Sei nella sezione Italia -> categoria: Vaticano       
Zuckerberg: il padrone del mondo

Autore:Laurent Joffrin - Redazione Attualita'
Data: 19/05/2019 07:08:07
Zuckerberg: il padrone del mondo

Entra lentamente, si muove senza intoppi, impassibile, ieratico, come una statua montata su scarpe da ginnastica, con la pelle d'alabastro e questo taglio di capelli come un prato che lo fanno sembrare un console romano. I


Autore:Redazione Vaticano
Data: 16/05/2019 06:15:31
Padre Krajewski a La Zanzara su Radio 24: 'Il mio gesto si difende da solo'

“Abusivi? Il mio prossimo è quello in difficoltà, questo è il Vangelo. Critiche? Non mi interessano, se qualcuno ha bisogno di aiuto mi comporto come ogni medico che giura di salvare una persona”.


Autore:Il direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 26/01/2019 09:55:55
Basilica di San Pietro: inaugurata la nuova illuminazione a led realizzata da Osram

Monsignor Angelo Comastri, Arciprete della Basilica ha commentato: "L'illuminazione intelligente risponde perfettamente alle esigene di culto, preghiera e celebrazione in particolare quando è presente il Santo Padre. Ma abbiamo raggiunto anche un altro scopo: la possibilità di ammirare la bellezza architettonica della Basilica".



Autore:Redazione Cultura
Data: 24/01/2019 06:09:48
Famiglia Cristiana: 'Quando Grillo scriveva: accogliamoli tutti'

"Il futuro non sarà migliore se ci difenderemo alzando steccati o prendendo impronte, ma se saremo capaci di integrazione e di condivisione. Questo il vero progresso, non quello che ci fa diventare sempre più meschini, chiusi o impauriti".


Autore:Chiara Farigu - Redazione Vaticano
Data: 21/06/2017 07:14:44
Papa Francesco in visita a Barbiana e Bozzolo

 Un viaggio diverso da tutti gli altri questo intrapreso ieri da Papa Francesco. Più raccolto, intimo, in perfetta corrispondenza di un pellegrinaggio quale appunto è. Un viaggio in due tappe: Bozzolo e Barbiana


Autore:Chiara Farigu - Redazione Vaticano
Data: 16/06/2017 07:20:09
Konrad Krajewski, elemosiniere del Papa, cede la sua casa a una famiglia di profughi

Da buon sacerdote, sempre accanto agli ultimi, in perfetta sintonia con Francesco, il monsignore è andato oltre. E dopo aver abbandonato la scrivania, ha lasciato anche la sua abitazione per donarla ad una famiglia di profughi giunti dalla Siria con una bimba nata da poco: “Io dormo in ufficio, a loro serve” , si è quasi scusato l’arcivescovo nel giustificare il suo gesto.


Autore:Angela Urso - Redazione Vaticano
Data: 07/05/2017 07:37:12
Papa Francesco: 'Come si fa a chiamare madre una bomba

«Mi sono vergognato del nome di una bomba, l'hanno chiamata "la madre di tutte le bombe", ma guarda, la mamma dà la vita e questa dà la morte, e diciamo "mamma" a quell'apparecchio, che cosa sta succedendo?»


Autore:Angela Urso - Redazione Vaticano
Data: 30/04/2017 07:43:04
Papa Francesco: 'Fermiamoci'! si rischia la guerra mondiale

Durante il volo di ritorno dal Cairo, il diciottesimo viaggio all'estero dall'inizio del suo pontificato, Papa Francesco ha rilasciato alcune dichiarazioni su vari temi, come ad esempio quello relativo al timore dello scoppio di una guerra mondiale


Autore:Editoriale di Padre Maurizio Patriciello
Data: 22/04/2017 07:05:52
Camorra: l'abbraccio mortale con imprenditoria e colletti bianchi

A tutti era chiaro - pur non avendo prove certe – che tra la camorra propriamente detta e il mondo dell’ imprenditoria e della politica c’ era una intesa, un accordo. Tutti sapevano che per sopravvivere in una terra dove il lavoro è sempre stato tiranno, occorreva, in qualche modo, fare riferimento ai camorristi. A questa gente indifesa e impaurita veniva chiesto di farsi avanti, parlare, denunciare.


Autore:Editoriale di Padre Maurizio Patriciello
Data: 20/04/2017 07:03:43
Padre Maurizio Patriciello incontra i genitori di Giuseppe Fabozzi, morto a 18 anni

Giuseppe Fabozzi veva raggiunto la maggiore età Giovedi Santo, ma la festa era stata programmata per Lunedì in Albis.

Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

SIAMO TUTTI SULLA STESSA BARCA
Da Televideo
In breve
Data:16/10/2019 14:21:47
Il 3 ottobre del 2013 persero la vita 368 persone al largo di Lampedusa.

Dal 2016 in questo giorno si celebra la Giornata nazionale della Memoria e dell'accoglienza per onorare le vittime.

A Lampedusa, alle 3.30 del mattino, ora del naufragio,è stato inaugurato il Memoriale.

Un corteo di cittadini,rappresentanti di associazioni e di studenti provenienti da istituti italiani ed europei ha sfilato fino a Porta d'Europa dietro lo striscione Siamo tutti sulla stessa barcadel Comitato 3 Ottobre.

In molti hanno indossato una maglietta con la scritta #iosonopescatore per ribadire che la legge del mare è l'unica legge alla quale far riferimento quando c'è una vita in mare da salvare.


UNCHR,MENO ARRIVI PIU' MORTI UE.
Da Televideo
In breve
Data:16/10/2019 14:21:47
E Il numero degli arrivi via mare in Europa è sceso drasticamente negli ultimi anni ma il numero di persone che muoiono durante la traversata continua a salire: così l'Alto Commissariato Onu per i rifugiati in occasione della Giornata per la Memoria e per l'accoglienza.

Oltre 1000 personeecisanno perso la vita o risultano disperse nel Mediterraneo dall'inizio del 2019.

Questa situazione è inaccettabile e non deve continuare.Per Unchr occorreripristinare una piena capacità di ricerca e di soccorso nel Mediterraneo e stabilire un meccanismo per permettere lo sbarco immediato delle persone soccorse in mare e la redistribuzione dei richiedenti asilo negli Stati membri della

SAVE CHIEDE UE IMPEGNO CONDIVISO
Da Televideo
In breve
Data:16/10/2019 14:21:47
A Nella Giornata della Memoria e dell'Accoglienza Save the children chiede all'Europa di assumersi una responsabilità concreta e condivisa su vie d'accesso sicure, soccorsi e accoglienza.

Sei anni fa,ricorda StC, di fronte alle 368 vittime del naufragio al largo di Lampedusa, l'Europa aveva detto Mai più ma da allora migliaia di persone hanno perso la vita in mare.

Per Save il recente Summit di Malta è un primo passo per l'avvio di un'azione europea condivisa, nel rispetto del diritto internazionale e riconoscendo,anche alla luce dell'allarme delle Nazioni Unite, che la Libianon può in alcun modo essere considerata un porto sicuro.

Info su www.savethechildren.org

Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 09/10/2019 16:18:42
Ogni volta che Di Maio esulta in Italia muore un pezzo di Democrazia

Attualmente, il numero di cittadini per singolo deputato è pari a 96.000 mentre ogni singolo senatore rappresenta 188.424 italiani. con la riforma di cui stiamo parlando, a ogni deputato corrisponderanno 151.210 abitanti e a ogni senatori 302.420.


Autore: Editoriale del Direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 04/10/2019 06:34:18
Dittatura in salsa digitale

Tutto ciò che accade in economia, e in politica, non accade per caso. Troppo spesso il cittadino comune ritiene che ciò che gli arriva come una sprangata sulla testa, e che si ripercuote contro il suo portafogli, sia solo frutto di incapacità a gestire la cosa pubblica...

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -