Sei nella sezione Italia -> categoria: Politica Italiana       
Governo Monti: per finanziare la Sanità ed il Sociale, nuove imposte su alcolici e cibi spazzatura

Autore:La Redazione
Data: 01/01/2012
Governo Monti: per finanziare la Sanità ed il Sociale, nuove imposte su alcolici e cibi spazzaturaPer quanto riguarda le tasse di scopo, tra le ipotesi formulate c’è addirittura quella di applicare una imposta sull'acquisto dei prodotti alcolici e dello junk food, il cosiddetto cibo spazzatura.Quali saranno i cibi spazzatura designati, non è dato sapere. Sarà interessante poter leggere la lista... Chissà se fra essi rientreranno anche i supercalorici panini di Mc Donald's.Sono solo alcune delle novità contenute nel documento-bozza del Patto per la salute che sarà oggetto di confronto tra le Regioni e il ministro della Salute, Renato Balduzzi.

Autore:La Redazione
Data: 01/01/2012
Messaggio di fine Anno del Presidente Giorgio NapolitanoDal Palazzo del Quirinale il messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano che parla di equità, sviluppo ed unità nazionale. Ci auguriamo che le sue parole siano messe in atto da chi in questo momento sta gestendo la nazione e da tutti i cittadini che devono ritrovare un senso di coesione nazionale

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/12/2011
Berlusconi non si è mai dimesso. Vi spiego perchè.Una conferma del fatto che, pur in una condizione che definirei piuttosto di “sospensione” - e non certo della Democrazia, dal momento che in Italia sappiamo tutti essere solo una menzogna – di un percorso politico che era ed è tutt’ora ai confini della realtà e della fede di milioni di cittadini, ci viene ad esempio, dalla trasmissione “Ballarò” in onda tutti i martedì sera su Rai3. Nella trasmissione del 13 Dicembre infatti, si è potuto assistere ad una conferma del fatto che, se da un lato l’Italia è oggi governata da un pool di tecnici dall’altra è supervisionata dai soliti noti del precedente Governo.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 14/12/2011
Governo Monti: si stava meglio quando stavamo peggio?Siamo passati da un Governo che vent’anni fa circa, stringeva “patti cin gli italiani” di dubbia messa in atto, alle querelle televisive caotiche quanto di dubbio gusto e contenuto, via via alle vicende sempre più private e meno civili e pubbliche di un Premier che ha fatto dell’Italia una sorta di Isola che non c’è. Un mondo estremo e troppo virtuale per chi ancora non comprende le strategie e gli estremi di una Società che scambia troppo spesso ormai il virtuale col reale. Abbiamo conosciuto l’ora della fiducia e l’ora della delusione. L’ora dello scandalo e l’ora della rabbia. Attimi di parossistica rappresentazione di un grande Nulla politico e sociale, contrapposto ad una Economia sempre più tesa allo sfruttamento delle risorse umane come unico scopo della propria esistenza. Ma anche, alla rappresentazione oscena di una storiaccia tutta italiana che fa dei cittadini un peso e mai una risorsa. Debito pubblico? Che novità!

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 13/12/2011
Crisi: anche i ricchi Ma non è così, chi opera e gestisce per il Paese e quindi per la Comunità nazionale, sa perfettamente e sempre i come ed i perchè. I quando. I dove. Coloro – fra i cittadini – che ancora oggi pensano che chi è al governo dio volta in volta “non capisce” le necessità, le urgenze e le aspettative dei connazionali, si metta il cuore in pace. La cattiva notizia è che tutti i componenti politici sanno perfettamente quali siano le condizioni umane, sociali ed economiche. E malgrado questo, si continua imperturbabilmente a sfregiare di giorno in giorno sicurezze ormai cadute sotto il peso dell’inammovibile azione dei governi, della crisi e delle tante, forse troppe Manovre che ormai in Italia non generano soluzioni al debito publico ma solo una serie infinita di polemiche e rabbia.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 08/12/2011
Crisi: ecco perchè le fasce deboli sono sempre le più colpite dalla crisiMa cosa accade se invece il regime dittatoriale in questione, portato avanti in maniera compatta dall’entourage politico ed economico di un Paese, perde le connotazioni “standard” riconosciute dalla globalità delle nazioni? Cosa accade se un regime dittatoriale cambia metodica e strategia, si veste della pelle bislacca di pseudo democrazia, usa parole che intendono creare una sorta di rassicurazione per la nazione ma nella realtà dei fatti impone ai cittadini la forma peggiore e più distruttiva fra le tipologie di dittatura?

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 02/12/2011
Crisi: diamoci un taglio! Politici e ricchi i soli a non subirla.Peccato che – infatti – quando si parla di crisi e sacrifici, chi amministra la Nazione si riferisca solo ed esclusivamente alla popolazione cosidetta “normale”. Perchè “loro” gli “anormali” o meglio gli “anomali” la crisi non la sentono affatto, se non per ciò che concerne strategie economico politiche che poco hanno a che fare con i veri interessi della gente e di conseguenza della nazione. Almeno per come la nazione viene percepita e vissuta dai suoi abitanti, “Loro” – gli anomali – non solo non sentono su di loro la crisi economica, ma oltretutto beneficiano costantemente dei soliti appannaggi che ormai hanno riempito le cronache nazionali delle maggiori testate internazionali. Se è vero come è vero, che l’Italia ha al suo attivo deprecabili primati – come ad esempio uno dei più alti debiti pubblici al mondo – c’è sicuramente da aggiungerne un altro: quello che descrive una situazione aberrante in un periodo di crisi economica che spaventa solo le fasce medio basse della nazione.

Autore:Redzione Politica
Data: 29/11/2011
Governo Monti: ecco i nomi dei 28 sottosegretari e viceministriLa riunione del governo è iniziata con un'ora e 25 minuti di ritardo ed è durata circa 20 minuti, per un ultimo incontro del presidente del Consiglio Mario Monti nel suo studio a palazzo Chigi con il sottosegretario alla presidenza Antonio Catricalà per un'ultima messa a punto della lista. Questo l'elenco dei nuovi membri del governo decisi oggi dal consiglio dei ministri, secondo il comunicato di palazzo Chigi:

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 23/11/2011
Mario Monti e la patata bollenteLa patata bollente di Monti, parla della difficoltà di far uscire una nazione come l’Italia dal fallimento quasi certo. E’ una patata bollente enorme, che è passata di mano da un Premier all’altro quando nessuno più credeva potesse accadere. Una patata talmente bollente che brucia in mano a chiunque abbia avuto l’ardire di appropriarsene. I fatti li conosciamo. Abbiamo persino imparato a memoria il significato di parole come Default, Spread o E-bond. Non che si sia compreso appieno il significato, ma è già qualcosa aver assimilato che una nazione non è le persone che la abitano, bensì parametri oscuri di alta Finanza, Economia, Mercati e Politica.

Autore:Emilia Urso Anfuso
Data: 20/11/2011
La rimonta di Berlusconi. Le responsabilità della crisi.Il governo tecnico riuscirà a tirar fuori dall’impasse la nazione? Ora che ciò che molti attendevano accadesse – le dimissioni di Berlusconi – è accaduto, siamo tutti in attesa di comprendere se dalla crisi in qualche modo usciremo, e se questo “nostro” debito, troverà pace. Da segnalare comunque che, a Settembre 2011 il debito pubblico ha registrato per la prima volta negli ultimi 3 anni una diminuzione grazie al maggior gettito fiscale entrato nelle casse dello Stato. Dai circa 2000milardi di euro, siamo passati a circa 1850. Non è molto. Ma non è nemmeno poco. Guai ad abituarsi alle grandi cifre, si rischia di perdere il senso delle cose
Elenco Pagine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 | 44 | 45 | 46 | 47 | 48 | 49 | 50 | 51 | 52 | 53 | 54 | 55 | 56 | 57 | 58 | 59 | 60 | 61 | 62 | 63 | 64 | 65 | 66 | 67 | 68 | 69 | 70 | 71 | 72 | 73 | 74 | 75 | 76 | 77 | 78 | 79 | 80
Login
Inserisci il tuo username e la tua password per loggarti.

Username:


Password:

Remember me:

Non sei ancora iscritto?
Diventa subito uno sComunicato!

Dimenticata la password?
Clicca qui

 
Iscrizione newsletter
Inserisci il tuo indirizzo email

Vuoi cancellarti?
Clicca qui
 
 
Search
Ricerca articolo
Ricerca
Dove
Da data
A Data:
Tipo ricerca:
Almeno una parola

Tutte le parole
 
 
Petizioni
Facciamo sentire la nostra voce
Dimettiamoci dalla carica di Cittadini Italiani

Cos'è uno Stato senza i cittadini? Nulla. Cosa sono i cittadini senza lo Stato? La risposta la conosciamo tutti, perchè lo Stato italiano palesemente, sta lasciando alla deriva la motivazione fondamentale della sua stessa esistenz



Data:10/08/2013
Categoria:Politica e Governo
Obbiettivo:50000 firme

 
In Evidenza

CONTE: RISPOSTE UE O SOFFRIREMO TUTTI
Da Televideo
In breve
Data:08/04/2020 07:09:59
La Germania non ha vantaggi se l'Europa sprofonda nella recessione.

Dobbiamo sviluppare gli strumenti fiscali necessari.

Così il premier Conte in un'intervista alla Bild.

Non pretendiamo che Germania e Olanda paghino i nostri debiti.Ma vanno allentate le regole di politica fiscale,altrimenti dovremo cancellare l'Europa e ognuno farà per proprio conto.

Questo è uno shock simmetrico.

Riguarda tutti e anche la Germania, incalza.

E' interesse reciproco che l'Ue batta un colpo,che sia all'altezza della sfida. Poi rilancia: Abbiamo bisogno degli eurobond per non far perdere competitività a tutta l'Europa.


CURA ITALIA, DECRETO ESAME AULA SENATO I
Da Televideo
In breve
Data:08/04/2020 07:09:59
A Esame del decreto legge Cura Italia nell'Aula del Senato.

All'inizio della seduta il presidente della commissione Bilancio Daniele Pesco (M5S) ha chiesto uno slittamento in avanti dell'esame del provvedimento per consentire alla commissione, che solo ieri notte ha dato il via libera al testo, di esaminare stamane gli ordini del giorno.

Poi ha preso il via la discussione generale.

Domani mattina il governo porrà la fiducia.

senatori hanno guanti e mascherine per l'emergenza Coronavirus.


SPERANZA:COMINCIAMO PROGRAMMARE IL FUTURO I
Da Televideo
In breve
Data:08/04/2020 07:09:59
A nostri scienziati dicono che il tasso di contagio sia molto probabilmente leggermente sotto 1, è un risultato straordinario se si pensa che poche settimane fa eravamo oltre il 3, il 4.

La curva cresceva in maniera drammatica.Così il ministro Salute, Speranza.

Finalmente possiamo iniziare a programmare il futuro.

Ma con i piedi per terra.

La sfida non è vinta e basta poco per rovinare il lavoro fatto finora.La situazione è e resta molto seria aggiunge.

Usciremo gradualmente dal lockdownce virus non scomparirà.

Autore: Editoriale del direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 07/04/2020
Prestare i soldi degli italiani alle imprese: la nuova idea geniale del governo Conte bis

Invece di tentare di non far crollare il tessuto economico della nazione, si potevano scegliere due strade: la prima, aprire cantieri. Il virus non è un meteorite microscopico che si abbatte dal cielo e colpisce chi sta all’aria aperta. Si doveva, e poteva, sfruttare il momento e quindi la mancanza, anche, di circolazione di vetture nelle strade, per mettere finalmente a posto la nazione, programmando un decreto ad hoc per favorire le imprese del settore – a livello fiscale – e i lavoratori, con contratti sviluppati appositamente. 


Autore: Il direttore - Emilia Urso Anfuso
Data: 06/04/2020
Proposta: creiamo il Fondo Economico Sociale

Chiedetevi se versereste un euro in un grande salvadanaio, gestito in maniera trasparente da tutta la collettività, con gli stessi cittadini a garanzia dei fondi a livello territoriale, cittadini che - per ovvie ragioni di trasparenza - devono cambiare costantemente e in tempi brevissimi.

GERENZA: Gli Scomunicati - L'informazione per chi non ha paura e chi ne ha troppa - PluriSet timanale nazionale - Reg. Tribunale di Roma N° 3 del 21 Gennaio 2014
Testata ideata e diretta da Emilia Urso Anfuso. Note legali.  Per informazioni commerciali e per entrare in contatto con la redazione potete chiamare lo 06 92938726 (Tel. e Fax) -