Sei nella sezione Economia -> categoria: Finanza       
Crisi economica: pagano sempre i poveri.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 24/06/2009
Crisi economica: pagano sempre i poveri.La crisi economica si fa sentire sempre più, fondamentalmente nelle famiglie italiane che subiscono pesantemente il momento di alta criticità. Sono quelle famiglie spesso monoreddito. Con figli a carico. Cassaintegrati. O nuclei familiari composti da una coppia di anziani che non riescono a tirare alla fine del mese con due pensioni sociali. Un grande esercito che vede tristemente protagonisti milioni di cittadini, fiaccati da una condizione socio economica da far accapponare la pelle.

Autore:Davide
Data: 18/05/2009
L'Italia all'ultimo posto per gli stipendi? Embe'?Le prime pagine dei giornali sono pieni di questo dato: la busta paga degli italiani è tra le più leggere tra quelle non solo dei grandi Paesi industrializzati ma anche nell'eterogeneo mondo dei Paesi Ocse. Non si comprende quale sia la notizia. Che gli stipendi in Italia siano da fame ce ne eravamo accorti tutti. Daltro canto non c'e' neanche da stupirsi che si sia in fondo alla classifica.  L'Italia è agli ultimi posti in Europa per tante di quelle cose che è anche difficile elencarle tutte.
 

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 06/02/2009
Piano anticrisi:Il “piano anticrisi” creato dal Governo, si sta diffondendo a macchia d’olio sulla nazione.Come pece nera e bollente, sta diramandosi in tutte le fessure lasciate scoperte da una economia che è andata oltre la crisi.Come arginare, tamponare, sviluppare una nazione in delirio da economia sgarrupata?

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/01/2009
Crisi internazionale: riflessioni.Volendo continuare ad analizzare la crisi internazionale che stiamo vivendo, sarà necessario ancora una volta, fare un passo indietro. Ma non troppo lontano. Ad un certo punto, gli Stati Uniti ebbero come Presidente Ronald Reagan. Era un attore mediocre, ma riuscì a farsi votare in una nazione ove tutto è possibile. Fu di Reagan l'idea della "deregulation". nessuno ne parla più, ma all'epoca, molti sperarono che scherzasse.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 18/12/2008
Economia. L'antica attualità di una crisi.Quando si parla della crisi economica che il nostro Paese attraversa da qualche tempo con risvolti sempre più inquietanti, si continua ad iniziare sempre ogni frase con “L’attuale crisi Italiana…”.Ma la crisi Italiana, non è “attuale”. Lo è in quanto la viviamo nei giorni attuali, ma ha radici antiche, ed è ciò di cui nessuno parla.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 04/12/2008
Social card: falsi aiuti agli italianiIn questo giorni, sono milioni le persone che, rientrando nei parametri descritti – a volte non troppo chiaramente – si ritrovano ad attivare un iter con l’attesa di ricevere la card più discussa degli ultimi decenni. L’Italia ha conosciuto i tempi dello sviluppo selvaggio delle tesserine magnetiche che hanno preso il posto delle care vecchie banconote. Vent’anni fa, bisognava andare all’estero per comprare un pacchetto di chewingum con la carta di credito o con il bancomat.

Autore:Alberto B. Mariantoni
Data: 19/09/2008
Speculatori e “fili spinati”Rallegriamoci, compiacciamoci… Il Liberismo globalista-mondialista continua, ogni giorno di più, a farci ampiamente beneficiare dei suoi infiniti e proverbiali "successi"! In altre parole… Quando le Banche, le Società finanziarie, le Compagnie assicurative, le Casse pensioni dei Paesi industrializzati traggono profitto dalle speculazioni che esse stesse organizzano sui diversi mercati borsistici, va tutto bene: queste ultime, infatti, come è giusto che sia...

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 22/07/2008
Italia e crisi economica. Eppure...Da ogni dove, si parla di una Italia oltre l’orlo della crisi economica. Si contano i giorni per arrivare alla fine del mese, per mettere insieme i soldi del mutuo, per arrivare a poter fare la spesa visti i costi esorbitanti dei generi alimentari, ed ancor più, poter dare energia alle vetture con il pieno carburante dai costi ormai stratosferici.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 07/02/2008
Crisi Italiana: meglio non parlarne

Ho scelto di non scrivere nulla sull’attuale crisi politica e sulla fine del Governo Prodi. L’ho deciso scientemente, per non formalizzare ed istituzionalizzare una volta di più gli elementi di disturbo che attaccano da sempre il nostro Paese. Parlarne ancora infatti, a mio avviso, è concretizzare ed accettare ulteriormente la nostra condizione sociale e politica, parlandone male ma accettandola poi appieno.


Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 10/12/2007
BANCHE e non solo: è ora di agire!Da tempo ormai la parola "Banche" è entrata nel lessico degli Italiani e non solo. Si parla però non di servizi proposti alla clientela, quanto invece di soprusi più o meno palesi.Interessi sui conti correnti, quelli Italiani, ai più alti livelli mondiali. Ogni cliente di qualsiasi banca infatti, spende una media di circa 180 € l'anno solo per la tenuta in essere del proprio conto corrente.
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

CENTENO:MES?CONDIZIONI LEGATE PANDEMIA
Da Televideo
In breve
Data:04/04/2020 04:54:22
A Viviamo la peggiore recessione da 70 anni,dice il presidente dell'Eurogrup po Centeno a Repubblica.Serve un pian di ripresa coraggioso.

Dobbiamo essere noi stessi il nostro piano Marshall.

Proporremo all'Eurogruppo tre misure: protezione dei debiti sovrani, sostegn alle imprese,ai lavoratori,spiega.

No alla diffidenza sui Coronabond senza adeguata discussione.

Riguardo al Fondo salva Stati (Mes): Il sostegno alla crisi da pandemia non va abbinato a programmi di privatizzazioni o riforma del lavoro.

Le condidizioni devono essere legate al virus

GUALTIERI: UE DEVE DARE OK CORONABOND
Da Televideo
In breve
Data:04/04/2020 04:54:23
A Bene lo schema Sure e le garanzie Bei ma la risposta comune europea sarà adeguata solo se comprenderà l'emissione comune di bond europei per finanziare i piani nazionali di risposta all'emergenza coronavirus.

Così il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, che ribadisce la posizione dell'Italia sul Mes: si tratta di uno strumento inadatto a gestire questa crisi nella forma attuale.

Ok a un Mes senza condizionalità insieme,però, ad altri strumenti.


CATALFO: PER MILIONI REDDITO D'EMERGENZA
Da Televideo
In breve
Data:04/04/2020 04:54:23
3 Sarà previsto il reddito di emergenza per circa 3 milioni di cittadini che in questo momento non hanno un sostegno.

Così la ministra del Lavoro Catalfo.

Il costo della misura si aggira sui 3 miliardi di euro.

Nel decreto di aprile,per gli ammortizzatori sociali ci saranno circa 15 miliardi.

Nessuno perderà il lavoro, rafforzeremo tutte le misure con importanti investimenti per la liquidità delle imprese, spiega Catalfo.


Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 03/04/2020

Abbiamo dovuto apprendere che, mentre per gli italiani ci sono – manco a dirlo – pochi denari, e che per chiedere un bonus si rischia di vedere i propri dati sensibilissimi alla mercé di tutti, il governo nazionale distribuisce milioni alla Tunisia e alla Bolivia: esattamente 71 milioni di euro...


Autore: Inchiesta del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 28/03/2020

Un virus può sanare tante cose, rimettere in equilibrio le interconnessioni internazionali, i mercati azionari, il rischio di rivoluzioni dovute alle troppe strategie politiche ed economiche vessatorie, al clima impazzito per mille cause diverse, alla scarsità delle risorse fondamentali, che mettono in crisi il futuro di tutti.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -