Sei nella sezione Il Direttore   -> Categoria:  Editoriali  
xformare.it Buone notizie per la formazione professionale online gratuita

xformare.it Buone notizie per la formazione professionale online gratuita
Autore: Emilia Urso Anfuso
Data: 09/10/2009

 (Video: una demo di una piattaforma di formazione online)

 

 

 

Nel marasma di notizie, informazioni, diatribe, cattive nuove, si perde il contatto con molte altre informazioni e dati, che ridarebbero un po' di equilibrio, stabilità ed accettabilità delle attuali condizioni sociali.

 

Il tema dominante dei Media oggi è lo scandalo, la diatriba, la cantilenante assunzione di nuovi moduli da aggregare l'un l'altro al fine di gettare sempre nel panico l'Opinione Pubblica.

 

Diciamolo: le buone notizie da tempo, non fanno notizia. Aberrante in realtà ma paradossalmente vero. Le notizie devono essere forti, comprensive di qualche scandalo, una buona dose di ipotesi dubbie. In alcuni casi, il computo dei morti avalla l'interesse di qualche informazione.

 

La Società attuale si fonda ormai su una gestione delle informazioni che appare completamente contraddittoria ed in alcuni casi, fittizia. Informazione non significa certamente stesura della lista dei morti quotidiani, rendiconto delle diatribe in tema politico oppure osservazione dello scandalo del giorno applicato ora ad un evento ora ad un personaggio.

 

Informazione è soprattutto, fornire una chiara disanima dei fatti ma non solo. E' anche conoscenza, proposta di idee ed informazioni che possano essere utili per la crescita e lo sviluppo di una Comunità.

 

Peccato sia così in disuso oggi, ma per confermare la regola, è necessario – appunto – creare una eccezione.

 

Parliamo di cose buone. Positive. Che alimentano la conoscenza. Facili da fruire. Per tutti. Persino gratuite.

 

Il Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali, ha già da tempo avviato un percorso formativo online, completamente gratuito e con tanto di rilascio di attestato di frequenza. Non male al giorno d'oggi, in considerazione di crisi economica, precariato e necessità di colmare alcuni periodi di fermo lavorativo magari con qualche corso di formazione.

 

Basandosi sulla normativa vigente in tema di formazione professionale, il Ministero ha "competenza in materia di indirizzo, promozione e coordinamento delle politiche della formazione, con particolare riferimento alle attività collegate al Fondo sociale europeo. In accordo con le regioni promuove, coordina e sperimenta politiche di formazione professionale e azioni di integrazione dei sistemi di formazione, delle scuole e del lavoro. Nell'ambito specifico della formazione a distanza, ha già promosso il progetto FaDol - di cui SPF on line estende le potenzialità - e sostiene lo sviluppo dell'Ict in campo formativo." Così come si legge nella homepage del sito istituzionale "xformare.it"

 

La registrazione, fruizione e conseguente attestato di partecipazione che viene regolarmente rilasciato alla fine di ogni percorso formativo, sono totalmente gratuiti.

 

Basta inserire i propri dati, accettare un paio di clausole (relative alla volontà reale di partecipazione ai corsi scelti) e si viene subito in contatto con una realtà forse sconosciuta ai più.

 

L'offerta formativa, spazia dalla Gestione delle Risorse Umane, ai corsi di Inglese, Spagnolo e Tedesco, a quelli di Informatica, creazione di impresa, orientamento al lavoro, sostegno alle fasce deboli, sicurezza sul lavoro e molti altri.

 

E' possibile frequentare – online – più di un corso. All'atto dell'iscrizione, viene fornito un codice individuale che permette di ottenere assistenza tecnica ed anche da parte di un Tutor.

 

I percorsi formativi, sono sostenuti ance dalla possibilità di accedere a Forum, chat, biblioteca digitale ed anche un Test preliminare di orientamento.

 

Non esistono vincoli orari ed ognuno potrà decidere quando seguire il corso prescelto.

 

Un ottimo modo per aggiungere al proprio curriculum una attestazione sicuramente prestigiosa.

 

Perle dimenticate in una Italia troppo presa dal girone infernale dello scandalo ad ogni costo. E dove si perde persino il senso del tempo, che può invece essere riempito con contenuti validi a migliorare la propria formazione personale e professionale.

 

…magari, in attesa di tempi migliori per il mercato del lavoro.
 
 



Cosa ne pensi?
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.
Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui



aaaa

Per commentare l'articolo occorre essere loggati e rispettare la netiquette del sito.


Se sei registrato effettua il login dal box qui a sinistra.

Se ancora non sei registrato fallo cliccando qui
I commenti:

Commento 1)
La redazione ed il direttore hanno piacere di rispondere ai commenti dei nostri lettori. Facci sapere cosa ne pensi dell'articolo. La tua opinione è per noi importante.

Commento di: emilia.urso Ip:83.73.103.204 Voto: 7 Data 07/12/2022 05:27:23

Sei iscritto su Facebook, Twitter o G+?
Commenta e condividi l'articolo direttamente.

Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
Correlati in Editoriali

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020
Indagine Covid-19 - parte V - Trattati, accordi, riforme e omissioni

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

Leggi l'articolo

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/05/2020
Videogames: il governo sostiene le startup del settore

Una sorpresa inaspettata è arrivata con il varo del tanto atteso “Decreto rilancio”: sostegni alle startup che sviluppano videogiochi. In particolare, ai commi dal 15 al 21 dell’articolo 46 del decreto, in tema di sostegni alle startup innovative, si delinea un vero e proprio fondo – denominato First Playable Fund - che sarà creato per sostenere economicamente lo sviluppo del settore.

Leggi l'articolo

Autore: Inchiesta del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 14/05/2020
Indagine Covid-19 - Parte IV - diffusione nella bassa lodigiana: i dubbi sul depuratore

Ai tempi della Sars il mondo scientifico internazionale concordò su un punto: la diarrea è un veicolo di trasmissione da non sottovalutare, perché fu la causa del contagio nel 20% dei casi. A causa delle scariche di feci molli in pazienti che avevano contratto la malattia, un focolaio di Sars esplose a Hong Kong nel complesso residenziale di Amoy Gardens. Portare le mani alla bocca o agli occhi, dopo una scarica di diarrea, è uno dei fattori di contagio, eppure non se ne parla in maniera diffusa.

Leggi l'articolo

Autore: Intervista del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 13/05/2020
Intervista ad Andrea Vianello - Ogni parola che sapevo

“Ogni parola che sapevo”, edito da Mondadori e nelle librerie dal 21 Gennaio. L’ha scritto il collega Andrea Vianello, ex direttore di Rai3 e noto al pubblico per aver condotto, dal 2004 al 2010, la trasmissione televisiva Mi manda Rai3, oltre ad Agorà, Enigma, La strada della verità, il TG2 e infine Rabona nel 2018, trasmissione che ha condotto fino a poco prima che avvenisse il suo dramma, raccontato con umanità e lucidità, tanto da farti sentire dentro la carne e nella profondità dell’anima le sue emozioni.

Leggi l'articolo
GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -