Sei nella sezione Economia -> categoria: Fisco e Tasse       
Equitalia: chi paga  il procurato stress ai contribuenti?

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 02/01/2012
Equitalia: chi paga  il procurato stress ai contribuenti?Basta non pagare una multa o una cartella della nettezza urbana e zac! Il contribuente può trovarsi la vita rovinata da un susseguirsi di vessazioni senza pari. Si parte con interessi da usura. Si arriva a perdere la casa di prorietà per importi irrisori. C’è gente che si è suicidata. Invalidi col fermo amministrativo, perchè nessuno ha mai pensato che per certe fasce di contribuenti bisognerebbe pensare a normative diversificate. Io stessa ho proposto più volte ad alcuni personaggi del mondo della politica di presentare normative a sostegno dei disabili: nessuno ha mai preso in seria considerazione la cosa.

Autore:La Redazione Cronaca
Data: 02/01/2012
Equitalia: altri attentati. E' la volta di Foggia e Modena VIDEO

Continua l'ondata di attentati contro le sedi di Equitalia. E' la volta di Foggia e Modena. "C'e' un salto in avanti dell'area anarco-insurrezionalista", dice il capo della polizia Manganelli. Ma siamo sicuri che si tratti di anarchici insurrezionalisti? Equitalia è il cappio al collo di tutti gli italiani, vittime inermi di uno Stato che taglieggia i contribuenti attraverso una impresa di Stato che non conosce limiti alle vessazioni


Autore:Federcontribuenti Nazionale
Data: 22/12/2011
Equitalia tormenta una malata oncologica: l'amoralità di Stato non ha limitiLa Federcontribuenti è stata raggiunta dalla richiesta di aiuto della signora Annamaria Berardi di Pescara. La signora è in lotta contro due gravi forme di tumore, uno midollare e uno osseo e contro Equitalia che gli intima il pagamento a 20 giorni di circa 14 mila euro, altrimenti, gli prende l'auto e poi tutto il resto, casa compresa.La signora Berardi era, prima che la malattia le rendesse impossibile lavorare, un informatore medico, laureata in informazione scientifica ed è stata impiegata in due case farmaceutiche.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 19/12/2011
Manovra? Forse ce ne saranno altre...Il 2011 chiude come l'Anno più ricco di Manovre e ritocchini.Sembra ormai essre diventando il Trend tutto italiani per batter cassa, NON generare sviluppo ed abbattere l'economia dei provati a colpi di mannaia.Ci stanno abituando che la Manovra fa parte del tessuto socio economico del Paese, una sorta di norma a tutti gli effetti, che rischia però di dilagare senza in alcun modo ristabilire equilibri economici nè tantomeno far calare l'odioso debitro pubblico nazionale che, ricordo, è fra i più alti del pianeta.

Autore:Luca De Rossi - Redazione Cronaca
Data: 15/12/2011
Manovra: nuovo aumento delle sigarette per compensare le agevolazioni ai ricchiLa Manovra più polemizzata degli ultimi 150 anni, si potrebbe chiamare quella in essere da parte del Governo Monti. Che naviga fra una misura equa ed altre molto meno eque. E persino, fra le onde banali e perfide del togliere un pò meno ai ricchi e dover poi rimettere da qualche altra parte le soluzioni per fare cassa. L’obittivo è quello di procurare denaro ad ogni costo. E se si agevolano un pò di più le fasce medio alte, ecco che il governo Monti deve ricercare altri canali dove imporre nuove imposte.

Autore:Federcontribuenti Nazionale
Data: 10/12/2011
Equitalia va sciolta. O rischiamo azioni violente.Federcontribuenti fino a oggi insieme a tanti altri soggetti si è sempre battuta per una riforma della riscossione e evitato che il movimento antiequitalia assumesse spinte estremiste. Se la politica non interviene subito, nel clima di crisi e sfiducia che regna nel nostro Paese la "questione Equitalia" rischia di diventare un'argomento per la ripresa di azioni violente, con il rischio di un consenso dei "vessati" che indebolirebbe fortemente le istituzioni. Ecco perche' Monti deve affrontare la questione.

Autore:Marco Paccagnella - Vice P. Vic. Federcontribuenti
Data: 09/12/2011
La vergogna continua: applicato solo l'1,5% una tantum sui capitali scudati.Un punto in particolare ci indigna profondamente: la tassazione in misura dell’ 1,5% sui capitali evasi detenuti all’ estero e fatti rientrare con lo scudo Tremonti. Miliardi di euro sottratti al fisco italiano e in alcuni casi possibile frutto di attività illecite collegate alle organizzazioni criminali. Ricordiamo che su quei capitali, Tremonti chiese il Il 5% e questo quando la pressione fiscale applicata al reddito dei cittadini italiani è vicina al 50%. Dicasi: Dieci volte tanto! Con la misura adottata da Monti si arriva ad un miserissimo 6,5%, un’aliquota troppo bassa, soprattutto se si confronta questo dato con quel che avviene negl’altri paesi.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/12/2011
La Manovra che piacerebbe agli Italiani e che nessuno proponeIn tutto questo, sempre e solo un unico comun denominatore: a pagare la, le crisi ed il debito pubblico sono stati, sono e saranno sempre gli stessi cittadini. Quelli di fascia medio bassa. I più colpiti in ogni senso. Vuoi dallo stato economico già di per se critico, vuoi per le crisi nazionali ed internazionali che si aggiungono alle criticità individuali. Col Governo Monti, qualcuno si è aspettato grandi progetti, nuove manovre e fondamenti diversi. Ma a ben guardare, a parte qualche nuovo inserimento tipo la tassa sugli Yacht ed eventuali piccole patrimoniali, la litania è sempre la stessa: a pagare sono sempre i soliti. I più deboli.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 01/12/2011
Rimborso dell'i.v.a. sulla Nettezza Urbana: leggere con attenzioneIn ogni caso, i termini per presentare la domanda di rimborso, era stata decisa per il 24 Luglio 2011. Da ciò si wevonce quindi che IN OGNI CASO essendo a Dicembre 2011, i termini sarebbero scaduti. Ma c'è di più: perchè quest'anno, all'interno del Decreto Incentivi, è stato proposto - ed approvato - un emendamento proprio alla possibilità di ricorso da parte dei cittadini, lasciando così a bocca asciutta milioni di famiglie italiane dalla possibilità di vedersi rimborsare le percentuali di i.v.a. pagate immotivatamente

Autore:Sonia De Carlo - Redazione Economia
Data: 19/11/2011
“Aboliremo i vitalizi agli ex parlamentari” Parola di Gianfranco Fini«Non è la politica che costa sono gli apparati, gli enti e i parlamentari a incidere. In questi 18 mesi accanto alle riforme del Governo le Camere dovranno intervenire per dare l'esempio». Ha dichiarato il presidente della Camera Gianfranco Fini a Verona ed ha aggiunto «tra qualche settimana la Camera abolirà il vitalizio degli ex parlamentari. È una piccola cosa ma è l'esempio che deve dare la politica. Questo è l'ultimo governo in grado di far uscire l'Italia dalla crisi: se dovesse fallire rischia di fallire l'Italia intera. Siamo in una fase eccezionale, vogliamo una risposta eccezionale”. Fini ha poi spiegato: “Dovremo garantire nei mesi prossimi la tenuta del governo: si parte con la volontà di scalare una montagna ma c'è l'obiettivo di creare una società attraverso quelle riforme che dovranno essere all'insegna dell'equità e che dovranno riguardare tutti a partire dai più fortunati ».
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

Da Televideo
In breve
Data:19/01/2022 09:13:44
Nota sugli indici di Borsa Le informazioni di sugli indici e i dati delle Borse italiane ed estere sono in fase di ristrutturazione editoriale.

Ciò potrebbe comportare ritardi e 'vuoti' nelle relative pagine, per i quali ci scusiamo con i nostri lettori.


articolo presente in Italia -> Attualita
Autore: Editoriale di Daniel Abruzzese
Data: 19/05/2020
La crisi del lowcost: la fine dell'Europa?

Al di là dell’ottimismo sbandierato da Ryanair, che vorrebbe invogliare i clienti a tornare a volare ancora prima della fine dell’estate, l’era dei voli lowcost pare volgere al termine. 


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 18/05/2020

Quanti di voi conoscono i retroscena della riforma Lorenzin? Tracciati e documentai tutto nel mio libro inchiesta. Pecorelli, l’allora presidente AIFA, volò negli USA con la Ministro Lorenzin, per prendere questo importante incarico, assegnatoci direttamente dagli Stati Uniti: ciò conferma ciò che faccio emergere da anni, e che in pochi capiscono ancora. Le decisioni, in special modo quelle importanti, su economia, fisco, sanità, banche, sicurezza, nel sistema politico ed economico internazionale moderno, non sono prese internamente alle singole nazioni. Esistono trattati, accordi, strategie.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -