Sei nella sezione Economia   -> Categoria:  Finanza  
Tlc: Iliad ricorre in Tribunale contro Vodafone e chiede 500 milioni

Tlc: Iliad ricorre in Tribunale contro Vodafone e chiede 500 milioni
Autore: Redazione Economia
Data: 02/08/2019

Tlc: Iliad ricorre in Tribunale contro Vodafone e chiede 500 milioni. Per ritardi in portabilità e winback. Vodafone: è strumentale

 

Si riaccende la conflittualità tra gli operatori di tlc. L'ultimo entrato nel mercato italiano del mobile, il gruppo Iliad, secondo quanto risulta a Radiocor, ha fatto ricorso al Tribunale civile di Milano chiedendo a Vodafone Italia circa 500 milioni di danni per presunte condotte illecite avvenute nel periodo luglio-settembre del 2018. Due gli ordini di recriminazione: secondo l'operatore guidato da Benedetto Levi, Vodafone avrebbe evaso con ritardo le richieste di portabilità del numero che, secondo la legge, vanno esaudite entro tre giorni. Iliad denuncia tempi talvolta di varie settimane, impiegati da Vodafone per soddisfare le richieste, e lamenta il fatto che i clienti imputino poi alla stessa Iliad la causa del ritardo. Con i conseguenti danni patrimoniali e di immagine che ne derivano per la società. 


Con lo sbarco di Iliad sul mercato italiano, dalle numerose richieste di migrazione verso il nuovo operatore che le altre societa' non riuscivano a soddisfare era nato un problema, tanto che era intervenuta l'Agcom con l'apertura di un tavolo ad hoc a fine agosto 2018 per gestire il caso. Oltre alla condotta dei ritardi nella portabilità, Iliad denuncia ora al giudice civile anche comunicazioni ingannevoli da parte di Vodafone dirette a pubblicizzare alcune offerte dirette soprattutto ai clienti Iliad. In questi casi Iliad punta il dito sulla scarsa trasparenza dei processi di winback, ovvero dei tentativi di Vodafone di riprendere i clienti passati al nuovo operatore.

 

Il problema della trasparenza del winback da parte degli operatori, è approdato nei mesi scorsi, su esposto di Iliad, anche sul tavolo dell'Antitrust che ha aperto un procedimento a proposito.  Quella di Iliad al tribunale di Milano, replica Vodafone in una posizione ufficiale "e’ una iniziativa totalmente strumentale nel merito e priva di ogni fondamento. Siamo sereni sulla correttezza del nostro operato che difenderemo nelle sedi opportune”. In tema di pubblicità ingannevole erano state Tim e Vodafone a denunciare il nuovo arrivato al Gran Giuri 'della pubblicita' che aveva dato ragione ai due operatori. Ora e' Iliad ad affilare le armi e ricorrere al giudice civile: dall'insieme delle condotte denunciate, conteggiati anche il danno all'immagine, deriva la richiesta di risarcimento danni da circa 500 milioni di euro.




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 27/09/2022 18:56:57

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Finanza

Autore: Chiara Vicario - Redazione Economia
Data: 27/05/2020
Settore giochi: scatta l'allarme cassa  integrazione straordinaria

Un allarme occupazionale che preoccupa un intero settore, ancora chiuso per il lockdown e che non intravede una possibile data di ripartenza del business. 

Leggi l'articolo

Autore: Lettera dei Presidenti Dario Gallina e Paolo Scudi
Data: 26/05/2020
Lettera di Unione Industriale di Torino e ANFIA al Presidente Conte

“Sollecitare un intervento governativo è vitale per recuperare l’operatività del settore automotive e la sua capacità di sviluppo decisiva per il progresso economico” – si legge nella lettera.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Economia
Data: 26/05/2020
Settore giochi e Fase 2: Ughi (Obiettivo 2016) 'Settore discriminato e beffato'

Un danno economico addizionale poiché non vi sono previsioni sulla data di riapertura dei luoghi di vendita (sale scommesse, sale bingo, sale giochi ecc...

Leggi l'articolo

Autore: Diletta Regoli - Redazione Economia
Data: 25/05/2020
Inchiesta Altroconsumo: l'impatto del Covid-19 sul portafogli degli italiani

L’emergenza coronavirus in corso non riguarda solo la salute ma anche l’economia delle famiglie, per questo Altroconsumo ha condotto un’indagine per analizzare il peso che sta avendo la pandemia sui bilanci degli italiani

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -