Sei nella sezione Battaglie Sociali   -> Categoria:  Morti di stato  
Mobilitazione MSF: 'Basta bombe su civili e ospedali - Solidariet? alla popolazione siriana'

Mobilitazione MSF: 'Basta bombe su civili e ospedali - Solidariet? alla popolazione siriana'
Autore: Redazione Battaglie Sociali
Data: 06/12/2016

BASTA BOMBE SU CIVILI E OSPEDALI

SOLIDARIETA’ ALLA POPOLAZIONE SIRIANA

Martedi 6 dicembre, 18.30

Piazza Montecitorio, Roma

Da più di cinque anni la Siria è intrappolata nella morsa di un terribile conflitto che non risparmia nessuno. L’escalation di violenza ad Aleppo est, che da mesi vive sotto un drammatico assedio e bombardamenti quotidiani, ha portato a uno spaventoso aumento di morti e di feriti. Lo stesso avviene nelle aree assediate intorno a Damasco e Homs. Vengono colpite scuole e aree residenziali. Popolazioni civili e ospedali vengono bombardati. Ad Aleppo, il sistema sanitario è devastato e non sappiamo quanto ancora potrà funzionare. La popolazione non ha quasi più accesso alle cure di base e muore per malattie o ferite facilmente curabili.

Martedi 6 dicembre, alle 18.30, Medici Senza Frontiere (MSF) scende in Piazza Montecitorio per dimostrare la propria solidarietà nei confronti della popolazione siriana, di tutte le vittime di questa brutale guerra, delle centinaia di migliaia di persone intrappolate nelle zone assediate, dei milioni di persone sfollate a causa del conflitto. Ma non vogliamo farlo da soli:invitiamo medici, personale sanitario, organizzazioni umanitarie e tutti i cittadini a unirsi a noi.

“Aleppo est è ormai una trappola mortale. Nonostante le nostre ripetute denunce e richieste, il diritto internazionale umanitario continua a essere violato su base quotidiana. Lo stesso accade in molte altre zone della Siria. È una realtà inaccettabile e insostenibile. Per questo abbiamo deciso di scendere in piazza. Alcuni di noi indosseranno camici bianchi, per manifestare la nostra vicinanza alla popolazione siriana e ai medici e operatori sanitari, che lottano ogni giorno per sopravvivere e fornire assistenza medica salvavita alle persone, preservando l’ultimo filo di umanità in questa guerra terribile” dichiara Loris De Filippi, presidente di MSF, che sarà in piazza per lanciare l’appello.

MSF chiede che tutte le parti in conflitto garantiscano subito:

- La fine dei bombardamenti indiscriminati sulla popolazione civile

- Il rispetto delle strutture mediche e del personale sanitario

- Il diritto alla fuga dei civili intrappolati nel conflitto per cercare sicurezza e protezione

- La possibilità di fornire assistenza umanitaria

- Il passaggio libero e sicuro del personale medico e umanitario e la tempestiva evacuazione di malati e feriti gravi verso zone dove possano accedere a trattamenti medici specializzati

Tutti noi abbiamo il dovere di urlare il nostro sdegno verso questa situazione insostenibile.

Basta bombe su civili e ospedali. Solidarietà alla popolazione siriana.

Per aderire e diffondere: https://www.facebook.com/events/910979102335351/

Twitter: @MSF_ITALIA #NotATarget

 

 




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 12/07/2024 23:06:10

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Morti di stato

Autore: Davide
Data: 15/08/2013
Operativo lo sportello 'Ascolta impresa'

Dal primo giugno 2012 è operativo lo sportello “Ascolta impresa”, un mezzo destinato proprio ad aiutare gli imprenditori, allontanando lo spettro di gesti estremi

Leggi l'articolo

Autore: Neri Riondino - Redazione Cronaca
Data: 11/06/2013
Savona:  lo sfrattano di casa e si getta dalla finestra. Ennesimo suicidio a causa della crisi...Il numero dei suicidi a causa della crisi economica e della mancanza di lavoro in Italia sta raggiungebdo numeri inaccettabili. Già un solo suicidio per tali motivi è indice del fallimento di un sistema paese. Il fatto che ormai quotidianamente siamo cotretti a riportare queste notizie di Cronaca, deve afr si che le Istituzioni pongano la parola FINE alle complesse ragioni che hanno fatto dle nostro paese un posto dove solo ai ricchi è permesso viviere.
Leggi l'articolo

Autore: Redazione Cronaca
Data: 02/04/2012
Bollettino dei suicidi aggiornato al 4 Aprile: questa è una strage che continua. Da anniNel solo fine settimana, ecco cosa hanno riportato le cronache liocali in merito ai suicidi o tentativi di suicidio sempre più spesso motivati da condizioni di criticità economica. Sappiate peraltro, che motli suicidi non vengono riportati dalle cronache perchè non vengono denunciati dalle famiglie perchè non vi è necessità di interventop delle Forze dell'Ordine.
Leggi l'articolo

Autore: La Redazione Cronaca
Data: 28/03/2012
Crisi: bollettino dei suicidi aggiornato al 30 Marzo 2012Fedeli all'impegno assunto, comunichiamo anche oggi - purtroppo - alcuni casi di suicidio legato alla crisi economica. Il conteggio dei morti causati dalla disperazione per la crisi economica che colpisce solo alcune fasce di cittadinanza, ha i numeri di un genocidio. Diffondete questo articolo, non girate la testa dall'altra parte: è l'unico modo per tentare di fermare la strage e rendere RESPONSABILI le istituzioni di ciò che sta avvenendo.
Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -