte da Ferrara, ha invitato lo stesso a far continuare gli altri, dopo che lo stesso Ferrara, mezz'ora prima, aveva minacciato di andare via se non gli fosse stato permesso di parlare.


Autore:La Redazione
Data: 24/03/2013 18:27:24
Silenzio stampa. Abbiamo deciso di non parlare di...Questa è una testata indipendente. Non amiamo usare termini volgari, non ci piace il giornalismo di propaganda e nemmeno quello che urla. Gradiamo fare analisi e basarci sui fatti. Proponiamo riflessioni, verifichiamo dati, incrociamo documentazioni. I toni diciamo così...Sopra le righe di certi neo politicanti, stanno trascendendo l'etica, la morale, la moderazione, l'educazione.

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Attualità
Data: 12/12/2012 17:13:36
Alessandro Sallusti sospeso dall'Ordine dei GiornalistiAbbiamo seguito le vicende legate alla pubblicazione di un articolo considerato diffamante da parte di un magistrato, sul quotidiano "Il Giornale" di cui Alessandro Sallusti è (era) Direttore.Una storia singolare: per la prima volta - e ci auguriamo l'ultima - in Italia si aprono le porte del carcere, o meglio, dei domiciliari e per ben 24 mesi per un girnalista accusato di diffamazione a mezzo stampa.

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Cronaca
Data: 30/11/2012 16:36:04
Sallusti: 'Voglio andare in carcere' Video''Rifiuto gli arresti domiciliari'' ha detto nel corso della conferenza stampa convocata dopo la decisione del giudice di Milano. ''Io non mi muovo da qui, non accetto i domiciliari'' e "se mi vengono a prendere per portarmi ai domiciliari, io dopo cinque minuti torno al giornale".

Autore:Mariasole De Maio - Redazione Cronaca
Data: 26/11/2012 13:39:22
Caso Sallusti: confermati gli arresti domiciliari. Sciopero di categoria rinviatoIl Direttore di "Il Giornale" Alessandro Sallusti ha riceuto l'ordine di arresto domiciliare. Lo ha comunicato lui stesso su Twitter. Sallusti ha chiesto di scontare gli eventuali arresti domiciliari nella casa milanese di Daniela Santanche', sua compagna

Autore:Redazione
Data: 27/09/2012 10:45:37
Sallusti: ecco l'articolo per cui è stato incriminato14 mesi di carcere. Con sospensione di 30 giorni perchè Sallusti non è mai stato precedentemente condannato. Il mondo del giornalismo, il mondo politico, ma anche la società civile, sono increduli di fronte ad una sentenza che sta apparendo realisticamente troppo forte rispetto a ciò che in Italia non accade quasi mai: la condanna con carcerazione di chi si macchi di reati peggiori del decidere di pubblicare un articolo denigratorio.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 27/03/2012 14:50:36
Emilio Fede: perchè gli altri si e lui no? (...)Che dire? Fra i tanti capitali trasportati all'Estero da imprenditori e politici nostrani, appare quantomeno bizzarro il fatto che, ad Emilio Fede il giochetto sia andato male. Perchè gli altri si e lui no? (...) Perchè poi, nel nostro Paese è possibile scudare i capitali illegalmente trasportati presso banche estere? Perchè? Ecco le dichiarazioni di Emilio Fede sul fattaccio che lo vede coinvolto.

Autore:Mariasole De Maio
Data: 19/03/2012 11:50:19
Rutelli/Annunziata: più che una trasmissione, un ring...Dopo aver pubblicato la prima trasmissione di "Robin" in cui una agguerrita Costamagna si scagliava contro una Mara Carfagna attonita, ecco un'altra "perla" di giornalismo nostrano. La querelle stavolta, vede protagonisti Francesco Rutelli e Maria Annunziata durante la trasmissione "In mezz'ora". Decidete voi se questo è giornalismo...

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 19/02/2012 19:57:50
Festival di Sanremo: come ti aumento lo share a tutti i costi in una Italia drogata di mediaticitàCome si può contrabbandare per comunicazione politco sociale, il sermone di un cantante che, seppur votato in qualche modo ad una sorta di attivismo sociale, è stato è e rimane un cantante? Perchè tutto questo indaffararsi intorno alle dichiarazioni di Celentano all’interno di uno dei contenitori più contestati della televisione degli ultimi 62 anni?
Elenco Pagine
1 | 2
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

VIAGGI DISPERATI, MORTI NEL
Da Televideo
In breve
Data:22/02/2019 11:31:52
2275 2018 Nel 2018, in media, ogni giorno hanno perso la vita nel Mar Mediterraneo sei persone.Si stima che 2.275 migranti sarebbero morti o dispersi nella traversata per raggiungere l'Europa.

L'Unhcr nel Rapporto Viaggi Disperati rileva che i morti sono passati da 1 ogni 38 nel 2017 a 1 ogni 14 nel 2018, nonostante il numero degli arrivi sulle coste europee sia stato il più basso degli ultimi 5 anni.

La Spagna è stata punto di accesso con 8 mila arrivi via terra e 54.800 mila via mare spinte ad intraprendere il viaggio disperato per sfuggire a fame,guerre e persecuzioni.

In Italia nel 2018 sono giunti 23.400 rifugiati, numero 5 volte inferiore a a quelli dell'anno precedente.


MILIONI DI BIMBI DA AIUTARE
Da Televideo
In breve
Data:22/02/2019 11:31:52
UNICEF,41 Circa 41 milioni di bambini di 59 Paesi non hanno libero accesso ad acqua,salute,nutrizione,istruzione; circa 34 mln di loro vivono in situazioni di guerra o disastri naturali ed hanno urgente bisogno di misure di protezione.

Lo ricorda Unicef nel Rapporto sull'intervento umanitario stimando in 3,9 miliardi di dollari la somma necessaria per il lavoro programmato nel 2019.

L'obiettivo è di fornire sostegno psicosociale a 4 mln di bimbi e di persone che si prendono cura di loro, fornire accesso ad acqua potabile a 43 mln di persone, garantire a 10,1 mln di minori l'istruzione,vaccinare 10,3mln di bimbi contro il morbillo,curarne 4,2mln dalla malnutrizione.

Info su www.unicef.it

UNICEF,L'IMPORTANZA DELLA PROTEZIONE I
Da Televideo
In breve
Data:22/02/2019 11:31:52
bambini continuativamente esposti a violenze o conflitti rischiano di vivere uno stato distress tossico che può incidere negativamente sul loro sviluppo cognitivo,sociale ed emotivo.

Lo sostiene Henrietta Fore,Direttore Unicef, sottolinenado chese i bambini non hanno luoghi sicuri in cui giocare, se non possono essere riuniti alle loro famiglie,se non ricevono supporto psicosociale,non possono guarire dalle cicatrici invisibili causate dalla guerra. Per Unicef la comunità internazionale deve impegnarsi a supportare la protezione dei bambini nelle emergenze perchè, spiega, senza azioni consistenti e condivise molti continueranno ad essere lasciati indietro.

www.unicef.it

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 22/02/2019 06:46:34
Autovetture a guida autonoma: non sottovalutiamo la questione morale

Partiamo da un punto fondamentale: le decisioni morali. Durante la realizzazione di una recente ricerca internazionale, sono stati analizzati milioni di risposte date al domande sulle decisioni morali in relazione alla guida autonoma. Le risposte, rese da cittadini di varie nazioni, sono poi state utilizzate per permettere ai tecnici che si occupano dello sviluppo delle tecnologie dedicate alla guida autonoma, per tentare di superare una questione che corre sul filo dell’etica.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 17/02/2019 06:49:11
Italiani: dite e non fate, vi lamentate e subite

Cosa porti il popolo italiano a sopportare tutto questo, mi è ignoto a livello umano. Da giornalista, invece, ribadisco un concetto: se non si è alla fame, si tace. Se non si è alla fame, si va avanti in silenzio, con la garanzia di avere comunque le spalle coperte. Il vero problema che gli italiani sembrano ignorare è che, un giorno, i loro figli e nipoti si troveranno davvero col culo per terra. 

 

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -