Sei nella sezione Economia -> categoria: Finanza       
Rimborso pensioni: Renzi prende tempo

Autore:Carola De Blasi - Redazione Economia
Data: 14/05/2015
Rimborso pensioni: Renzi prende tempo

Renzi è salito al Colle dal Presidente Mattarella e ha spiegato: «il peso finanziario della sentenza è tale da obbligare il governo ad una attenta e rigorosa valutazione complessiva dell'impatto che i rimborsi possono avere sulla finanza pubblica"


Autore:Redazione Economia
Data: 02/03/2015
Come la tecnologia ha cambiato il modo di investire

La teoria delle opzioni binarie nasce dagli studi di uno dei maggior esperti nel calcolo delle probabilità, il professore S.J. Grossman dell’Università statunitense della Pennsylvania. Nello specifico l’opzione binaria si ruota attorno ad alcuni elementi base: asset, valore, scadenza temporale, previsione e rendimento.


Autore:Luca De Rossi - Redazione Economia
Data: 26/02/2015
L'ok della UE: nessuna procedura contro l'Italia

La Commissione Europea accoglie con favore il Jobs Act:  "Il Jobs Act ha fatto decisivi cambiamenti nella legislazione di protezione del lavoro e nei benefici per la disoccupazione per migliorare l'entrata e l'uscita dal mercato del lavoro"


Autore:Angela Frazzetta - Redazione Economia
Data: 25/02/2015
Cambia la banconota da 20 euro

E' stato il Governatore Mario Draghi ad approvare la nuova cartamoneta del valore di 20 euro. Le novità, a parte la grafica, sono in ordine di sicurezza: in trasparenza, il biglietto da 20 rivela la finestra con ritratto che raffigura Europa, la figura mitologica


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 25/02/2015
Eurozona approva piano di riforme greco

I Ministri delle Finanze dell'Eurozona hanno ricevuto e approvato il piano di riforme formulato dal governo greco. Ciò apre all'approvazione dell'estensione di altri quattro mesi del piano Bailout che verrà sottoposto agli altri Stati membri dell'Unione Europea.


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 23/02/2015
Fine del segreto bancario: firmato l'accordo fra Italia e Svizzera

Padoan appare soddisfatto dell'accordo: «L’accordo firmato oggi è un passo avanti molto importante nelle relazioni tra i due Paesi frutto di un lavoro che è durato molto tempo, che è stato complesso e difficile ma alla fine è giunto con pieno successo. Ci è costato un euro ma posso dire con certezza che porterà a entrate per più di un euro». 


Autore:Neri Riondino - Redazione Economia
Data: 22/02/2015
Riforme: Renzi positivo ma gli effetti saranno a lungo termine

Per ciò che riguarda la Riforma elettorale, il governo si dice sicuro che sarà completata entro il prossimo Aprile mentre per quanto concerne la riforma costituzionale, bisognerà attendere la fine dell'anno ma solo se non verrà indetto un referendum.


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 21/02/2015
Raggiunto l'accordo fra Eurozona e Grecia. Tsipras: 'Stop all'austerity'

L'accordo stretto nella giornata di ieri, regala alla Grecia altri quattro mesi di ossigeno utili anche per realizzare un programma di riforme oltre a poter ribaltare il progetto di austrity intrapreso da Samaras in cui era previsto un aumento dell'i.v.a e tagli per circa 2,5 miliardi di euro entro il mese di Febbraio 2015.


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 19/02/2015
Grecia e richiesta di proroga dei prestiti: domani riunione dei ministri dell'Eurogruppo

Uno dei portavoce del Presidente  Jean Claude Juncker, ha fatto sapere che si ritiene essere «un segno positivo che spiana la strada ad un compromesso ragionevole nell'interesse di tutta l'Eurozona»


Autore:Emanuele La Fonte - Redazione Economia
Data: 13/02/2015
Banche popolari, Padoan 'Per nulla preoccupato'

«Non credo che la speculazione sulle banche popolari sia stata un effetto del decreto; ma è giusto che si indaghi. L'obiettivo del decreto non è salvare le banche popolari ma rafforzarle con una governance più adatta al mercato globale. il legame delle banche popolari con il territorio è un valore che sarà salvaguardato». 

Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Da Televideo
In breve
Data:17/04/2021 02:12:30
Eurostat: nel 2020 persi 40 mld salari L'Italia ha perso nel 2020 oltre 39,2 mld di salari e stipendi con un calo del 7,47% sul 2019.

Così le tabelle Eurostat appena aggiornate sulle principali componenti del Pil,secondo le quali si è passati da 525,732 a 486,459.

In Francia persi 32 mld (ma su una massa salariale passata da 930 a 898 mld) con un42%, e in Germania appena 13 mld su oltre 1.500 (87%).

Nell'Ue a 27 il calo del monte salari è stato 1,92%.

Il dato è legato ai lunghi lockdown e alle altre chiusure con riduzione dell'occupazione e massiccio uso Cig

Da Televideo
In breve
Data:17/04/2021 02:12:30
Fipe:116mila locali senza spazi esterni Riaprire le attività che hanno i tavolini all'esterno significa prolungare il lockdown per oltre 116mila pubblici esercizi.

Il 46,6% dei bar e dei ristoranti non è dotata di spazi all'aperto, percentuale che si impenna se pensiamo ai centri storici delle città in cui vigono regole molto stringenti.Così la Fipenfcommercio in una nota.

La Federazione ritiene necessario un protocollo di sicurezza sanitaria per i locali al chiuso e chiede ai sindaci di mettere a disposizione spazi extra per le attività di ristorazione.


Da Televideo
In breve
Data:17/04/2021 02:12:30
Cgia: pressione fiscale salita al 43,1% Nel 2020 la pressione fiscale è salita a 43,1%,come nel 2014 e a soli 0,3 punti dal record 2013.Lo rileva la Cgia di Mestre, spiegando che la pressione fiscale è data dal rapporto tra le entrate fiscali e quelle contributive su Pil L'incremento di 0,7 punti percentuali sul 2019 è dovuto in massima parte al crollo del Pil che l'anno scorso è sceso dell'8,9%.Anche le entrate fiscali e contributive sono scese (3%).In termini assoluti il fisco,l'Inps e le casse previdenziali hanno riscosso 711 mld di euro, 48,3 miliardi in meno del 2019

articolo presente in Italia -> Attualita
Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -