Sei nella sezione Battaglie Sociali   -> Categoria:  Sanita  
Pandemie: dietro ai virus, l'enorme business delle Case Farmaceutiche

Pandemie: dietro ai virus, l'enorme business delle Case Farmaceutiche
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 22/07/2009

 
GlaxoSmithKline, Sanofi Aventis, Novartis, Astra Zeneca. Sono i nomi delle industrie farmaceutiche coinvolte nel grande business dei vaccini anti pandemie. Insieme a Roche, che detiene un primato particolare: aver creato l'ormai famoso "Tamiflu", che incredibilmente viene somministrato quale farmaco panacea di qualsivoglia tipo di influenza da virus che dagli animali, passano all'uomo.

 

Ormai è cronaca di tutti i giorni. E degli ultimi anni. Le pandemie da virus animali sono ormai una consuetudine. Strana e che fa sorgere sospetti sulla veridicità o meno delle stesse cause delle varie influenze.

 

Sul fatto che alcuni virus dagli animali possano passare all'essere umano, nessun dubbio. Non è molto noto, ma nell'antichità molte malattie gravi, utilizzavano questo percorso. La tubercolosi, il morbillo ed il vaiolo, passava dai bovini all'essere umano. Il terribile Tifo, dai ratti all'uomo. Malattie fortunatamente debellate – anche se ancora presenti in alcune zone del globo – grazie alla ricerca scientifica.

 

Si è poi passati ad un lunghissimo periodo storico in cui abbiamo memoria semmai di influenze stagionali, anche se a volte molto aggressive. La comparsa delle pandemie da virus con passaggio da animali all'uomo, concretamente è fatto degli ultimi anni.

 

E' necessario quindi riflettere su alcuni dati, che potrebbero portare alla manifesta volontà – da parte di industrie economicamente potenti – di voler produrre alti quantitativi di prodotti quasi su…richiesta. Non dei pazienti. Piuttosto, delle stesse case farmaceutiche.

 

Analizziamo questi dati. Mediamente, una dose di vaccino viene venduta a dieci euro. Non è una somma particolarmente alta, ma sono i milioni di richieste di questi farmaci a fare la differenza. Ad un basso costo per singola dose, corrisponde una enorme richiesta da parte dei mercati attraverso i Governi che si approvvigionano in tempo più o meno utile di grossi quantitativi.

 

Ad oggi, le prenotazioni da parte di vari Paesi – compresa l'Italia – sono pari a circa 600 milioni di dosi, per un controvalore che supera i tre miliardi di euro. Peraltro, si prevede una nuova ondata di richieste che potrebbero sfiorare i 400 milioni di dosi aggiuntive. Un volume di affari enorme. Che vede protagoniste le case farmaceutiche che detengono i diritti di produzione: GlaxoSmithKline, Sanofi Aventis, Novartis, Astra Zeneca. Senza parlare poi, dei medicamenti prodotti da Roche e Glaxo. Tamiflu e Relenza, venduti senza soste ad ogni angolo del pianeta. Giro di affari previsto: 3 miliardi di euro.

 

A conti fatti quindi, il Business Pandemie, fa entrare nelle casse delle cinque case farmaceutiche più potenti della Terra, circa dieci miliardi di euro. Per una sola tipologia di virus. Tentare di immaginare gli importi guadagnati con le altre pandemie della storia recente, può apparire molto difficile persino per la mente di un esperto Matematico.

 

Peraltro, molti medici a livello internazionale, non trovano risposta ad una domanda. Come mai la Roche con il suo Tamiflu, da diversi anni cura virus di diversa natura con lo stesso identico farmaco? Domanda la cui risposta non è dato conoscere.

 

Pensare quindi che dietro la nuova tendenza verso le pandemie degli ultimi anni, si possa nascondere qualcosa che trascenda l'interesse per la salute internazionale, è pertinente. D'altro canto, è necessario riflettere su un punto fondamentale. Le case farmaceutiche guadagnano non sullo stato di benessere degli esseri umani. Bensì, sul loro stato di malattia. E se le malattie tutte venissero debellate, i loro affari precipiterebbero a picco nel giro di pochi giorni. Dovrebbero cambiare comparto industriale e re inventarsi un nuovo business.

 

Un cane che si morde la coda. Sperando che almeno sia solo un gioco e non la prossima pandemia denominata - magari - "cane2010".




Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 07/12/2022 04:44:08

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Sanita

Autore: Redazione Battaglie Sociali
Data: 06/09/2017
Vaccini obbligatori: minacce della Lorenzin alla Regione Veneto. Denuncia del Codacons

Sul caso dei vaccini in Veneto incombe ora una denuncia del Codacons al Tribunale dei Ministri contro il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Battaglie Sociali
Data: 04/07/2017
Defibrillatori nei centri sportivi: servono verifiche su manutenzione e capacita' di utilizzo

Il ruolo fondamentale del defibrillatore semi-automatico all’interno di un centro sportivo, nel caso una persona sia colpita da arresto cardiaco, è ormai unanimamente riconosciuto da tutti.

Leggi l'articolo

Autore: Redazione Battaglie Sociali
Data: 06/06/2017
Vaccini e Banca dati europea: spuntano 8.409 casi di sospette reazioni avverse tra 2012 e 2017

Una recentissima sentenza della Corte d’Appello di Milano smentisce l’Aifa e conferma in via definitiva il nesso di causalità tra vaccini e una grave patologia di una neonata.

Leggi l'articolo

Autore: Fabio Miceli - Redazione Battaglie Sociali
Data: 20/04/2017
Fecondazione assistita e diagnosi Preimpianto: NO alle discriminazioni

Il Tribunale di Milano ha confermato una giurisprudenza importante in materia di fecondazione assistita e di diagnosi preimpianto che, grazie alla sentenza della Corte Costituzionale 96/2015, è prevista anche per le coppie fertili portatrici di patologie genetiche e cromosomiche.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -